TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

La nuova Heliantos 2

 

Di Enrico Fattizzo

e.fattizzo@libero.it

Casarano, 16/07/2010

 

Alcuni giorni fa abbiamo appreso che il contratto che garantiva ad Italgest la disponibilità del terreno sul quale realizzare la “famigerata” centrale a biomasse è scaduto! A questo punto, la questione sembra risolta in senso negativo. La logica più elementare ci dice che la centrale non può essere realizzata stante l'inesistenza del sito che dovrebbe ospitarla. Se il buon Aristotele fosse ancora tra di noi, sfoderando uno dei suoi celebri sillogismi, si esprimerebbe in questi termini:

 

-         per realizzare la centrale è necessario che ci sia un sito adatto a tale scopo;

-         Italgest non ha la disponibilità del sito previsto per la realizzazione di Heliantos 2;

-         Heliantos 2 non può essere realizzata.

 

Come vedete, il discorso non fa una piega (d'altronde Aristotele era abbastanza dotato dal punto di vista intellettivo...). Ora, non vedo come si possa dare seguito ad un iter in presenza di una lacuna così esiziale! Manca la conditio sine qua non! E gli organi a ciò deputati devono dare una risposta chiara, esaustiva, inequivocabile ed immediata!

 

Tuttavia, io, che sono un generoso, ho la soluzione da proporre ai fratelli De Masi. Qualcuno, dopo le mie battaglie, storcerà il naso, lo so...ma la mia generosità d'animo non conosce ostacoli.

 

Suggerisco ai fratelli De Masi di realizzarla comunque la centrale. Naturalmente, alla luce delle considerazioni di cui sopra, si dovranno apportare le necessarie modifiche. Anzitutto, si potrebbe realizzare una centrale “IMMATERIALE”, ovvero una centrale che c'è ma non si vede; una realtà che si percepisce ma non è tangibile; un'opera fumosa che non sputa fumi. Una centrale più snella, più chic, fatta su misura per i “giovani”. Tale centrale dovrebbe, a mio avviso, essere concepita e realizzata da qualche “artista contemporaneo” bravo a partorire suggestioni. E qui si che servirebbe tutto l'armamentario del Tac secondo la nuova concezione (talento, arte e creatività...).

 

Ho paura che anche la Tac (tomografia assiale computerizzata) sia necessaria per realizzare una siffatta opera! Nel corso della campagna elettorale si prometteva uno stadio in grado di fungere da attrattore culturale e turistico per folle oceaniche provenienti da tutte le latitudini del pianeta. In verità, ad un anno di distanza, lo stadio mi sembra lontanuccio da quel livello estetico vagheggiato (a proposito, ma quella curva che arriva sulla strada è ok? E' tutto in regola? Boh...).

 

Comunque, sulla falsa riga dello stadio, potremmo realizzare una centrale che, invece di produrre energia ed inquinare, rappresenti l'ultima frontiera dell'arte contemporanea. Potrebbe anche essere annoverata come patrimonio dell'Unesco! Garantiamo già da oggi il massimo appoggio: niente marce, esposti, appelli e battaglie.

 

Tutti insieme verso la meta: l'immaterialità dell'esistenza umana! Amen! 

 

 

"Non credere a nulla, semplicemente per sentito dire, non importa dove l'hai letta o chi l'ha detto, neppure se l'ho detto io, a meno che non sia affine alla tua ragione e al tuo buon senso.
Non credere nelle tradizioni, perché sono state tramandate per molte generazioni.
Non credere in niente, solo perché se ne parla tanto, o è sostenuto dalla stragrande maggioranza degli uomini.
Non credere semplicemente perché è scritto nei tuoi libri religiosi.
Non credere solo per l’autorità dei tuoi insegnanti e degli anziani.
Ma se dopo l’osservazione e l’analisi personale, scopri che è d’accordo con la ragione, ed è favorevole al bene e beneficio di tutti, allora accettala e vivi per essa.

(Buddha)

 

 

 

Trasmissione telerama - Strisce blu 5° parte

 

 

 

 

               

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

 

 

 

 

10/07/2010 Domenica 18 luglio. Finalmente il giardino De Donatis si apre al pubblico con un evento di arte e di musica

 

13/07/2010 Ruffano: Ottava edizione del Trend&Blues festival, 24 - 25 luglio

 

 

 

NO ALLA LEGGE BAVAGLIO

 

 

 

31/05/04 Conferita a don Ciotti la cittadinanza onoraria

 

 

 

2000 - 2010 www.tuttocasarano.it All rights reserved.