"Come arrivano lontano i raggi di quella piccola candela: così splende una buona azione in un mondo malvagio."
(W. Shakespeare)

 

 

 

 

 TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

"L'amore, al pari della preghiera, è una forza e un processo evolutivo. E' curativo. E' creativo." (Z. Gale)

Siglato un accordo tra il Comune e le imprese del CISSI, gli 80 alberi di ulivo che saranno espiantati saranno ricollocati in altri posti.

 

Segreteria del Sindaco

segreteria@ivandemasi.it 

Casarano, 09/02/2010

 

Sono una ottantina gli alberi di ulivo che il Comune di Casarano reimpianterà in luoghi pubblici, evitando il loro abbattimento.

Gli ulivi provengono dall’area di proprietà delle imprese consorziate nel C.I.S.S. (Consorzio Insediamenti Sud Salento), il cui rappresentante, ingegnere Leonardo Morgante, nei giorni scorsi si era detto pronto a cederli al Comune, qualora quest’ultimo avesse manifestato il proprio interesse.

Dopo il loro espianto, gli alberi saranno ripiantati allo scopo di aumentare il verde di alcune aree pubbliche, come ad esempio, giusto per fare alcuni esempi, Contrada Botte, il Parco degli Ulivi e via Romagna.

Gli alberi saranno sradicati da un’area ricadente nella zona Pip dove sono previste delle opere di urbanizzazione che comporteranno l’abbattimento di circa ottanta ulivi.

Il C.I.S.S., però, non dispone di un terreno dove ricollocare gli alberi e proprio per questo aveva interpellato il Comune.

«Puntare allo sviluppo del territorio – commenta il sindaco Ivan De Masi - significa anche tutelare l’ambiente in cui viviamo e garantire la salvaguardia della sua identità. Il modo in cui la città si è sviluppata per decenni, in assenza di uno strumento urbanistico attento a certe tematiche, ha fatto sì che nel centro urbano le aree verdi siano pressoché inesistenti. Oggi cerchiamo di porre un rimedio a questa imperdonabile lacuna.

Preservare i tradizionali ulivi, a ragion veduta divenuti il simbolo di questa terra, concorrendo ad arricchire il patrimonio arboreo del nostro Comune è un piccolo ma significativo passo in avanti verso quella città sostenibile che abbiamo in mente. Tutto ciò si inserisce in quel proficuo rapporto di collaborazione tra pubblico e privato che abbiamo già sperimentato in altri settori con risultati lusinghieri. Un sincero ringraziamento da parte dell’Amministrazione va alle aziende del C.I.S.S. per la loro grande sensibilità e per l’ampia disponibilità dimostrata».

 

Inno alla Carità di San Paolo

 

 

 

               

 

 

17/01/2010 Troppi compiti?! Una mamma esasperata

 

 

 

 

 

Casarano

 

Casarano

 

03/01/2010 Dedicato a... Dott.ssa A. Vasquez

 

 

 

 

 

31/05/04 Conferita a don Ciotti la cittadinanza onoraria

 

 

 

2000 - 2009 www.tuttocasarano.it All rights reserved.