TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 

 
 
 
ARCHIVIO  

 VIDEO

 CHAT

ECONOMIA

CHIESE

MONUMENTI

AGRICOLTURA

VOLONTARIATO

INAUGURATA UFFICIALMENTE LA NUOVA CASERMA DEI VIGILI DEL FUOCO

di Danilo Lupo, dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 27/11/04

 

 

Dopo ventitrè anni i Vigili del Fuoco ritornano a Casarano. L’inaugurazione della nuova caserma di volontari è avvenuta ieri mattina nel tronco B della Zona Industriale, sede del distaccamento che ritorna in città dopo un’attesa che durava da oltre un ventennio. I Vigili del Fuoco, infatti, avevano un distaccamento permanente in città a partire dall’aprile del 1962 che però venne soppresso nel 1981 nell’ambito della riorganizzazione provinciale delle sedi del corpo. A tagliare il nastro della nuova sede è stato il sottosegretario all’interno Alfredo Mantovano, dopo di che nella caserma si è svolta la benedizione dei locali da parte di don Gino Ruberto, vicario delegato dal vescovo della diocesi di Nardò – Gallipoli e il saluto del sindaco Remigio Venuti e del comandante provinciale dei Vigili del Fuoco Antonio Tuzzolo. Saranno cinquanta i volontari in forze al nuovo distaccamento, anche se la turnazione porterà il personale volontario effettivo a circa quaranta unità, che si serviranno per i loro interventi di due automezzi: un’autopompa serbatoio che sarà operativa per incendi di una certa dimensione, dato che può contare su un serbatoio d’acqua e di attrezzature varie e un mezzo più piccolo, un fuoristrada attrezzato per intervenire su incendi di bosco. La scelta della Zona Industriale come sede del nuovo distaccamento non è casuale, visto che l’esigenza di riportare la caserma dei pompieri a Casarano, come tutti gli intervenuti hanno sottolineato, deriva anche dall’alta densità e concentrazione di aziende e industrie nel comprensorio della città. È anche per questo segnale che nella sala dell’inaugurazione, oltre alle presenze di numerosi esponenti politici (molti consiglieri e assessori comunali, ma anche i sindaci di Parabita, Adriano Merico, e Ugento, Eugenio Ozza, nonché il consigliere regionale Saverio Congedo e l’onorevole Lorenzo Ria) si notavano anche diversi imprenditori, a cominciare dal decano degli industriali casaranesi, Antonio Filograna.

Foto di Emilio Hajnal