TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

 

 

Si conclude con un convegno il progetto pilota promosso da Tribunale per i diritti del malato

Bullismo: un problema serio, da studiare
di Danilo Lupo, dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 27/05//2006

  

Bullismo, chiude il progetto pilota del Tribunale per i diritti del malato e con esso, si spera, le polemiche. Quello programmato per questa mattina a partire dalle 9.30 è un vero e proprio «gran finale» per il progetto elaborato dall'associazione di volontariato presieduta da Anna Maria De Filippi e che, per la prima volta, ha messo al centro della propria iniziativa il bullismo, l'atteggiamento di violenza e prevaricazione fisica o psicologica dei ragazzi e degli adolescenti sui propri coetanei. Nell'auditorium comunale di via Parente, infatti, si alterneranno esperti ed autorità per mettere sotto la lente il fenomeno nelle sue varie sfaccettature. Ad «aprire le danze» ci pensa la stessa De Filippi con la sua relazione introduttiva; a seguire i saluti delle autorità, ovvero il sindaco Remigio Venuti, il presidente della Provincia di Lecce Giovanni Pellegrino, l'assessore provinciale alle politiche sociali Salvatore Capone e il direttore generale della Ausl Le/2 Rodolfo Rollo. Dopo di che si entra nel vivo con il dibattito moderato da Tonino D'Angelo (segretario regionale di Cittadinanzattiva - Tribunale per i diritti del malato): l'assessore comunale alle politiche sociali e alla pubblica istruzione Antonio Memmi parlerà della prevenzione per educare e formare coscienze civiche, lo piscologo Mirko Antoncecchi dei risultati e delle prospettive del progetto pilota del Tdm, Fernando Caracuta (docente presso la facoltà di Giurisprudenza di Lecce) analizzerà i temi della devianza minorile, della legge e della società civile. Toccherà poi a Ferdinando De Muro (esperto nei processi formativi e direttore scientifico del Counseling Ricerca Educazione di Bari) misurarsi con la questione della «gestione del bullismo nella scuola: idee e linee per una formazione continua dei docenti e del personale Ata» e quindi al tenente della Compagnia dei Carabinieri di Casarano Riccardo Urciuoli, che parlerà delle forze dell'ordine per prevenire ed educare alla legalità. Chiude il convegno Paola Balducci, assessore regionale al diritto allo studio, che interverrà sulla responsabilità e sulle interazioni socio-educative tra scuola e famiglia. Quello sul bullismo è un progetto finanziato alla fine dello scorso anno dall'amministrazione comunale di Casarano: sull'utilità del progetto e sull'opportunità del finanziamento si è dipanata nel tempo una lunga polemica, innescata dai consiglieri di opposizione di Forza Italia. In base al lavoro dell'équipe di psicologi (Mirko Antoncecchi, Daria Borsetti, Fabiana Gigliola e Nadia Pisanello), esperti del settore pedagogico (Rita Borgia, Caterina Casto, Katia Danese, Marzia De Marco e Luisa Mazzeo) e di volontari del Tribunale per i diritti del Malato (Anna Maria De Filippi, Mattea Scardigno, Rita Borgia, Luisa Mazzeo e Antonio Stefano) e grazie anche ad un depliant informativo con le vignette di Giuseppe De Luca, ciascuno potrà farsi un'opinione sul fenomeno.