Appello: restituiamo l'epigrafe romana alla città.

Sottoscrivi l'iniziativa

 

 

 

 

 TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

Una politica senza veri valori !!!

 

 

Di Paolo Sabato

paolo.paolosabato40@gmail.com

Casarano, 02/09/2010

 

Non possiamo dire che sia colpa del caldo,non possiamo nemmeno dire che sia colpa della frequentazione delle tante sagre (e quindi del vino), non possiamo dire che questi ''signori '' siano stressati dal momento che stanno usufruendo certamente delle meritate ferie, e non credo possa trattarsi di stress dovuto alle lunghe code sulla litoranea o alle molte ore di lavoro….ormai e' noto il malcostume del PDL casaranese di offendere la gente, soprattutto quella che non è dalla loro parte.

L'ultimo ma solo in ordine di tempo a cadere nelle grinfie dei futuri ''premio nobel'', l'assessore Attilio De Marco , Sembra che la maleducazione per questi ''signori'' sia un valore aggiunto; magari è insito nel loro essere, nella loro stupidità, pensare che il confronto politico ponga le sue basi sull'apostrofare la persona (chiunque essa sia ).

Perdonatemi, ma fare ciò è proprio da mentecatti (quisti mmiscane fave e foie)!!! Cari casaranesi cosa è più necessario al giorno d’oggi, un popolo ricco o un popolo educato ( un popolo educato ha possibilità di arricchirsi, il contrario è molto più difficile… )?

Cosa conta di più, l'essere arroganti e maleducati o l'essere amabili? Certo la risposta è evidente, ma nella sostanza delle cose, cioè nella vita di tutti i giorni, ci scontriamo con individui che non sono né educati né amabili. In qualunque posto ci troviamo, sempre più spesso incontriamo uomini, donne e ragazzi che non hanno nessun rispetto per gli altri. Non solo all’ufficio postale o al supermercato, ma anche nella sala d'aspetto dei medici o semplicemente per strada, l'educazione è sempre più latente. Quello che però mi fa più male è notare che sedicenti ''politici'' non hanno nessuna idea del significato della parola “RISPETTO”.

Queste persone non capiscono, oppure fanno finta di non capire, che a loro non e' consentito essere maleducati: dovrebbero essere un esempio di vita per un’intera comunità, e non possono prendersi il lusso di confondere un confronto politico con uno scambio di offese personali. Ciò significa creare danno all'intera comunita' . Non voglio additare responsabilità particolari, ma credo che molte colpe siano da imputare al nuovo modello politico(berlusconiano-leghista), un modello arrogante e dai contenuti offensivi ,che non lascia più spazio al dialogo con gli altri e quindi alla possibilità del confronto , che si fonda prima di tutto sul RISPETTO . Sono certo che una delle negligenze più gravi della maggior parte dei ''politici'' sia quella di non sapere più parlare ,oltre che ascoltare, e di non saper tirare fuori il meglio dai loro oppositori e dai cittadini .

Ora vi chiedo se non sia arrivato il momento di dire basta a questo clima, di cambiare linguaggio, di cercare il VERO confronto quello costruttivo, se non sia il caso di collaborare cercando di portare la città ai fasti che le competono. Carissimi “pidiellini”, la maleducazione oltre ad essere sintomo di ignoranza fa male soprattutto a chi la esercita .

Aggiungo che con i se e con i ma non si è mai dato vita a qualcosa di importante e che i vostri deludenti risultati nelle campagne elettorali spiegano il reale valore, oltre allo spessore politico, e la fiducia che la gente di Casarano ha sempre posto in voi .
In conclusione mi limiterò a citarvi,  cambiando alcune parole finali del vostro intervento.
Quindi sarebbe bene che di chiacchiere non ne produceste più, giacché ne avete già dette abbastanza in un ventennio all'opposizione e fareste bene a togliere il disturbo. GRAZIE !!!

Ps. Sentir citare come esempio da codesti ''paladini'' della nostra citta', il finanziamento di Galatina, ottenuto con l'aiuto della Provincia e con l'impegno dell'assessore Gianni Stefano, rende sicuramente merito alla citta' di Galatina , ma mi preme ricordare all'assessore e ai suoi strateghi, che ricordano delle specie di HOMO SAPIENS del secondo millennio, che e' stato eletto con in voti
dei casaranesi e che in condizioni normali rappresenterebbe Casarano facendo i dovuti interessi di chi l'ha votato e anche di chi non l'ha fatto. E vista la sbagliata gestione dei due suoi unici interventi che riguardavano la nostra citta' (depuratore della vora e biomasse) non potevano rimanere in noi molti dubbi .

Nel primo si e' schierato avallando le polemiche che giungevano da Gallipoli nell'intento di impedire l'avvio dell'impianto: tutto cio' a discapito di una priorita' della ''sua gente ''(mi chiedevo se fossero ordini di scuderia o altro, altrimenti, vista la stima che ripongo nella persona, non mi spiego il perche' ).Il secondo gestendo una situazione nettamente di parte, dimenticando come ormai da consuetudine, di rappresentare il fronte del no e anche quello del sì. A mio avviso una posizione arbitrale che optasse per il sano confronto sarebbe stata piu' consona e normale, il tutto sempre nel segno del rispetto reciproco . Ma questo e' un argomento da trattare a parte poichè è un argomento troppo lungo e dai mille retroscena .
Con rispetto

Paolo Sabato.

___________________________________________________________________________

 

 

04/09/2010 La ringrazio vivamente per ciò che ha scritto, sperando che, come da lei auspicato, il confronto politico, pur nelle inevitabili contrapposizioni, riesca a mantenersi nel sano e vivo, senza scadere nella "politica da bar". Io sono pronto a confrontarmi con tutti, ma, ovviamente, come tutti, gradirei confrontarmi sui fatti, sulle proposte, le osservazioni, avanzate con rispetto, come io faccio con gli altri.

Cordialmente

Attilio De Marco

Assessore

 

 

Gianfranco Fini replica a Silvio Berlusconi

 

 

 

"Non credere a nulla, semplicemente per sentito dire, non importa dove l'hai letta o chi l'ha detto, neppure se l'ho detto io, a meno che non sia affine alla tua ragione e al tuo buon senso.
Non credere nelle tradizioni, perché sono state tramandate per molte generazioni.
Non creder e in niente, solo perché se ne parla tanto, o è sostenuto dalla stragrande maggioranza degli uomini.
Non credere semplicemente perché è scritto nei tuoi libri religiosi.
Non credere solo per l’autorità dei tuoi insegnanti e degli anziani.
Ma se dopo l’osservazione e l’analisi personale, scopri che è d’accordo con la ragione, ed è favorevole al bene e beneficio di tutti, allora accettala e vivi per essa.

(Buddha)

 

 

 

 

               

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

 

 

 

06/06/2010 Non giudichiamo... parole che gettiamo nel vento.

Di Eugenio Memmi

 

 

 

 

31/05/04 Conferita a don Ciotti la cittadinanza onoraria

 

 

 

2000 - 2010 www.tuttocasarano.it All rights reserved.