"Come arrivano lontano i raggi di quella piccola candela: così splende una buona azione in un mondo malvagio."
(W. Shakespeare)

 

 

 

 

 TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 

Il mondo è nelle mani di coloro che hanno il coraggio di sognare e di correre il rischio di vivere i propri sogni. (Paulo Coelho)

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

Ogni problema ha tre soluzioni: la mia soluzione, la tua soluzione e la soluzione giusta. (proverbio cinese)

"Pane o pizze fragranti di qualità garantita dal campo alla tavola - l'agricoltore diventa panettiere, nuove opportunità per le aziende salentine"

 

 

Di Antonio Stea *

toniostea@libero.it

Casarano, 10/10/2010

 

Via libera all’acquisto di pane, panini, cialde, rustici, pizzette e altre specialità salate (prodotti freschi di panetteria) direttamente dagli agricoltori che potranno sfornarli e venderli direttamente al pubblico mantenendo la natura agricola della propria attività.

 

Nasce così la figura dell’agricoltore-panettiere con la pubblicazione nella Gazzetta ufficiale del nuovo decreto ministeriale 212/2010, a firma del ministro dell’Economia e delle finanze  e con il quale è stata aggiornata la tabella dei beni che possono essere oggetto delle attività agricole connesse. In altre parole, le aziende agricole che produrranno pane con almeno il 51% della materia prima auto- prodotta, potranno vendere beneficiando del regime fiscale agricolo,basato sulla rendita catastale, anziché essere assoggettate a quelle del commercio tour court.

 

Si tratta di un’innovazione importante che incentiva la possibilità nel Salento di portare sulle nostre tavole pane o pizze fragranti di qualità garantita dal campo alla tavola con la certezza di assicurarsi un prodotto veramente Made in Salento, in un mercato dove secondo recenti dati resi noti da Cia quattro prodotti alimentari su dieci sono ottenuti con materia prima importata senza alcuna indicazione per i consumatori, a volte non conforme agli standard di sicurezza alimentare previsti nel nostro Paese.

 

Un modo anche per riscoprire i pani tradizionali  perché ottenuti secondo “tecniche” rimaste inalterate nel tempo. Si tratta di una nuova opportunità, in particolare, per le imprese agricole impegnate nella coltivazione del grano specialmente se coinvolte nell’attività agrituristica e di vendita diretta, che possono così trovare un' importante occasione di integrazione del proprio reddito.  Anche la birra è stata considerata parimenti un prodotto agricolo in base allo stesso decreto, i malti per la birra  dovranno essere ugualmente ricavati prevalentemente (51%) da orzi prodotti nei campi aziendali.


 


 

* dottor agronomo Antonio STEA

Consigliere amministrazione Gal Serre salentine

 

 

Teocoli imita Ray Charles e Celentano

 

 

 

 

 

 

               

 

Da questa settimana riprendono gli incontri del Movimento per la Vita “Gianna Beretta Molla” di Casarano.

Di seguito, per chi volesse partecipare, il calendario degli incontri fino a Natale

 

 

Casarano

 

 

31/05/04 Conferita a don Ciotti la cittadinanza onoraria

 

13/05/06 Grotta della Trinità trasformata in un ripostiglio. All'interno sono stati trovati sacchi di cemento, sedie e tavolini

 

 

Casarano

 

L'era Capozza

 

  Ritrovato un antichissimo palmento, in zona casaranello. dal sito www.pinodenuzzo.com

 

 

http://www.pieroricca.org/

 

 

 

 

2000 - 2010 www.tuttocasarano.it All rights reserved.