TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 

Il guerriero della luce crede. Poiché crede nei miracoli, i miracoli cominciano ad accadere. (Paulo Coelho)

 

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

La buona politica

 

 

Di Marta Melgiovanni

marta.melgiovanni@gmail.com

Casarano, 06/06/2010

 

Ho avuto il piacere di partecipare a un convegno su “L'agricoltura pugliese tra occupazione irregolare e immigrazione”, organizzato dal CSE (Centro Studi Economici dell’Università del Salento).  Uno degli interventi che ho apprezzato di più è stato quello dell’Assessore regionale al Welfare con delega ai servizi sociali e al lavoro che ha riferito circa i provvedimenti adottati in materia negli ultimi anni in Puglia. Nel 2006, è stato avviato il primo Programma Emersione Puglia (PEP).

Nel mese di ottobre dello stesso anno, il significato di questa direzione intrapresa è stato rafforzato dall’emanazione della legge sulla prevenzione ed il contrasto del lavoro irregolare n. 28/2006. La prima legge in materia in Italia ed in Europa. Nel 2008, seguendo un lavoro di concertazione fra istituzioni e terzo settore, si è avviata la ristrutturazione di immobili rurali da destinarsi all’ospitalità dei lavoratori stagionali ed un progetto che ha coinvolto il sistema dei trasporti. In concomitanza,  si è inaugurato lo Sportello Mobile Interattivo (SMI) per l’assistenza medico-sanitaria, legale, etc.

Sono sorti, pertanto, i cosiddetti “alberghi diffusi” e sono state attivate corse speciali dei mezzi pubblici lungo le tratte percorse dagli immigrati che, nei nostri campi raccolgono pomodori, angurie, uva e altri prodotti agricoli. In questo modo si è voluto offrire un’alternativa istituzionale a quel sistema illegale organizzato da una fitta rete di caporali che all’alba o la tramonto reclutano, nelle piazze di Barletta, Cerignola, Andria, piuttosto che di Villa Castelli, Oria, Nardò,  immigrati irregolari o diventati tali, che per una paga di pochi euro vengono sfruttati e lasciati vivere in condizioni precarie. Quello degli alberghi diffusi è un progetto sperimentale, i passi successivi vanno verso l’allestimento di strutture di accoglienza mobili e i cosiddetti “ferro hotel” che sostituiscono alla logica alberghiera quella più economica dell’autogestione.

Per questi provvedimenti virtuosi, la Regione Puglia ha vinto il Premio europeo per la migliore politica per l’occupazione. Ecco cosa fa la buona politica, una politica del fare che si nutre di un proprio approccio etico e culturale, una politica capace di dare risposte concrete ai bisogni. Una politica che mi fa sentire orgogliosa della mia terra, in un momento in cui mi guardo intorno e a Casarano vedo il vuoto, il nulla, l’assenza totale delle istituzioni ma solo alcuni fantocci mascherati da politici.

 

 

 

Fabrizio de André BOCCA DI ROSA

 

 

 

 

 

 

 

               

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

 

Casarano

 

 

 

NO ALLA LEGGE BAVAGLIO! Difendiamo l'Italia da chi ha interesse a zittire la stampa e la magistratura

 

 

 

 

 

 

31/05/04 Conferita a don Ciotti la cittadinanza onoraria

 

 

 

2000 - 2010 www.tuttocasarano.it All rights reserved.