TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page La vita Politica Lo sport Cultura Informazioni turistiche In città la nostra E - mail

PRIMAVERA E VITA: FRANCESCO CAPEZZA CHIEDE DELUCIDAZIONI

di Mauro Stefano, dal Quotidiano del 16/03/05

 

E’ giunta in consiglio comunale la polemica sulla gestione del centro socio-educativo per disabili “Primavera e vita” di via Tagliamento. Nel corso dell’ultima seduta è stato Francesco Capezza, consigliere di “Casarano Amica”, a chiedere al sindaco di <<uscire dall’attuale situazione di ambiguità in merito alla gestione, come segnalato più volte e da tempo dagli stessi genitori dei ragazzi disabili, e di chiarire se il centro è struttura comunale oppure privata>>. La gestione del centro è in bilico da quando al suo interno si è creata una contrapposizione, ormai netta ed insanabile, tra due gruppi guidati rispettivamente dal presidente uscente Giovanni De Marco e da altri genitori che si sono opposti con ogni mezzo, ricorrendo anche alle carte bollate, alla linea direttiva ed ai criteri di conduzione della struttura. <<Una posizione precisa da parte dell’amministrazione comunale appare quanto mai necessaria, nell’interesse della città e dei ragazzi del centro, visto anche che i contributi erogati negli anni sono stati più che sostanziosi senza ottenere, però, alcun risultato se non la frattura tra i soci>> afferma ancora il consigliere di minoranza. Il sindaco Remigio Venuti nella sua risposta ha precisato che <<“Primavera e vita” è una struttura comunale, anche se non gestita direttamente dal Comune. Siamo alla ricerca di una soluzione che vada bene ai ragazzi, più che alle altri parti in causa. Mi rendo conto che ciò va a scapito della rapidità anche perché sarà necessario dotarci di un regolamento per la gestione del centro>>.