TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 

La galleria "Percorsi d'Arte"

inaugura la nuova stagione espositiva con

 "la mostra del piccolo formato"

dal 1 Dicembre

 

 Home page

 La vita Politica

 Lo sport

 Cultura

  Tutto città

 Informazioni turistiche

 La nostra E - mail

 Oggi vi segnaliamo il Blog di Remo Tomasi: http://mentelibera.blogspot.com/  

LA NOSTRA GENERAZIONE NOI ... PER NON DIMENTICARE!!!!!

 

Di Claudio Casto

ClaudioCasto@libero.it

Casarano, 02/12/2007

 

Dedicata a tutti coloro nati agli inizi degli anni '80 (anche e soprattutto qualche anno in meno), quelli che vedono la casa acquistata allora dai nostri genitori valere oggi 20 o 30 volte tanto, e che pagheranno la propria fino ai 50 anni.
Noi non abbiamo fatto la Guerra, né abbiamo visto lo sbarco sulla luna, non abbiamo vissuto gli anni di piombo, né abbiamo votato il referendum per l'aborto e la nostra memoria storica comincia coi Mondiali di Italia'90.
Per non aver vissuto direttamente il '68 ci dicono che non abbiamo ideali, mentre ne sappiamo di politica più di quanto credono e più di quanto sapranno mai i nostri fratelli minori e discendenti.
Babbo Natale non sempre ci portava ciò che chiedevamo, però ci sentivamo dire, e lo sentiamo ancora, che abbiamo avuto tutto, nonostante quelli che sono venuti dopo di noi sì che hanno avuto tutto, e nessuno glielo dice.
Siamo l'ultima generazione che ha imparato a giocare con le biglie, a saltare la corda, a giocare a lupo, a un-due-tre-stella, e allo stesso tempo i primi ad aver giocato coi videogiochi, ad essere andati ai parchi di divertimento o aver visto i cartoni animati a colori.

Noi che i pattini avevano 4 ruote e si allungavano quando il piede cresceva.

Noi che giocavamo a nomi, cose, animali, città.. (e la città con la D era sempre Domodossola).

Noi che dopo la prima partita c'era la rivincita, e poi la bella, e poi la bella della bella..

Noi che se guardavamo tutto il film delle 20:30 eravamo andati a dormire tardissimo.

Noi che se la notte ti svegliavi e accendevi la tv vedevi il segnale di interruzione delle trasmissioni con quel rumore fastidioso.

Noi che guardavamo 'La Casa Nella Prateria' anche se metteva tristezza.
Noi che le barzellette erano Pierino, il fantasmaformaggino o un francese, un tedesco e un italiano
Noi che giocavamo a 'Indovina Chi?' e conoscevamo tutti i personaggi a memoria.

Noi che indossavamo pantaloni a campana, a sigaretta, a zampa di elefante e con la cucitura storta; la nostra prima tuta è stata blu con bande bianche sulle maniche e le nostre prime scarpe da ginnastica di marca le abbiamo avute dopo i 13 anni.
Noi che andavamo a scuola quando il 1° novembre era il giorno dei Santi ..mica Halloween, quando ancora si veniva bocciati, siamo stai gli ultimi a fare la Maturità e i pionieri del 3+2.
Siamo stati etichettati come Generazione X e abbiamo dovuto sorbirci Sentieri e i Visitors, Twin Peaks e Beverly Hills (ti piacquero allora, vai a rivederli adesso, vedrai che delusione).

Noi che litigavamo su chi fosse più forte tra Goldrake, Mazinga, Daitan3, Gundam, Astro-Robot e Daltanious.

Abbiamo pianto per Candy-Candy,ci siamo innamorati dei fratelli di Georgie, abbiamo riso con
Spank, ballato con Heather Parisi, cantato con Cristina D'Avena e imparato la mitologia greca con Pollon.

Siamo una generazione che ha visto Maradona fare campagne contro la droga.

Siamo quelli che ci emozionavamo per un bacio su una guancia, quelli che si andava in cabina a telefonare.

Noi che chi lasciava la scia più lunga nella frenata con la bici era il più figo.
Noi che il “Ciao” si accendeva pedalando.

Noi che quando a scuola c'era l'ora di ginnastica partivamo da casa in tuta.

Noi che a scuola ci andavamo da soli, e tornavamo da soli.

Noi che le All Star le compravi al mercato a 10.000 lire e c'erano le Nike Legend e le Clarck azzurre.
Noi che se a scuola la maestra ti dava un ceffone, la mamma te ne dava 2.

