"Come arrivano lontano i raggi di quella piccola candela: così splende una buona azione in un mondo malvagio."
(W. Shakespeare)

 

 

 

 

 TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

"L'amore, al pari della preghiera, è una forza e un processo evolutivo. E' curativo. E' creativo." (Z. Gale)

Gaudemus in nomine Nichi!

 

 

 

 

Di Francisco La Manna

flamanna77@yahoo.it

Roma - 19/03/2010

 

Ma che soddisfazione!
Ma che giubilo sentire il mio Governatore che nel discorso di Alliste parla di centrali a Biomasse a filiera CORTA, ricordando gli screzi con il suo predecessore Fitto. Che gioia constatare nell'ultimo comizio di Casarano che è calato il gelo politico tra lui e il sindaco casaranese. Avevo ragione io! "Il mio Presidente.. è differente!". Non credo che Nichi abbia gradito il suo stridente sostegno a Boccia per le primarie, tantomeno l'obolo scandaloso dell'euro spedito alle famiglie casaranesi per sostenere il suo gracile antagonista. Eppure eccolo là il mio Nicola, nonostante l'evidente affaticamento, anche al fianco della gente di Casarano! (... In questo caso la mia eterosessualità mi pesa!)

Ma il mio Presidente ancora non sa che De Masi si è impegnato in una frenetica e mirabolante campagna propagandistica dell'amico-nemico Venuti, spargendo i suoi santini dappertutto, financo tra gli ambienti sportivi che Ivan frequenta. E sinceramente mi domando cosa ci sia dietro!
Un ReMicio messo alle corde, non più segretario di partito che viene così sostenuto da uno che lo sputtanò pubblicamente davanti alla tifoseria cittadina: ma è vera amicizia? Qualcosa non torna nell'osservare questa combriccola, questi compagni di merende...
Perchè appoggiare un individuo che ha lasciato in eredità all'amministrazione casaranese un disastro economico che peserà violentemente sulle teste di noi concittadini? Quali interessi, o quali ricatti si celano dietro? E se Nichi sapesse, approverebbe?
E poi.. non erano Remigio Venuti e Cosimo Dei Baroni che insieme a Massimo D'Alema sponsorizzavano senza mezze misure quello stesso Frisullo, oggi arrestato, che prima ancora di indagini ufficiali veniva prudentemente allontanato dalla Giunta Regionale per opera di Vendola stesso? Quindi..Nichi caccia Frisullo, e De Masi appoggia invece Venuti che lo sosteneva?
Quindi la politica del De Masi pro-Venuti è la medesima di D'Alema pro-Frisullo, quello stesso Massimo D'Alema che ama sempre dire che "i dalemiani non esistono"..
Aaaah... Baffetto.. dalle parti di "Repubblica" devono averlo preso alla lettera. Il principale quotidiano del centrosinistra oggi apre la prima pagina sull'arresto di Sandro Frisullo e dedica all'argomento ben quattro pagine interne.
A dir la verità sono rimasto impressionato: né in prima pagina, né in nessuno degli articoli interni si fa riferimento al rapporto "matrimoniale" tra D'Alema e Frisullo, un rapporto che data 1980, in nome del quale lo stesso Frisullo ottenne la poltrona di vice di Vendola dopo la vittoria di Nichi alla regionali pugliese del 2005. Lo stesso Vendola in un'intervista di mezza pagina (con domande lunghe e circostanziate) usa l'accortezza di non accennare neanche minimamente alle imposizioni dalemiane sull'ex presidente del Consiglio Regionale.
I dalemiani non esistono, va bene, ok! Ma esiste un sistema di potere radicato e forte (con ramificazioni assai influenti in settori nevralgici dell'informazione) che fa riferimento a Massimo D'Alema, all'associazione Red e alla sua Fondazione Italianieuropei. Un sistema machiavellico che ha tentato di intaccare le politiche regionali pugliesi stesse a discapito delle buone intenzioni. Secondo me è un sistema che fa male allo stesso presidente del Copasir, lo rende fragile e poco libero, ne assorbe troppe energie. Dovrebbe affrancarsene. Diventerebbe meno permaloso, sarebbe meno preoccupato, reagirebbe meglio a chi prova a mettersi sul piano dialettico su questo punto; avrebbe così risposto meglio alla giovane collega Federica Bocellari qualche mese fa, quando Frisullo andava a raccogliere applausi nella campagna per le primarie alle iniziative dalemiane per Francesco Boccia: gli chiedeva ragione dei suoi rapporti con lui. Uno statista non reagisce così, non dà della fascista ad una giornalista che (peraltro con grande gentilezza, nessuna aggressività e anche qualche timidezza) pone delle domande legittime.
I dalemiani non esistono... eppure la campagna del PD casaranese ha scelto subito il suo indirizzo!
Per cui, tornando a te, caro Ivan, ci stiamo ispirando a questo vecchio modo di fare politica? Dov'è quel sano progressismo così tanto declamato nei tuoi succulenti sermoni elettorali? Da come ti sei mosso, deduco che tu non voglia più fare pace con Vendola! Ciò dimostrerebbe quindi la tua lungimiranza politica, nel fortunato caso in cui egli dovesse essere riconfermato governatore.. spero solo che in futuro i vincoli da battesimo servano a qualcosa in più dell'apparentamento pro-forma!
Peraltro mi fanno specie questi sinistronzoli conclamati che quando viene attaccato il PD casaranese, si appellano all'unità e alla coesione dell'elettorato: chi capisce qualcosa di politica, tantopiù se capisce qualcosa di sinistra, si è accorto da solo dell'inefficace contributo che Casarano ha dato alla causa della "Fabbrica", e a maggior ragione voterà nella maniera più opportuna.
Se vogliamo effettuare quella tanto auspicata catarsi politica, i voti dei franchi tiratori, degli inopportunatamente indecisi e degli affabulatori demodè non ci serviranno... il mio Vendola vincerà comunque!

 

 

 

Nichi Vendola Casarano - 15 marzo (Regionali 2010)

 

 

 

 Vendola fa tappa a Maglie

 

 

 

               

 

Dialogo sull'arte, venerdi 12 marzo

 

 

 

05/02/2010 Personaggi illustri di Casarano: Clodomiro Albanese

 

 

 

12/02/2010  Un disperato bisogno di lavoro

 

17/01/2010 Troppi compiti?! Una mamma esasperata

 

 

Casarano

 

 

 

 

31/05/04 Conferita a don Ciotti la cittadinanza onoraria

 

 

 

2000 - 2010 www.tuttocasarano.it All rights reserved.