TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

 

 

Dieci lavoratori ausiliari dell'ospedale chiedono spiegazioni al Direttore Generale sulla loro mancata assunzione
Di Enzo Schiavano, dal Nuovo Quotidiano di Puglia, 04/04/2006

  

“Discriminati dal Direttore Generale dell’Asl Le/2”. Così si definiscono i dieci lavoratori ex precari dell’azienda sanitaria diretta dal dott. Rodolfo Rollo, denunciando la mancata attivazione di un bando di concorso previsto dalla legge finanziaria regionale. I lavoratori interessati, infatti, hanno maturato i requisiti richiesti dalla norma, ma l’azienda sanitaria non ha indetto entro il 28 febbraio scorso, come prevedeva la legge finanziaria, il relativo concorso. Gli interessati hanno lavorato come ausiliari, a tempo determinato, presso il presidio ospedaliero “F. Ferrari” grazie a cinque contratti consecutivi per una durata complessiva di 16 mesi. L’art. 4 comma 4 della legge finanziaria regionale recita che “le aziende sanitarie riservano il 50% dei posti vacanti in organico di cui al comma 3 (personale ausiliario con contratto a tempo indeterminato, ndr), relativi alle categorie di personale per l’accesso ai quali è richiesto il solo titolo della scuola secondaria inferiore, a coloro che abbiano svolto le medesime mansioni, nella stessa o in altra azienda sanitaria, per almeno 12 mesi anche non continuativi, nel quinquennio precedente all’entrata in vigore della presente legge. Detti posti – recita ancora la norma – sono coperti mediante procedure concorsuali da bandire entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge”. Termine, come detto, scaduto il 28 febbraio. “Vogliamo capire – afferma Simone Di Zara, coordinatore degli ausiliari dell’Asl Le/2 – perché il dott. Rollo non ha indetto i concorsi”.