Appello: restituiamo l'epigrafe romana alla città.

Sottoscrivi l'iniziativa

 

 

 

 

 TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

Assegnato il premio "LIA TRUCCO" in Piemonte alla CST-Musica Centro Sviluppo Talento con sede a San Simone

 

 

CTS - Musica Centro Sviluppo Talento

centrosviluppotalento@gmail.com

San Simone 05/09/2010 

 

Riteniamo utile e doveroso, dar notizia del premio assegnato ad una scuola di musica salentina, in Piemonte nell'ambito del Festival Internazionale "Chitarrissima" a Saluzzo (Cn) svoltosi dal 22 al 29 agosto 2010.


Il premio "LIA TRUCCO" è un premio che gratifica le proposte e le ricerche nella didattica per l'apprendimento di uno strumento musicale indirizzata a bambini di 3-4 anni... con la metodologia Suzuki.


A partecipare erano scuole di varie regioni italiane e nazioni come Spagna, Svizzera, Francia... ma è alla giovane CST-Musica Centro Sviluppo Talento con sede a San Simone (frazione di Sannicola) che è stato consegnato il riconoscimento.

 

Il CST- Musica è un centro che raccoglie allievi provenienti da tutta la provincia: CASARANO, TUGLIE, SANNICOLA, ALEZIO, PRESICCE, LECCE, PORTO CESARIO... 

 

Unico Polo METODOLOGIA SUZUKI in PUGLIA...per lo studio della chitarra classica.


Alla guida del Centro un team docenti composto da Maurizio Mangia e Giuliana Gnoni.

Al loro attivi figurano tutte le abilitazioni, al massimo grado, necessarie per operare all'interno di tale Metodologia:

 

   -         Abilitazione Strumentale Suzuki di V° livello

   -         Abilitazione finale CML

   -         Percorso Lullaby

   -         Abilitazione in metodologia Gordon – Musica in culla

 

Oltre, naturalmente gli studi accademici musicali tradizionali, indispensabili per accedere a tali formazioni. Dopo 5 anni di attività la CST-Musica continua a portare avanti la peculiarità della didattica utilizzata, riassumibile con una meravigliosa frase coniata dal fondatore del Metodo il M°Shiniki Suzuki (1898-1998) che recita:


“…nessun Bambino è privo di Talento…

...tutto dipende dalle opportunità che gli verranno date per crescere…”


 

IL METODO:

 

Come tutti i bambini sono in grado di imparare, per quanto piccolissimi, la loro lingua madre, così sono in grado di apprendere, se adeguatamente stimolati, il linguaggio musicale e qualsiasi altra disciplina. In tutto ciò è inserito il concetto di "empowerment" della persona (sentire di essere in grado di fare e di saper fare). Il M° Suzuki aveva compreso che proprio "l'imitazione" è fondamentale nelle prime fasi di apprendimento e, attraverso il metodo che egli chiamò "della lingua madre", dimostrò che si poteva insegnare ad un bambino così come gli si insegna a parlare.

            

Impara a suonare ascoltando e ripetendo continuamente un frammento musicale, un ritmo, una melodia che gli stessi genitori, "addestrati" dall'insegnante, gli proporranno nel corso della giornata affinché gli risultino familiari.

         

Così facendo la musica entra a far parte in modo naturale della vita del bambino e della sua famiglia, diventerà per loro "metodo di vita", attraverso il quale verrà costruito il carattere, si coltiverà il buon gusto, si imparerà ad entrare in relazione con gli altri rispettando le regole, ma anche affinando la sensibilità; soprattutto si troverà' in essa quella compagnia che non verrà mai meno, ancor più se si sarà in grado di suonare uno strumento.

           

Attraverso l'inserimento nei gruppi di ritmica e poi d'orchestra, il bambino (con i suoi genitori) si potrà confrontare con i suoi compagni, imparando a capire in modo concreto il proprio ruolo all'interno di un gruppo, il proprio stile personale, la propria capacita' di stare e di fare con gli altri.


Bambini insegnanti e genitori sono coinvolti insieme nel processo. Il genitore infatti partecipa attivamente alla lezione e a tutte le attività didattiche.      


Il bambino non è oggetto passivo in cui inculcare dall'alto le nozioni, ma soggetto attivo di elaborazione, con il coinvolgimento diretto dell'ambiente familiare e di vita.


L' insegnante impara egli stesso con i suoi allievi e famiglie, condividendo con loro l'esperienza formativa. E' emblematico come i genitori Suzuki vadano a lezione e suonino con i loro figli, e come gli insegnanti siedano nella stessa orchestra con i loro allievi.


Il metodo, che vede l’inizio di questo percorso con bambini di 3-4 anni. propone l'apprendimento come gioco, ascolto, imitazione, non richiedendo mai per dovere, ma per automotivazione, per il piacere di riuscire a creare, giocare e suonare con i genitori o con i compagni. Proprio nel mondo musicale, dove disciplina e regole sembravano indispensabili per progredire, il bambino scopre che l'impegno si può scegliere con gioia se ben motivato, e anche l'applicazione più impegnativa nasce spontanea, viene vissuta come positiva, e si impara ad amare lo studio...


 

I RISULTATI sono SORPRENDENTI.

È doveroso riconoscere il suo indubbio valore innovativo per la svolta che ha apportato nei metodi d'insegnamento della musica rivolti ai piccoli allievi; un metodo che annulla le rivalità e la competitività e concentra l’attenzione sulla cooperazione.


 

per info sulla metodologia ed i corsi:

tel. 0833.503248 - cell. 349.0672324


 

Nell'eventualità si volessero trovare ulteriori riscontri sulla metodologia a seguire lista link utili:


 

 

 

GiulianaGnoni

ref. CST-Musica Centro Sviluppo Talento

 

 

Sognare et amare

 

 

 

 

               

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

 

 

NO ALLA LEGGE BAVAGLIO

 

 

31/05/04 Conferita a don Ciotti la cittadinanza onoraria

2000 - 2010 www.tuttocasarano.it All rights reserved.