"Come arrivano lontano i raggi di quella piccola candela: così splende una buona azione in un mondo malvagio."
(W. Shakespeare)

 

 

 

 

 TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

"L'amore, al pari della preghiera, è una forza e un processo evolutivo. E' curativo. E' creativo." (Z. Gale)

Un gigante politico contro un burattino fatto in casa...

 

 

 

Di Simone Totaro

slug_lot@hotmail.com

Casarano, 25/01/2010

 

E così ecco l’epilogo dei toto-candidati: Vendola contro Palese, ossia l’uscente contro il suo più assiduo, costante, imperterrito avversario in questi 5 anni di governo.

Non ho scritto sulle vicende delle ultime settimane proprio per attendere l’epilogo di esse e ragionare a “bocce ferme” in modo da non cadere in ipotesi poi a rischio smentita dai fatti: ebbene ho tante cose da capire e da chiedere ai due partiti di maggior riferimento nel quadro politico italiano, tante cose da capire da elettore pugliese e giovane militante che non riesce a spiegarsi l’imbecillità di alcuni “illustri” figuri.

Comincio volentieri dal PD, che ormai ribattezzerò Partito Demenziale: è possibile che dopo tutto questo inverosimile ed indicibile “tram-tram” non siate riusciti a far fuori il caro pesante Nichi? È possibile che Vendola abbia vinto con percentuali bulgare? Dov’è l’apparato del partito? È possibile che nonostante l’intervento del Monarca assoluto, Generale Massimo D’Alema I, vi siate fatti fregare di nuovo alle Primarie dal comunista? Ed è possibile che non lo abbiate previsto, rispolverando la minestra già scadente e perdente di 5 anni fa? Cosa sono venuti a fare i D’Alema e i Letta e i Franceschini in Puglia l’ultima settimana? È possibile che eravate così pronti a fornire al centrodestra come cavallo di battaglia la rimozione del Presidente uscente, che da che mondo è mondo è sinonimo di malgoverno durante il mandato? Come avreste motivato la cosa agli elettori, mentre tutta la coalizione avversaria oltre ad elencare i fallimenti di questi 5 anni, dimostrava con questo fatto che anche voi eravate pentiti e consapevoli? Almeno con il Governatore ricandidato vi potete difendere, o potete far credere di voler difendere questi anni, perché se così non fosse non avrebbe senso presentare di nuovo le vostre belle faccine di bronzo agli elettori!

Emiliano prima sostiene Vendola, poi entra in corsa, poi esige la legge ad personam, poi decide le primarie con i suoi delegati; Boccia rispunta dal nulla visto il suo grandissimo consenso elettorale dimostrato nel 2005 e domenica scorsa (ma dico io: possibile che siate così autolesionisti?); Vendola improvvisamente indagato come Fitto 5 anni fa alla vigilia delle votazioni.

Se aveste dignità rinuncereste a presentare il vostro simbolo alle prossime regionali pugliesi, dopo la figuraccia pazzesca rimediata con questa vicenda e dopo le sberle, sonore, inflittevi dall’ingombrante Vendola, al quale invece rivolgo dal mio piccolo tutto il mio apprezzamento per aver dimostrato di essere un politico vero, oltre che in gamba.

E ora mi rivolgo al Barone: il leader incontrastato della comicità, nel contesto politico.

Caro Ministro Fitto, mi spiega perché c’è voluto tanto, COME OGNI VOLTA che spetta a lei individuare un candidato, per ufficializzare il suo delfino più fedele e popolare? E soprattutto, mi spiega perché lei e un’infinità di suoi luogotenenti per mesi e mesi continuavano a ripeterci che Adriana Poli Bortone non poteva essere candidata per l’esigenza di fare posto finalmente ad un barese? Mi spiega perché fu asserito che in caso di candidatura di un altro leccese, a Bari si sarebbe perso il Comune (era prima della rielezione di Emiliano) e si avrebbe avuto contro tutto il partito del Capoluogo di Regione (parole del consigliere Vadrucci, se non erro, dette nella sede del Pdl casaranese in presenza del direttivo)? Mi spiega perché allora il comune è stato perso ugualmente? Mi spiega perché non designare da subito la Senatrice Poli Bortone quando era chiaro che quello e solo quello era il nome da presentare ai pugliesi? Mi spiega perché ogni volta che c’è qualcosa di chiaro ed inequivocabile per i cittadini e le basi locali dei partiti, questo non è chiaro a lei? E quindi, mi spiega cos’ha di barese questo candidato, più leccese di lei, visto che ormai si è abituato al borgo del Capoluogo o peggio al salotto della Capitale?

