TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Un saluto da Tuttocasarano ad Umberto Cavallo casaranese emigrato a Treviso per lavoro

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

 

 

Le carte bollate tengono ancora banco nella lunga vicenda dell'assegnazione del servizio di nettezza urbana

La Geotec vince il primo round
di Danilo Lupo, dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 04/06//2006

  

Nettezza urbana, la Geotec vince il primo ricorso, si prepara al prossimo «round» e intanto il nuovo servizio partirà a pieno regime entro due settimane. Mercoledì scorso il Consiglio di Stato ha rigettato il ricorso della cooperativa Avvenire, che in un primo tempo aveva ottenuto dal Tar di Lecce la sospensiva riferita all'appalto di raccolta e smaltimento dei rifiuti in città. Le questioni giudiziarie, però, non sono terminate, perché il 21 giugno il Tar di Lecce dovrà discutere un altro ricorso di merito, presentato dalla ditta Monteco, l'azienda assegnataria del vecchio appalto. Le carte bollate hanno un'importanza cruciale in questa vicenda, visto che il tribunale amministrativo potrebbe anche ritenere l'appalto nullo e ingiungere all'Ato Lecce 3 di rifarlo, con la conseguenza di altre proroghe nel servizio di nettezza urbana. Nel frattempo, però, la Geotec, ad oggi ditta assegnataria dell'appalto, ha concordato con l'amministrazione comunale la partenza del nuovo servizio. «Si partirà tra il 15 e il 20 giugno - assicura - dopo un'adeguata campagna di informazione nel quartiere di Contrada Pietrabianca, dove si svolge il progetto pilota di raccolta differenziata». Nel popoloso quartiere della periferia casaranese, infatti, i cassonetti spariranno e verranno consegnati ai residenti dei bidoncini di tre colori diversi: giallo per la carta e la plastica, verde per il vetro e le lattine e marrone per la «frazione umida», ovvero tutti i materiali organici e non riciclabili, che saranno anch'essi ritirati a domicilio dagli operatori della ditta. «Quella di Pietrabianca rappresenta anche una prova - spiega ancora Abbruzzese - per capire come rispondono i cittadini a questa importante novità. L'intenzione dell'amministrazione è quella di arrivare alla raccolta porta a porta di tutti i rifiuti su tutto il territorio comunale». Se il progetto dovesse andare in porto rappresenterebbe una piccola rivoluzione anche estetica, grazie alla scomparsa dei cassonetti dalle strade cittadine: tutto sommato un ritorno all'antico, ai tempi in cui la raccolta dei rifiuti avveniva effettivamente casa per casa. Per arrivare all'obiettivo, però, sarà necessaria molta informazione e grande sensibilizzazione degli utenti, che l'amministrazione e la Geotec contano di creare grazie a iniziative mirate, soprattutto all'interno delle scuole. «Siamo convinti - conclude Abbruzzese - che proprio dagli istituti scolastici può partire un messaggio forte affinché un servizio importantissimo come la raccolta differenziata porta a porta possa entrare nello stile di vita delle famiglie».