TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 

 
 
 
ARCHIVIO  

 VIDEO

 CHAT

ECONOMIA

CHIESE

MONUMENTI

AGRICOLTURA

VOLONTARIATO

LISTE D'ATTESA TROPPO LUNGHE NELL'ASL LE/2

di Enzo Schiavano, dal Quotidiano del 04/11/04

 

 

Tempi inaccettabili per le liste di attesa di alcune prestazioni sanitarie nelle strutture dell’azienda sanitaria Le/2 di Maglie. I cinque presidi ospedalieri dell’azienda diretta dal dott. Nicola Rosato non escono proprio in modo positivo dopo un sondaggio effettuato, il 28 ottobre scorso, dagli operatori del Distretto Federativo del “Tribunale per i Diritti de Malato” di Casarano. I risultati dell’indagine, infatti, hanno rivelato una ulteriore conferma di un sistema iniquo che dovrebbe essere corretto e riorganizzato senza altri indugi.

Il Tdm ha monitorato sei prestazioni sanitarie (elettromiografia, mammografia, ecocardiografia, visita fisiatrica, visita neurologica, elettrocardiogramma) negli ospedali di Casarano, Gallipoli, Poggiardo, Scorrano e Tricase. Per il “Ferrari” di Casarano i volontari del Tdm hanno anche monitorato i tempi di attesa per ecografie varie. Il sistema utilizzato per il sondaggio è stato molto semplice: gli operatori hanno chiamato il numero di telefono per le prenotazioni e si sono dichiarati pazienti interessati alla prestazione o parenti dei pazienti. I risultati, anche se scontati, sono da considerarsi scoraggianti.

Prendiamo la mammografia, una delle prestazioni più comuni. Un’utente che chiamava il 28 ottobre scorso, veniva prenotata a Casarano per il 15 gennaio; a Poggiardo per il 13 gennaio; a Scorrano nel mese di maggio; a Tricase, addirittura, a giugno 2005, ossia dopo 8 mesi. Un paziente bisognoso di un ecocardiogramma, se a Gallipoli l’attesa non è molto lunga (15 novembre), a Scorrano dovrebbe aspettare addirittura il dicembre 2005. Abbastanza irregolare anche la lista di attesa per un elettrocardiogramma: 2 novembre a Scorrano e 15 novembre a Gallipoli; ma febbraio 2005 la prenotazione per il “Ferrari”. Una visita fisiatrica è possibile effettuarla entro dieci giorni a Gallipoli e a Poggiardo, ma a Casarano bisogna aspettare il mese di gennaio.

In quest’ultimo presidio ospedaliero di Casarano, inoltre, è difficile fare una ecografia, di qualsiasi tipo, prima del febbraio 2005. Il Tdm, infine, sottolinea la singolare situazione del “Ferrari” dove è impossibile prenotare un visita neurologica: la lista è infatti chiusa.

La coordinatrice territoriale del Tdm, Anna Maria De Filippi, ha condensato i risultati dell’indagine in un prospetto e lo ha inoltrato al Direttore Generale dell’Asl L/2, dott. Rosato, chiedendo “di accertare quanto da noi verificato e di voler intervenire per la rimozione di quegli impedimenti che consentano tempi di attesa accettabili”, affinché “prevenzione e cura non diventino un’impresa impossibile per i pazienti”. Ai risultati dell’indagine del Tdm, bisogna ricordare la lunga lista di attesa per un esame diagnostico presso la nuova unità di risonanza magnetica del “Ferrari”. Nei giorni scorsi, una signora di Melissano è stata prenotata per il 5 maggio 2005.