Noi che se la maestra ti metteva una nota sul diario, a casa ….era il terrore.
Noi che le ricerche le facevamo in biblioteca, mica su Google.
Noi che il 'Disastro di Cernobyl' vuol dire che non potevamo bere il latte alla mattina.
Noi che si poteva star fuori in bici il pomeriggio.
Noi che se andavi in strada non era così pericoloso…che però sapevamo che erano le 4 perché stava per iniziare BIM BUM BAM.
Noi che sapevamo che ormai era pronta la cena perché c'era Happy Days.

Siamo i primi ad essere entrati nel mondo del lavoro come Co.Co.Co. e quelli per cui non gli costa niente licenziarci. Ci ricordano sempre fatti accaduti prima che nascessimo, come se non avessimo vissuto nessun avvenimento storico. Abbiamo imparato che cos'è il terrorismo, abbiamo visto cadere il muro di Berlino, e Clinton avere relazioni improprie con la segretaria nella Stanza Ovale;

Quelli della nostra generazione l'hanno fatta la guerra (Kosovo, Afghanistan, Iraq,ecc.); abbiamo gridato NO NATO, fuori le basi dall'Italia, senza sapere molto bene cosa significasse, per poi capirlo di colpo un 11 di settembre.
Abbiamo imparato a programmare un videoregistratore prima di chiunque altro, abbiamo giocato a Pac-Man, odiamo Bill Gates e credevamo che internet sarebbe stato un mondo libero.
Noi ..la generazione che andò al cinema a vedere i film di Bud Spencer e Terence Hill.

Quelli cresciuti ascoltando gli Europe e Nik Kamen, e gli ultimi a usare dei gettoni del telefono.

Noi che ci emozionavamo con Superman, ET o Alla Ricerca dell'Arca Perduta.
Noi che bevevamo il Billy e mangiavamo le Big Bubble, ma neanche le Hubba Bubba erano male;

Noi che al supermercato le cassiere ci davano le caramelline di zucchero come resto.

Noi che non era Natale se alla tv non vedevamo la pubblicità della Coca Cola con l'albero.

Noi che la Ferrari era Alboreto, la Mc Laren Prost, la Williams Mansell, la Lotus Senna e Piquet e la Benetton Nannini e la Tyrrel a 6 ruote!!!!!

Siamo la generazione di Crystal Ball ("con Crystal Ball ci puoi giocare."), delle sorprese del Mulino Bianco, dei mattoncini Lego a forma di mattoncino, dei Puffi, i Volutrons, Magnum P.I., Holly e Benji,Mimì Ayuara, l'Incredibile Hulk, Poochie, Yattaman, Iridella, He-Man, Kiss Me Licia, i Barbapapà, i Mini-Pony, le Micro-Machine, Big Jim e la casa di Barbie di cartone ma con l'ascensore.

La generazione che ancora si chiede se Mila e Shiro alla fine vanno insieme.

Noi che le macchine avevano la targa nera..i numeri bianchi..e la sigla della provincia in arancione!!

Noi che finalmente il vaccino “antitubercolosi” non ti lasciava la cicatrice sul braccio sinistro!
Siamo la generazione che non ricorda l'Italia Mondiale '82, e che ci viene un riso smorzato quando ci vogliono dare a bere che l'Italia di quest'anno è la favorita.
Noi che abbiamo passato belle serate in bagno dopo Colpo Grosso (per gli ometti!!!)
Noi che abbiamo visto il proprio padre caricare il portapacchi della macchina all'inverosimile per andare in vacanza 15 giorni.
L'ultima generazione degli spinelli.
Guardandoci indietro è difficile credere che siamo ancora vivi: viaggiavamo in macchina senza cinture, senza seggiolini speciali e senza air-bag; facevamo viaggi di 10-12 ore e non soffrivamo di sindrome da classe turista.

Noi che andavamo in bicicletta senza casco né protezioni per le ginocchia o i gomiti e ogni volta che ci sbucciavamo il ginocchio, ci mettevamo il mercuro cromo che più era rosso più eri figo..

Noi che le altalene erano di ferro con gli spigoli vivi e il gioco delle penitenze era bestiale.
Non c'erano i cellulari. Noi che andavamo a scuola carichi di libri e
quaderni, tutti infilati in una cartella che raramente aveva gli spallacci imbottiti, e tanto meno le rotelle!!
Noi che magiavamo dolci e bevevamo bibite, ma non eravamo obesi. Al limite uno era grasso e fine.

Noi quelli che ci attaccavamo alla stessa bottiglia per bere e nessuno si è mai infettato. Ci trasmettevamo solo i pidocchi a scuola, cosa che le nostre madri sistemavamo lavandoci la testa con l'aceto.
Noi che non avevamo Playstation, Nintendo 64, videogiochi, 99 canali televisivi,dolby-surround, computer e Internet, che però ce la spassavamo tirandoci gavettoni e rotolandoci per terra tirando su di tutto;

Noi che bevevamo l'acqua direttamente dalle fontane che c’erano per strada, acqua non imbottigliata,che
bevono anche i cani!

