TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 

Le cose più semplici sono le più straordinarie, e soltanto il saggio riesce a vederle.

(Paulo Coelho)

 

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

Spazzatura a Casarano

 

 

Di Marco Memmi

marmem2008@libero.it 

Casarano, 06/06/2010 

 

Vorrei segnalare la situazione che da ormai alcuni giorni si verifica a Casarano riguardo la raccolta dei rifiuti.

Girando per il paese è facile notare come la spazzatura si accumuli in punti precisi e non sia raccolta con la cadenza prevista.Inoltre il più delle volte rimane alle mercè dei poveri cani randagi che fanno razzia dell'immondizia.

E' anche facile notare che i bidoncini marroni non sono sufficienti a contenere i rifiuti che le famiglie producono,portando il piu' delle volte la gente a trattenere in casa l'immondizia,problema che con l'arrivare del gran caldo provochera' enormi disagi in termini di igene e salute pubblica.

A dirla tutta la raccolta differenziata non funziona a Casarano, poichè il vero obiettivo non è stato quello di sensibilizzare la cittadinanza ma quello di scaricare sulla gente il grosso debito contratto dall'amministrazione Venuti.

Eliminare i cassonetti vuol dire evitare che la ditta appaltatrice passi ogni giorno per raccogliere i rifiuti con ingenti risparmio di costo per il comune stesso.

Raccogliere la spazzatura a giorni alterni vuol dire parcheggiare l'immondizia in casa dei cittadini risparmiando sui costi di conferimento in discarica.E come se i cittadini affittassero gratuitamente la loro stessa immondizia.

Il risultato è quello che con tariffe aumentate la gente si trova a ricevere un servizio piu' scadente che sta manifestando tutti i limiti, una situazione che inevitabilmetne scoppierà.In altre città la raccolta differenziata viene fatta...ma non come a Casarano,non con la stessa improvvisazione o approssimazione.Impariamo da chi ne sa più di noi.

Siamo stanchi della facciata,dell'immagine vogliamo fatti.

IL CASSONETTO NON E' PIU' IN CITTA'....recita uno slogan...ADESSO ARRANGIATEVI...aggiungo io.

Per documentare la situazione riporto una foto scattata alle ore 16 del 4 giugno.

http://www.facebook.com/photo.php?pid=65133&l=b75dbbb916&id=100001070538398

MARCO MEMMI alias CasaranoSvegliati su Facebook

__________________________________________________________________

09/06/2010 Ciao Eugenio.
Scrivo per rispondere alla nota di Marco Memmi riguardante la raccolta differenziata a Casarano, che lui dice che non funziona. Abito su Contrada Pietra Bianca, dove la raccolta della spazzatura e  la conseguente raccolta differenziata sono partite da circa 5 anni. Ci sono stati tolti tutti i cassonetti, ci sono stati consegnati i bidoncini e calendario alla mano…tutti abbiamo imparato a depositare fuori la spazzatura nei giorni richiesti. L’indifferenziato è sempre passato con alternanza di un gg si e uno no, e ti assicuro che le nostre case non sono diventate succursali delle discariche. Durante le 3 o 4 estati gia’ passate, non siamo morti di puzza, o di malattie derivanti dai rifiuti tenuti per un gg in attesa di essere messi fuori. La raccolta ha sempre funzionato bene. Di qualsiasi tipo di rifiuto si trattasse, anche degli ingombranti. Il tutto sta alla coscienza, all’educazione e alla responsabilità di ogni singolo cittadino. Perchè siamo noi…ad andare a buttare la spazzatura dove capita, pur di non seguire le regole. Forse il servizio ha peccato di una cosa, non aver consegnato a tutti il bidone dell’indifferenziato prima di togliere quelli grandi. Ma questo non giustifica lo stesso...l’andare a buttare i rifiuti ovunque capiti, anche sulle piazzole degli incroci fuori città. Basta un po’ di buona volontà. Ci si abitua subito a questa comodità per la quale…passano a ritirare i rifiuti davanti la porta di casa. Ripeto, dipende solo da noi cittadini!
Un saluto
Annalisa Orlandini
bravissima@gmail.com


Ps un’ altra cosa vorrei dire, per sottolineare quanto dipenda da noi cittadini. Ieri mattina,dopo che sono passati a svuotare il bidoncino dei rifiuti…qualche mano-lesta ha pensato bene di “prendere in prestito” il bidoncino della spazzatura di mio nonno. Dove vogliamo andare…se non si rispettano le cose degli altri?
Buona serata!

 

 

 

12/06/2010 Ciao, sono una cittadina casaranese che effettua la raccolta differenziata dal primo giorno che comparvero le famose campane nella nostra città.
Condivido pienamente il commento della sig.ra Orlandini che è giusto e richiama alla mente tanti altri cattivi costumi del classico abitante di Casarano: ha piacere di veder pulito il suo giardino e non si preoccupa di gettare il fazzoletto di carta usato in mezzo alla strada, magari dall'auto in corsa. ( come mi capita di vedere spesso)
A me piace partire dalle piccole cose, perchè da quelle si costruisce tutto. 
Il nuovo sistema di raccolta differenziata porta a porta è vero, è una comodità.
 Quando, però, tornando a casa (abito in zona Castello Pio) trovo che il mio bidoncino è rimasto pieno e quello dei vicini è vuoto oppure trovo il bidoncino RSU ribaltato in mezzo alla strada ad una certa distanza della mia abitazione, di intralcio anche alla circolazione automobilistica, oppure non lo trovo più, con chi dovrei prendermela? 
Con il classico abitante di Casarano? O con chi fa
bene il proprio mestiere?
La situazione è veramente grave.
Mi dispiace dirlo e ne sono preoccupata,  ma questi, insieme ad altri, sono segnali molto gravi. 
E' inutile poi lamentarsi o lottare contro la centrale a biomasse, contro la Legge bavaglio etc... 
Se siamo circondati da questa gente si possono fare anche salti mortali.
Moriresti nel silenzio più totale.
Io, comunque,  continuerò a fare il mio dovere , nella speranza di un cambiamento. 
Laura Toma
paxcumvobis@virgilio.it  

 

 

L'importanza della raccolta differenziata e del compost

 

 

 

 

 

 

               

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

 

31/05/04 Conferita a don Ciotti la cittadinanza onoraria

 

 

 

2000 - 2010 www.tuttocasarano.it All rights reserved.