TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 

La galleria "Percorsi d'Arte"

inaugura la nuova stagione espositiva con

 "la mostra del piccolo formato"

dal 1 Dicembre

 Home page

 La vita Politica

 Lo sport

 Cultura

  Tutto città

 Informazioni turistiche

 La nostra E - mail

Casarano

Neanche il carcere per i pedofili

 

 

 

Di Rocco De Maria

roccoluigi.demaria@tin.it 

Casarano,  24/11/2007

 

Caro Eugenio, provo a scrivere ancora una volta su questo argomento,
visto che la lettera precedente è stata censurata, perchè, forse troppo pesante.
Questa avrà più o meno lo stesso tono. Se questo è un sito libero dovresti pubblicare tutte le lettere o mail che ti arrivano purchè siano firmate.
Avevo scritto e ribadisco che il Compagnone (non lo chiamerò mai signore), aveva sempre fatto di queste porcate di cui ora viene accusato.
Se è stato scoperto a 80 anni lo dobbiamo al coraggio (altrochè ubriachezza) della signora d'Aquino il cui unico torto è stato quello di non completare l'opera...
Ora dopo l'ennesima uscita dell'uomo che ora ha 46 anni (volendo si conosce anche nome e cognome) e che all'epoca dei fatti aveva 13 anni, mi chiedo e chiedo al garantista Enzo Schiavano: aspettiamo i 3 gradi di giudizio per sapere
se il mostro è colpevole e poi magari campa anche 100 anni fino a che non terminano i processi e poi lo scopriamo innocente o colpevole.
Per me ribadisco, tali reati, non meritano il carcere perchè il nostro è una villeggiatura.
Ci vuole molto a staccare la flebo???
Cordiali saluti
 

 

 

Caro Rocco, io non ho censurato niente, ti ho solo chiesto se ritenevi il caso di ribadire con un ulteriore e-mail ciò che già tua figlia aveva ampiamente detto. A questa mia richiesta tu non hai risposto, ecco perchè non ho pubblicato quella e-mail, che comunque non si distacca molto per i contenuti da questa.

Libero di pensarla come vuoi, ma uccidere una persona, per espiare una colpa non credo sia la cosa migliore, anche se penso che il carcere non dovrebbe essere una specie di albergo, altrimenti non avrebbe nessun deterrente su chi delinque.

Eugenio Memmi

tuttocasarano@tin.it

 

 

 

 

L’opinione di uno che augura la morte di un uomo e che assolve e giustifica l’autrice di un omicidio si commenta da sé.

Enzo Shiavano

enzo.schiavano@alice.it

 

 

 

 

Gentile signor Schiavano non per difendere mio padre, ma voglio dire la mia.
Io spero che lei si renda conto di ciò che dice!
Forse mio padre si è espresso male o duramente e lei ha "ingigantito le sue parole".
Partendo dal presupposto che ognuno ha le sue opinioni e dice la sua liberamente..ma si rende conto di quello che afferma? Non è che  poi mio padre abbia tutti i torti!
Ribadisco che io sono una persona molto buona e che sono per il perdono..ma anche se ci mettessi tutta la buona volontà come si fa ad augurare bene e a perdonare o giustificare un pedofilo del genere?
Non dico più nulla perchè qui siamo entrati in un circolo vizioso..ripetiamo sempre le solite cose e ognuno continua a sostenere la sua opinione circa questo fatto che io continuerò a reputare osceno...
Ciao a tutti.
Giuseppina De Maria  

giuseppina.de.maria@alice.it 

 

 

 

 

06/12/07 Caro Sig. Schiavano io non so' se lei ha figli o meno, ma vorrei solo  sapere come si comporterebbe nella malaugurata ipotesi che quanto accaduto alla Signora accadesse a lei.
Io ancora non ho figli, spero che il Signore vorra' donarmene, ed ogni  volta che ripenso all'episodio mi irrigidisco fino a pensare cose davvero cattive.....
La prego di non fare il moralista sulle opinioni altrui con la frase che  ha usato come risposta al Sig. De Maria, perche' secondo il mio modesto parere la sua affermazione sembra assolutamente di facciata e falsamente perbenista.
Siamo tutti per il rispetto assoluto della vita, e proprio per questo  non dobbiamo permettere che uno la rovini a qualcun'altro, in primis la vita di un BAMBINO!!!!!!!!!!!!!
Attendo con lei il corso della giustizia, spero nell'immediata  scarcerazione della donna, e mi auguro che il "colpevole" non la passi liscia.!!!  Con questo non sto' indicando chi ha sbagliato e dove, ma sul principale indagato continuano ad arrivare notizie poco confortanti  e questo turba e non poco!
Mi scuso, anticipatamente alla sua eventuale risposta, per l'impeto e la rabbia con le quali ho scritto nella prima fase di questa breve lettera, ma spero capisca il senso di sdegno che provo nei confronti dell' accaduto! Nel rispetto della sua opinione la saluto.
I bambini son come i fiori, vanno curati amorevolmente , non spezzati!!!
Fausto Memmi

fausto.memmi@blueprint.it

 

 

 

 

06/12/07 Caro Fausto, conoscendo Enzo Schiavano, che tra l'altro ha due figlie, non credo proprio sia il tipo che in un argomento così delicato farebbe delle considerazioni di facciata; non è nel suo stile. Enzo ha semplicemente espresso il suo dissenso verso chi cerca di porre un rimedio ad un male con una cura peggiore. Non ce da dargli torto. Anch'io la penso come lui.

Eugenio Memmi

tuttocasarano@tin.it

 

 

 

 

 

 

 

www.tuttocasarano.it

 

 

Tacco di novembre

 

 

 

 

 

 

2000 - 2007 www.tuttocasarano.it All rights reserved.