Noi che le ragazze si intortavano inseguendole per toccar loro il sedere e giocando al gioco della bottiglia o a quello della verità, non in una chat dicendo :) :D :P

Noi che abbiamo avuto libertà, fallimenti, successi e responsabilità e abbiamo imparato a crescere con tutto ciò.

NOI CHE SIAMO ANCORA QUI E CERTE COSE LE ABBIAMO DIMENTICATE E ..SORRIDIAMO QUANDO CE LE RICORDIAMO …NOI CHE SIAMO STATI QUESTE COSE ..E GLI ALTRI ..NON SANNO COSA SI SONO PERSI!!!
QUESTA E’ LA NOSTRA STORIA...NON DIMENTICARLA!!!!

 

 

 

 

 

12/12/07 Caro Claudio, complimenti vivissimi per la tua mail...beato te che rimpiangi  o comunque sia ricordi con il sorriso sulle labbra i tuoi anni!
Io sono nata nell' 87 e qualche cosa me la ricordo...
Bella generazione la tua e tutte le altre precedenti!
A me la mia generazione  fa solo schifo e sarei molto contenta di dimenticarmela in eterno!
Potrai dire tu e tutti gli amici che leggono il sito che sono molto drastica in ciò che dico e che oggi come ieri c' erano i pro e i contro...ma scusatami io vedo soltanto i contro!
Se hai idee diverse dagli altri ops dalla "massa di pecore" che vive di superficialità, non esistono più i valori,l'amicizia, ma solo ipocrisia, falsità....se non fumi o non bevi sei sfigato e basta...se non fai "determinate" esperienze sei strano,tutti i ragazzi di oggi sono vestiti uguali, stesse scarpe, stessa acconciatura, tutti con la pancia di fuori...sigaretta in bocca,passatempo preferito il sesso...discorsi logici inesistenti...continuo?meglio di no, vi annoierei da matti!
In una parola il nostro mondo, la mia generazione è squallida! Non mi frega se queste parole sono dure ma scrivo ciò che penso!
Comunque beato te che non hai dimenticato e ricordi positivamente la tua storia!

Ciao a tutti.

Giuseppina De Maria

giuseppina.de.maria@alice.it  

 

 

 

 

05/12/07 Ciao Claudio sono della tua stessa generazione, sono nato nel 1980 (preciso!) e di tutte le cose che hai elencato, ogni volta che ne parlo, mi viene una tremenda nostalgia! Grazie per averle ricordate, per averle rese così vive e dirompenti nei confronti di tutti colori che son venuti prima e che verranno dopo!
Io la mia gioventù l'ho vissuta in modo fantastico: a botta di giocate a pallone "volantino" sulla strada a strapparmi i jeans quando mi rotolavo per terra, a vedere X-Files o ancor prima "Ai confini della realtà"... tutto mi ha fatto sognare; forse noi abbiamo sognato a occhi aperti, ma tutto questo ci ha immunizzato da parecchie delusioni che noi sappiamo affrontare con tranquillità, e soprattutto l'energia per intendere la nostra vita da eroi: io non ho smesso di sognare!

Remo Tomasi
remo.tomasi@gmail.com

 

 

 

03/12/07 Va da sè che ognuno ha la sua storia!.

Non avrai fatto la guerra armata ma oggi, come tutti, sei il peggior componente della moderna guerra mediatica: il bersaglio.

Complimenti per l'esposizione.

Francesco De Vita

francescode.vita@libero.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 www.tuttocasarano.it 

              

 

 

www.astronomiacasarano.it

 

Percorsi d'Arte è in Via Matino, vieni a trovarci

 

 

 

 

  28/11/07 Mi scrive una mamma. Si chiama Ida, ha una bimba malata di nome Kristal (Dal Blog di Beppe Grillo)

 

 

 27/11/07 Era solo un cane.  Di Giovanni Costa

 

 

  27/11/07 Piccola riflessione sulla politica.

Di William Ghilardi

 

 

  24/11/07 Tristezza. Scrive Mimina. Un commento

 

 

  24/11/07 Neanche il carcere per i pedofili.

Di Rocco De Maria. 3 commenti

 

 

  21/11/07 La rete segreta del Cavaliere che pilotava Rai e Mediaset

 

 

  21/11/07 Caso Parlanti: accorata sfida della sua donna ai grossi media

 

 

  20/11/07 Riflessioni ad alta voce. Di Liborio Primiceri

 

 

  13/11/07 Halloween: piccole riflessioni.

Di Maria Teresa Semola

 

 

  12/11/07 Amara riflessione sui recenti fatti di presunta pedofilia.

Di Antonella Barlabà. 4 commenti

 

 

 

 

 

2000 - 2007 www.tuttocasarano.it All rights reserved.