TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 

 
 
 
ARCHIVIO  

 VIDEO

 CHAT

ECONOMIA

CHIESE

MONUMENTI

AGRICOLTURA

VOLONTARIATO

UNA NUOVA TECNICA RIMETTE A POSTO,

SENZA DOLORE, LE VERTEBRE FRATTURATE

di Antonio De Matteis, dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 29/09/04

 

 

Si chiama «Kyphoplastica», è una tecnica usata in chirurgia ortopedica per curare le fratture vertebrali e consiste nel cementificare il corpo vertebrale fratturato per via percutanea, senza antiestetici (e dolorosi) tagli ma utilizzando due piccolissimi buchi paravertebrali. Ciò consente di affrancare immediatamente il paziente dal dolore della frattura, ma se ben utilizzata consente anche alla vertebra di riacquisire la normale forma anatomica. La tecnica viene utilizzata con successo al «Ferrari» dal dottore D'Alessandris presso l'unità operativa di Ortopedia diretta dal dottore Russo. D'Alessandris si occupa soprattutto di chirurgia vertebrale ed ha appreso questa nuova metodica presso la prestigiosa università di Leiden in Olanda.
«Siamo partiti circa due anni e mezzo fa - spiega il dottore D'Alessandris - i primi da Bari in giù. Dieci giorni fa abbiamo effettuato un intervento per una frattura vertebrale somatica su una signora di 75 anni. Il giorno dopo la signora, libera dal dolore, già deambulava e in pochissimi giorni è potuta tornare a casa. Tempi rapidissimi e inimmaginabili fino a qualche anno addietro. Questa nuova tecnica presenta molti vantaggi, infatti libera il paziente dal dolore post frattura, non prevede dopo l'intervento l'uso di corsetti o busti ortopedici, che tendono ad immobilizzare per lunghi periodi di tempo, rendendo più difficile e lunga la fase riabilitativa e pregiudicando il pieno recupero delle funzioni; non prevede l'allettamento e il paziente viene rimandato subito a casa». Tutto ciò comporta «un notevole miglioramento della qualità della vita, soprattutto se si tratta di paziente anziano».

 

L'ingresso in Ortopedia Il Dott. Antonio D'Alessandris