TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

 

 

La raccolta di firme per la sistemazione dell'area adiacente al «Ferrari» trova una risposta positiva da parte del direttore generale della Asl.

«Verranno realizzati 360 posti auto, compresi quelli per disabili»
di Antonio De Matteis, dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 04/04//2006

  

Il parcheggio per personale e visitatori nell'interno dell'ospedale «Francesco Ferrari» per la cui realizzazione nei giorni scorsi è stata avviata una raccolta di firme si farà. A renderlo noto è il direttore generale dell'Ausl Lecce/2, Rodolfo Rollo, il quale sostiene di «essere ben consapevole del problema e di aver già avviato una progettazione che non si limita al manto di asfalto ma prevede una radicale sistemazione dell'intera area». Ricordiamo che l'area della quale si parla è quella che ha l'ingresso da via Giusti, attualmente costituita da tufo bianco battuto che l'uso e le piogge abbondanti cadute da settembre dello scorso anno e sino a pochi giorni fa hanno reso quasi impraticabile a causa gli avvallamenti che si sono formati. Per il direttore generale l'unico impedimento è la mancanza dei visti di competenza da parte del Ministero della Salute per il finanziamento dell'opera nell'ambito dell'«accordo quadro» con la Regione Puglia. «E' un progetto - precisa la nota del direttore generale - che tra le altre opere prevede la prioritaria realizzazione di 360 posti auto compresi quelli per i diversamenti abili. Con indicazione dei percorsi carrabili e pedonali, con zone a verde ed impianto di illuminazione. Inoltre - aggiunge il dottore Rollo - la pavimentazione sarà realizzata con asfalto per la viabilità veicolare mentre le zone destinate alla sosta saranno pavimentate con manto erboso "armato" con elementi di plastica riciclata, una tecnica che consentirà di avere un'ampia superficie permeabile che riduce le acque piovane da smaltire». Stando alle precisazioni della direzione generale per il via all'appalto dei lavori c'è, dunque, da attendere soltanto che il Minstero della Salute trasmetta il decreto di approvazione del progetto. Intanto, nell'attesa della sistemazione definitiva c'è la rassicurazione che la fruibilità del luogo verrà migliorata con lo spandimento di misto cava (come avviene periodicamente) per ridurre al minimo i disagi lamentati da utenti e personale ospedaliero.