TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

 

 

Lo spostamento della fiera svuota il centro con notevoli ripercussioni
Di Enzo Schiavano, dal Nuovo Quotidiano di Puglia, 23/05/2006

  

Domenica mattina il concerto bandistico “Città di Squinzano” suonava solo per rispettare il contratto. Piazza Diaz, infatti, era pressoché deserta. Solo pochissime persone si erano soffermate per ascoltare la musica nonostante i festeggiamenti in onore di San Giovanni Elemosiniere, Santo Patrono della città, fossero in pieno svolgimento. Si dice che il direttore si sia arrabbiato non poco per questa situazione e che lo abbia fatto presente al comitato “Feste patronali”. Con lo spostamento della tradizionale Fiera dell’utensileria e degli animali negli ampi viali della zona industriale, deciso l’anno scorso, si è spostato anche il “cuore” della festa e con questo anche i consumatori.

Il centro storico deserto nel pieno dei festeggiamenti è stato oggetto di proteste da parte dei commercianti locali. “Non è possibile svalutare una festa in questo modo – afferma Giuseppe Venneri, titolare della libreria ‘Dante Alighieri’ – abbiamo aperto i negozi, ma in giro non c’era anima viva. Spostare il mercato e la fiera nella zona industriale non è stato positivo per noi commercianti del centro. Quando il mercato si svolgeva in contrada Botte – continua il commerciante – era molto diverso. Certo, anche contrada Botte è in periferia, ma è senza dubbio più vicina all’area della festa e un po’ di gente si vedeva”.

“Diciamola tutta – dice un altro operatore – l’amministrazione comunale, in questi casi, tende sempre a privilegiare il commerciante che viene da fuori”. Diversi negozi del centro, tuttavia, memori dell’esperienza dell’anno scorso, era stati più accorti ed avevano deciso di aprire i battenti solo domenica sera. Inoltre, sempre domenica mattina, è mancato il supporto dell’Expo, l’esposizione che ha richiamato migliaia di visitatori e che si svolge nell’area della festa. Quest’anno, infatti, le ditte che hanno partecipato all’evento avevano scelto di tenere chiusa l’esposizione nelle ore antimeridiane.

 

23/05/06 L’altra notte, mentre cercavo di addormentarmi, pensavo alla fiera, considerando i pro e i contro del suo spostamento nella zona industriale; sicuramente i vantaggi di avere maggiore spazi danno la possibilità ad un numero maggiore di espositori ed ai cittadini di spostarsi all’interno della stessa con maggiore facilità. Di contro, c’è qualche fattore da tenere in conto, primo, la distanza dal cuore della festa che inevitabilmente rimane vuoto, infatti il concerto bandistico come riporta l’articolo se lo sono suonato e se lo sono ascoltato da soli. Lo stesso dicasi per i commercianti del centro. Io aggiungo una mia riflessione personale a quanto già riportato ed è questa; concordo anch’io che la fiera sulla zona industriale è troppo lontana dal cuore della festa, prima ci andavo principalmente per far vedere gli animali ai miei bambini, perché le altre mercanzie si possono trovare oggigiorno ovunque. Adesso gli animali presenti in fiera si trovano molto lontani, e in spazi dispersivi facendo perdere quel caratteristico aspetto, tipico proprio della fiera paesana, che tanto piaceva ai bambini.

Eugenio Memmi

tuttocasarano@tin.it

 

 

24/05/06 Ho letto le lamentele riguardo la fiera che e stata spostata sulla zona industriale, a questo punto io come prova x un anno farei la fiera tutta in piazza, bancarelle e espositori lungo le strade Vva Roma, via Matino, p.zza San Domenico le piazze principali sino alla villa comunale ..poi metterei le giostre al parcheggio del mercato coperto, in piazza San Domenico e sulla villa Comunale. Penso che tutti sarebbero content perchè la festa patronale con le giostre lontane kilometri non è una festa..  Peri parcheggi si potrebbe utilizzare l'area cimiteriale, gli spazi nei pressi dei licei di via Ombrone con apposito servizio di navetta. Sarebbe bello una volta che si provasse.. la nostra festa è bella ma viene rovinata dalla lontananza delle giostre e dalle bancarelle che non ci sono la domenica sera

focus76@email.it