"Come arrivano lontano i raggi di quella piccola candela: così splende una buona azione in un mondo malvagio."
(W. Shakespeare)

 

 

 

 

 TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

"L'amore, al pari della preghiera, è una forza e un processo evolutivo. E' curativo. E' creativo." (Z. Gale)

Stabilizzati tutti i precari di «Call & call Salento»

 

 

 

 

 

Dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 20/03/2010

 

C A S A R A N O. Con le 45 assunzioni degli ultimi tre mesi, «Call & call Salento», il call center con sede a Casarano, giunge a contare 316 dipendenti, tutti con contratto a tempo indeterminato.

I numeri del call center di Casarano sono ancora più significativi, se si pensa che l'età media dei dipendenti, il cui 73 per cento è costituito da donne, è di 35 anni.

Il centro di Casarano è una delle nove sedi di «Call & call» operative in Italia, per un totale di 2607 dipendenti. Nel 2009 il call center di Casarano, attualmente dedicato ad Enel, ha fatturato poco meno di 5milioni e 500mila euro, pari al 16 per cento del fatturato del gruppo.

Nei giorni scorsi il numero due di Enel, Gianfilippo Mancini, è stato nel call center di Casarano, decidendo di estendere al resto dei call center di Enel alcune soluzioni adottate a Casarano. E pensare che tutto nacque per la caparbietà dell'ex consigliere comunale Gianfranco Morgante, assecondato dall'ex primo cittadino Remigio Venuti.

«Oggi – spiega il presidente di Call & call, Umberto Costamagna – siamo il quinto call center a livello nazionale e siamo l'unico esempio in Italia ad essere riuscito a superare una situazione di crisi drammatica, addirittura continuando ad assumere in un momento in cui tutti licenziano. Si tratta di un risultato che ha del sorprendente, se si pensa che siamo partiti nel 2007 con soli quattro dipendenti a tempo indeterminato e 45 collaboratori a progetto.

Oggi, invece, dopo un processo di stabilizzazione, abbiamo 316 dipendenti senza neppure un precario. A breve, inoltre, prenderà vita l'associazione di volontariato “Call Friends” che organizzerà iniziative di solidarietà nei call center del gruppo, attraverso, ad esempio, la possibilità di acquisti solidali. Proprio per questo stiamo contattando alcuni produttori salentini». Insomma, un esempio di eccellenza, come lo definisce il sindaco Ivan De Masi, nel cuore del Salento e destinato a far scuola nel resto d'Italia.

 

Paolo Rossi - PERICLE - (Censurato dalla RAI)

 

 

 

               

 

12/03/2010 Così Berlusconi ordinò: "Chiudete Annozero"

 

 

11/03/2010 Caro sig. Totaro, la buona politica non si misura con l'età anagrafica.

Di Federico Lubello

 

 

07/03/2010 Lettera aperta a tutti i docenti e cittadini. La riforma scolastica Gelmini – Tremonti nell’indifferenza di tutti. Di Maria Pia D'Ormea e Francesco Primicerii

 

 

 

 

 

12/02/2010  Un disperato bisogno di lavoro

 

Casarano

 

 

 

31/05/04 Conferita a don Ciotti la cittadinanza onoraria

 

 

 

2000 - 2010 www.tuttocasarano.it All rights reserved.