TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

 

 

Casarano Basta polemiche, si comincia a fare sul serio

Strade rimesse a nuovo
Saranno spesi 200mila euro. Interventi anche sulla fogna

di Danilo Lupo, dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 05/07//2006

  

Poco meno di 200mila euro per rifare Corso XX Settembre. Il programma di rifacimento delle strade cittadine, iniziato timidamente con via Nardò nel periodo della festa del patrono, mette in cima all'agenda dei lavori pubblici una delle arterie nevralgiche di Casarano. Venerdì scorso la giunta comunale ha infatti approvato il progetto preliminare di due opere pubbliche: la prima, già annunciata, riguarda il rifacimento della scalinata storica della Madonna della Campana con il restauro delle edicole votive, a circa 50 anni dalla sua costruzione. La vera novità però riguarda il rifacimento di Corso XX Settembre: la strada che spacca in due Casarano, partendo da via Matino e arrivando alla provinciale per Taurisano, costerà alle casse del Comune 199.500 euro, secondo il progetto preliminare stilato dall'architetto Francesco Longo. La cifra appare piuttosto alta, se si pensa che a maggio per il rifacimento di via Nardò sono stati stanziati «solo» 27.000 euro; a giocare al rialzo, in questo caso, sono due elementi: la lunghezza della strada (Corso XX Settembre è lungo poco meno di un chilometro, via Nardò circa la metà) e la tipologia dell'intervento, ben più ampia di una semplice mano d'asfalto sulla strada. Il progetto approvato, infatti, prevede anche il rifacimento della parte superiore della fogna bianca (quella cioè che convoglia le acque nelle tubature) e la risistemazione dei marciapiedi, sia nella parte dei cordoli che in quella dei pali della luce, che saranno disposti in modo da consentire una circolazione agevole ai pedoni e ai diversamente abili. Da qui la spesa elevata, per far fronte alla quale la delibera dispone l'accensione di un mutuo con la cassa depositi e prestiti. Quello di venerdì, ovviamente, non è che il primo passo: dopo il progetto preliminare devono essere approvati il progetto definitivo e quello esecutivo per poi giungere all'appalto dei lavori. Continua così la «road map» dell'amministrazione: ai primi di maggio il sindaco Remigio Venuti e l'assessore Luigi Crudo avevano annunciato con grande enfasi il restyling delle strade cittadine, che però nell'immediato si erano tradotte solo nell'asfalto su via Nardò, provocando non pochi mugugni.