Martin Luther King
Abbiamo imparato a volare come gli uccelli, a nuotare come i pesci,

ma non abbiamo imparato l'arte di vivere come fratelli

 

 

 

 

 TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

Inquinamento luminoso: un ostacolo facilmente superabile come nel caso dell’ospedale civile “F. Ferrari” di Casarano

Di Giuseppe De Filippi

info@astronomiacasarano.it

Presidente dell’A.S.L.A. Associazione Astronomica “San Lorenzo”

Casarano, 11 maggio 2010

 

Poco tempo fa si è discusso sul “nuovo” (si fa per dire!) impianto luminoso nelle piazze centrali di Casarano e sulla sua dubbia regolarità in norma di Legge, una soluzione “di arrangiamento” poco producente e che ha fatto evitare non pochi “step” burocratici e tempi di modifica molto lunghi.

 

E fin qui normale (mal funzionante) amministrazione…

 

Circa 30 giorni fa la nostra Associazione Astronomica, di cui è parte integrante l’Osservatorio, si è ritrovata ad interrompere la propria attività di osservazione pubblica a causa dei nuovissimi fari proiettori istallati sul perimetro del vicino Ospedale Civile “F. Ferrari”, abbaglianti, montati senza il più minimo criterio in termini di norma vigente sul “contenimento” dell’inquinamento luminoso (Legge nel Regolamento Regionale N. 13 del 22 agosto 2006: “Misure urgenti per il contenimento dell’inquinamento luminoso e per il risparmio energetico”).

 

In qualità di ente riconosciuto e delegato dalla Regione Puglia, la nostra Associazione ha contatto direttamente l’Ufficio Tecnico ed indirizzato (il 2 aprile) al geometra una richiesta di “urgente modifica”, segnalando gli apparecchi di illuminazione non rispondenti ai presenti criteri, richiedendone l'intervento affinché venissero modificati o sostituiti o comunque uniformati ai criteri medesimi.

 

Risultato?

Massima disponibilità, consulenza sulla modalità delle modifiche, richiesta accettata!

Eppure l’iter burocratico credo che sia sempre lo stesso: preventivo ad una ditta esterna, ricerca di fondi, esecuzione dei lavori, sicuramente non una cosa di poco considerato l’altezza in cui era si trovava la vecchia istallazione. Tempi per l’espletamento: 40 giorni dalla richiesta!

 

Le buone amministrazioni esistono ancora e bisogna dare a merito a chi preferisce i fatti alle parole.

 

In nome dei soci dell’A.S.L.A. un ringraziamento per la cordialità, la disponibilità e la tempestività dimostrata dallo staff dell’ufficio tecnico dell’Ospedale, soprattutto dal geometra.

Forse prendendo l’esempio di queste persone, si possono raggiungere obiettivi molto più importanti, una giusta “cura” per una burocrazia lenta e dannosa.

Giuseppe De Filippi

 

 

 

EXTRATERRESTRE.. di Eugenio Finardi

 

 

 

 

 

               

 

 

 

 

 

 

 

 

   04/05/2010 Biomasse si! Biomasse No!

Di Antonio Fracasso.

1 commento

 

 

   04/05/2010 PD, se ci sei batti un colpo!

Di Omar Sarcinella

 

Vendesi arredamento per negozio ortofrutta e alimentari

 

31/05/04 Conferita a don Ciotti la cittadinanza onoraria

 

 

 

2000 - 2010 www.tuttocasarano.it All rights reserved.