TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

Inchiesta/ Continua il nostro viaggio nel mondo dell'associazionismo: «Casarano nata per vincere»
«Risvegliare la città dall'abbandono culturale»

di Antonio De Matteis, dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 26/03/02

Sette anni fa, un gruppo di venti amici dava «alla luce» l'Associazione culturale «Casarano nata per vincere» con l'obiettivo di «risvegliare la città dall'abbandono culturale».
Giudicando le proposte che sono venute in questo periodo possiamo notare che l'Associazione ha scelto come strada preferenziale per «fare cultura» la riscoperta di manifestazioni capaci di coinvolgere il maggior numero di persone e la costanza di riproporle negli anni successivi nella convinzione che la cultura va coltivata con pazienza e perseveranza.
Sono nate così la «Passeggiata ecologica», il «Carnevale della fantasia» e la «Sagra tu Crucifissu e tu noce». Manifestazioni intorno alle quali hanno ruotato delle iniziative collaterali come uno spettacolo di musica classica con arpe e violini (a Natale), la mostra fotografica (con più di 150 soggetti) del Carnevale in città dal 1929 ai nostri giorni, la «Sagra biologica» con l'esposizione (nel centro antico) di prodotti biologici e con visite guidate nei frantoi ipogei e nei palazzi, di proprietà comunale, De Judicibus e D'Elia.
«La passeggiata in bicicletta, una biciclettata per le vie della Città e delle campagne vicine, con breve sosta-ristoro, fu - ricorda il presidente Luigino Muscella - la nostra prima uscita e tra la nostra incredulità fu un successo. L'anno scorso, a quest'iniziativa che svolgendosi in maggio ha il sapore di una festa d'estate, i partecipanti furono più di 700».
«Anche col "Carnevale della fantasia" - ha sottolineato il presidente - iniziammo con una brevissima sfilata nel centro di Casarano e con dei giochi in piazza. Quest'anno è stato, però, un successo di partecipanti, anche dei paesi vicini, e sono ritornati i carri allegorici».
La Sagra «Tu Crucifissu e tu noce» è servita a ricordare una vecchia festa ed a far degustare piatti tipici tradizionali e le noci e ad ascoltare musica etnica locale.
Fra i ricordi di Luigino Muscella un pensiero commoso è stato per il compianto sindaco William Ingrosso. Non poteva poi mancare l'elenco dei venti componenti l'associazione che «pur così differenti per impegno lavorativo e per età hanno dimostrato che è possibile socializzare e realizzare un sogno: vedere Casarano non più spettatrice ma soggetto attivo della cultura cittadina».
Questi i soci: Caterina Ariosto, Patrizia Baronetti, Paolo Cavalera, Rita De Donno, Giovanni De Masi, Francesco De Vita, Piero Endemione, Adamo Ferraro, Tina Lagna, Fernando Marsigliante, Ippazio Pedone, Loredana Provenzano, Maria Riccardo, Giovanni Romano, Anna Sarcinella, Giuseppe Toma, Vita Toma, e Walter Vergari.