TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

 

 

Pubblicato il bando di gara relativo a lavori di sistemazione del «Capozza» in vista del prossimo campionato di calcio
di Danilo Lupo, dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 21/06//2006

  

Lavori al «Capozza», è corsa contro il tempo per rifare lo stadio entro l'inizio del prossimo campionato. È stato pubblicato nei giorni scorsi il bando di gara relativo all'appalto dei lavori di sistemazione di impianti e gradinate nello stadio comunale, per un importo complessivo di 282.341 euro. Sull'appalto, in realtà, pesa un interrogativo: il finanziamento di 172.000 euro per il progetto di adeguamento richiesto alla Regione Puglia. Gli amministratori di Palazzo dei Domenicani, però, sono fiduciosi. «Stiamo anticipando i tempi - spiega l'assessore ai lavori pubblici Luigi Crudo (Ds) - in previsione del finanziamento regionale di cui c'è la ragionevole certezza. Noi abbiamo bandito i lavori: nel caso in cui per un motivo qualsiasi il finanziamento non venisse erogato, la gara non verrebbe assegnata. Ma è un'eventualità - sottolinea l'assessore - che al momento non sembra probabile». Il calendario, insomma, è strettissimo: il termine perentorio per la ricezione delle offerte è fissato alle 12 dell'11 luglio; una settimana dopo è prevista l'apertura delle buste che però verrà effettuata solo nel caso in cui il finanziamento regionale sia stato erogato. Se l'iter dovesse andare a buon fine, quindi, tra fine luglio e i primi di agosto potrebbero partire i lavori: installazione delle nuove torri faro con relativi proiettori, adeguamento dell'impianto elettrico, demolizione tribuna sud e tribuna laterale scoperta, creazione di servizi igienici per disabili e ristrutturazione e messa a norma degli spogliatoi degli atleti. Tutte opere necessarie per rendere completamente fruibile lo stadio, dato che nell'ottobre 2004 furono eseguiti diversi interventi-tampone per fronteggiare la dichiarazione di inagibilità della commissione pubblici spettacoli. Contestualmente l'amministrazione presentò un progetto di rifacimento e adeguamento complessivo, sulla base del quale è stato emanato il bando dei giorni scorsi. L'auspicio è quello di giungere all'inizio del campionato di calcio con lo stadio rifatto e adeguato, fermo restando che l'amministrazione non si impicca a nessuna data. «Stiamo facendo i salti mortali, anche anticipando la procedura per snellire al massimo i tempi - conclude Crudo - Ma la fruizione dello stadio è un servizio utile alla città non solo per il calcio ma per tutte le manifestazioni di carattere sociale che potrebbero essere ospitate con uno stadio in buone condizioni»