Il piacere puo' fondarsi sull'illusione, ma la felicita' riposa sulla verita'  (Anonimo americano)

 

 

 

 

 TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

  oggi vi segnaliamo il blog: genitori scuola salento

centale biomasse

Si accorciano i tempi per la probabile realizzazione della centrale a biomasse a Casarano

 

 

 

 

Di Enzo Schiavano

Dal Nuovo Quotidiano di Puglia del 13/12/2008

 

Potrebbe esaurirsi entro la prima metà del 2009 l’iter amministrativo relativo al progetto per la realizzazione di un impianto a biomasse proposto da “Italgest Energia”. Dopo  la recente decisione del settore “Territorio e Ambiente” della Provincia di Lecce, che ha decretato, seppure con alcune prescrizioni, l’esclusione della proposta dall’applicazione delle procedure di valutazione di impatto ambientale (Via), il progetto ha imboccato una specie di corsia preferenziale. Il provvedimento, inoltre, sancisce di fatto il primo atto di riconversione della Filanto.

Il successivo atto burocratico è la convocazione della conferenza dei servizi, da parte della Regione, con la partecipazione di tutti gli enti interessati, organo che ha già dato il parere favorevole all’impianto gemello di Lecce (“Heliantos 1”). L’iter potrebbe concludersi in sei mesi, se non saranno frapposti ostacoli, mentre la tempistica per la realizzazione dell’impianto è stata stimata in 20 mesi. La centrale a ciclo combinato per la cogenerazione di energia elettrica (25 MWe) e calore (8 MWt) alimentata a biomassa denominata “Heliantos 2” sarà realizzato all’interno di uno dei capannoni del “Gruppo Filanto” su un’area di circa 22.950 mq.

Si tratta, in sostanza, del primo passo verso la riconversione della società del cav. Antonio Filograna, che sarà seguito dall’installazione di un impianto di produzione di energia fotovoltaica e dalla produzione di pannelli fotovoltaici. L’impianto a biomasse sarà essenzialmente costituito da due motori diesel a 4 tempi, 12 cilindri ed a bassa velocità di rotazione (500 rpm). Ognuno di essi sarà alimentato al 100% con oli vegetali e consentirà la produzione di energia meccanica e termica. Il combustibile utilizzato sarà olio vegetale grezzo ottenuto dall’estrazione della materia grassa contenuta nei semi (colza, girasole, ecc.) di piante oleaginose.

“Per l'approvvigionamento dell'olio da utilizzare nella centrale – si legge nella determina – si ipotizza, a regime, il ricorso a colture locali dedicate con la possibilità di recuperare grandi estensioni di terreno, oggi destinate all'abbandono atteso lo scarso interesse economico delle colture presenti, tabacco o barbabietola da zucchero. La filiera di tali coltivazioni, che a regime dovrebbe integrare nella misura del 30% i fabbisogni della centrale, non è ancora stata avviata. Nel primo periodo di esercizio – prosegue l’atto – fino al completamento della conversione verso le colture energetiche autoctone, è previsto un ricorso ad olio vegetale proveniente da Indonesia o Sud Est Asiatico, da stoccare in serbatoi nel porto di Brindisi”.

Per quanto riguarda i fumi, infine, sarà realizzata una linea indipendente per ciascun motore, ed ognuna di esse sarà costituita da tutti i componenti necessari a convogliare i gas esausti prodotti dalla combustione fino al punto di emissione in atmosfera. “Tali componenti – si legge ancora nell’atto – assolveranno ad alcune funzioni tecniche quali il recupero dell’energia termica posseduta dai fumi, il trattamento dei gas esausti, finalizzato a ridurre alcune specie di inquinanti, e l’abbattimento della pressione sonora trasferita dal flusso dei gas al camino”.

 

 

 

 

Il Regalo Più Grande - Tiziano Ferro.

 

 

 

 

 

               

 
Non voglio dimostrare niente, voglio mostrare. Federico Fellini

 

Free Tibet

 

 

 

 12/12/08 Procure contro e Pd nei guai.

Di Anselmo Ciuffoletti

 

 

 12/12/08 Centrali a punta di spada.

Di Gianni Bellisario

 

 

 12/12/08 Le facce della paura.

Di Antonio Memmi

1 commento

 

 

 11/12/08 La volpe e i leone.

Di Paolo Memmi

3 commenti

 

 

 10/12/08 Zorro.

Di Marco Travaglio

 

 

 09/12/08 Le considerazioni dell'ing. Francesca De Robertis alla lettera della Italgest contro il dott. Serravezza

 

 

 09/12/08 Esaù e il piatto di lenticchie.

Di Gabriele Bastianutti

 

 

 09/12/08 Controllo & Riduzione del Potere - Economico
 

 

 08/12/08 Casarano: la città dove tutti si distrugge e nulla si migliora.

Di Francesco De Matteis

 

 

 06/12/08 Una città a misura di...

Di Francesco Ferrari

 

In vendita esclusiva sul

Deejay Store di Radio Deejay

il singolo dei SUD SOUND SYSTEM

DANE CULURE

IL RICAVATO SARA’ DEVOLUTO

IN BENEFICENZA ALLA

LEGA CONTRO I TUMORI DI LECCE

 

http://www.pieroricca.org/

 

 

2000 - 2008 www.tuttocasarano.it All rights reserved.