Tutti questi autentici “casini” (passatemi il termine) politici perché c’era il solito piano recondito nascosto? Perché si mirava a candidare il pupetto fatto in casa? Non poteva chiarirlo subito senza se e senza ma? Ma no! Non sia mai! Lei è l’uomo delle ragnatele, l’uomo che spalanca i portoni avversari tirando a sé schiere su schiere di esponenti nemici facendoli diventare alleati! Lei è l’uomo delle grandi strategie, l’uomo che ci disse di votare Vendola nel gennaio di 5 anni fa e che quella notte  stappò lo spumante! Lei è l’uomo che candida la gente di sinistra con il nostro partito! Almeno questa volta il SUO candidato (perché di certo non è il nostro) è di comprovata fedeltà al partito del Presidente, anche se dubito che questa fedeltà sia legata proprio alla storia ed alla figura di Berlusconi, piuttosto che alle torte che è abituato a dividere con lei.

Nichi Vendola le diede una lezione di politica 5 anni fa, riscrivendo la storia, facendole capire che non bastava trincerarsi nel proprio castellaccio ed elargire ordini alla plebe, che i suoi luogotenenti avrebbero dovuto rendere operativi.

No, Vendola le insegnò che la politica si fa in mezzo alla strada, in piazza, nelle case, CON LA GENTE!!!

Oggi (ieri) Vendola lo ha insegnato anche a quei CAPRONI inconsulti del Pd, al baffo d’oro per primo, ad Emiliano per secondo, a LEI, di nuovo, per ultimo!

Ma lei proprio non lo vuole  capire, lei continua a credere che gestire un salotto sia come gestire cittadini LIBERI!

Vada a leggere i forum, vada a leggere i commenti: la gente un altro suo burattino NON LO VUOLE!!!!

Vendola ha cominciato la lezione 5 anni fa, questa volta saremo anche noi a portarla a termine, Ministro, con tutta la presunzione e l’arroganza che un cittadino onesto e libero dai dogmi e dalle gerarchie di pastori ciechi può avere: ossia l’arroganza di fregarsene delle sue mestruazioni mentali, l’arroganza di sputare sui suoi giochi di potere, l’arroganza di gridarle in faccia che i suoi pupazzi se li scelga e se li voti da solo!!!

 

Cordiali saluti,

Simone Totaro

__________________________________________________________________

 

26/01/2010 Caro Simone, se da una parte apprezzo il tuo disappunto verso Fitto e verso i Pseudo Democratici, dall'altra mi trovo costretto, per amor di cronaca, a fare una doverosa precisazione: sia Fitto che Vendola hanno avuto dei disagi giudiziari, è vero.. ma a me risulta che Fitto è stato condannato in primo grado, si è dimesso e poi - giustamente - è andato a fare il ministro...  mentre Vendola?... eeeeehh... no... per Vendola non è andata esattamente così: direi proprio che la sua fedina penale ne è uscita più che pulita... nemmeno indagato! Ma so che per sapere questo, bisognerebbe essere bene informati, o quantomeno avere la capacità di reperire e interpretare adeguatamente le notizie... ed oggi è un lusso che non tutti possono permettersi!

Cordialmente

Francisco La Manna

flamanna77@yahoo.it

 

 

 

27/01/2010 Esimio Francisco,
non metto minimamente in dubbio nè la malafede del Barone nè la buona fede di Vendola, non volevo fare questo tipo di parallelismo ma solo aggiungere un elemento QUANTOMENO sospetto, ULTERIORE agli altri elencati, con cui si è voluto screditare Vendola.
Non mi pare di aver scritto che uno è colpevole e l'altro pure.
Anche perchè, di certo, so di chi sto parlando :D
Saluti,
Simone Totaro

slug_lot@hotmail.com  

 

 

 

Che Tempo che fa - Ezio Mauro "Repubblica" Parte 1di3

 

 

 

Ezio Mauro a Che tempo che fa - 2a parte 2/3 [10 gennaio 2010]

 

 

 

 Ezio Mauro a Che tempo che fa - 3a parte 3/3 [10 gennaio 2010]

 

 

 

               

 

 

17/01/2010 Troppi compiti?! Una mamma esasperata

 

 

 

 

 

Casarano

 

Casarano

 

03/01/2010 Dedicato a... Dott.ssa A. Vasquez

 

 

 

 

 

31/05/04 Conferita a don Ciotti la cittadinanza onoraria

 

 

 

2000 - 2009 www.tuttocasarano.it All rights reserved.