TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 Home page

 La vita Politica

 Lo sport

 Cultura

  Tutto città

 Informazioni turistiche

 La nostra E - mail

Il vescovo incontra i giovani... nel pub

 

 


di Alberto Nutricati

Dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 25/11/06  


 

Il vescovo incontra i giovani... nel pub. Chi sa a cosa avranno pensato i ragazzi che ieri sera si trovavano nel pub-pizzeria Chaplin quando, ad un tratto, è entrato un «tizio» che di solito indossa uno strano copricapo e si accompagna ad un bizzarro bastone. Chi già aveva sul groppone un paio di birre doppio malto probabilmente non avrà pensato a nulla. Tanto più che in un locale dal nome «Chaplin», il «tizio» poteva anche essere un improbabile imitatore del grande artista del cinema muto, se non fosse che la persona di cui stiamo parlando indossava la papalina, non una bombetta, e generalmente si accompagna al pastorale e non ad un bastone da passeggio. Ultimo particolare, non meno trascurabile, è che il «tipo» in questione non fa l’attore di professione, ma il «pastore», ricoprendo il ruolo di vescovo della diocesi di Nardò-Gallipoli. Già, monsignor Domenico Caliandro ha voluto terminare così, con un incontro con i giovani, in uno dei luoghi che i giovani maggiormente frequentano, la tappa casaranese della visita pastorale e lo ha fatto con un gran finale, degno, sempre per restare nella metafora cinematografica, dei migliori registi.
La serata svoltasi in un clima di estrema familiarità ed allegria, sapientemente animata da Massimo Brighetti, dj e conduttore radiofonico, ha favorito un contatto per certi versi inatteso con i giovani.
Del resto si sapeva il vescovo ha un debole per i giovani.
«Ho insegnato nei licei per ventidue anni – precisa il vescovo – ed ho un ricordo bellissimo di quel periodo. Ho avuto modo di visitare tutti gli istituti superiori di Casarano ed ho potuto confermare come i ragazzi siano semplici e spontanei e con semplicità e spontaneità sono disposti ad aprirsi al dialogo e all’amore se riconoscono che chi sta di fronte è disposto a fare la stessa cosa».
Non solo, il vescovo ha cercato di oltrepassare il «gap» comunicazionale intergenerazionale, superando le barriere tecnologiche ed utilizzando uno degli strumenti che i giovani prediligono: gli Short messages service, più comunemente noti come Sms. E così, tra brindisi e battute di spirito, il vescovo ha cercato di conquistare i giovani coinvolgendoli in un dialogo personale, apparentemente informale, ma ricco di contenuti umani e morali.
Nei due mesi esatti di permanenza a Casarano, il vescovo ha incontrato tutte le componenti religiose e civili attive all’interno della Città, dai vari gruppi e associazioni parrocchiali agli amministratori, dai carabinieri agli studenti, dagli operai ai giovani.
«In genere – commenta con entusiasmo Enrico Giuranno, uno dei giovani presenti – siamo noi a dover andare a trovare il vescovo in cattedrale o nei vari appuntamenti diocesani, oggi è lui che viene a trovare noi “a casa nostra”».
Alberto Nutricati

Rettifica
La serata è stata animata dal conduttore radiofonico Massimo Brighetti e non, come in un primo momento era stato erroneamente scritto, da Andrea Antonaci. Ci scusiamo con i lettori e con il diretto interessato per l'imprecisione.
Alberto Nutricati

 

 

  Uno di noi!" Un pensiero dedicato dai CUSP e Centro Storico a chi non è più con noi

 

 Le vostre poesie

 

 

  Domenica 29 Ottobre, presso l’Auditorium Comunale , la presentazione del libro "Io Tengo per il Lupo"! di Gianluca Memmi

 

 

  17/10/06 Olivocoltori: si parte! ....In frantoio.

Di Antonio Stea

 

2000 - 2006 www.tuttocasarano.it All rights reserved.