TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

  oggi vi segnaliamo il blog: genitori scuola salento

E' arrivata in città Shabana, la bimba afghana operata a Roma, ospite della Fondazione "Daniela e Paola"

 

Di Alberto Nutricati

Dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 16/02/2008

 
«Ringraziamo questa bimba che ci dà la possibilità di lanciare un messaggio di pace a tutto il mondo. Siamo felici di dare avvio alle attività della Fondazione “Daniela e Paola” con l’arrivo di Shabana, che, come noi, ha su di sé i segni della sofferenza, perché vittima anche lei di una tragedia che ha radici comuni».
Con queste parole i coniugi Claudio e Laura Bastianutti hanno accolto Shabana, la bimba afghana di tre anni che nei giorni scorsi era stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico al «Fatebenefratelli» di Roma e che sarà ospite della casa-famiglia intitolata a Daniela e Paola Bastianutti.
Con l’arrivo della piccola iniziano ufficialmente le attività della fondazione «Daniela e Paola», dove Shabana trascorrerà il periodo di convalescenza assistita dai medici dell’ospedale «Ferrari» di Casarano.
Ad accogliere la bambina, arrivata a Casarano ieri mattina, accompagnata dal padre Janat Ghul, dal fotoreporter Kash Gabriele Torsello e da Ivan De Masi del gruppo Italgest, alcune classi dell’Istituto comprensivo IV Polo.
Sono stati i bambini, con la loro vivace presenza e i loro canti, armati di cartelloni e palloncini, a salutare l'arrivo di Shabana. La cerimonia è stata semplice e discreta. Niente passerelle, niente riflettori, solo la coinvolgente gioia di una cinquantina di bimbi che festeggiavano una loro coetanea, diversa per lingua e per cultura, ma simile nella voglia di condividere i momenti di gioia. Il nome Shabana, che rievoca calde atmosfere orientali, è ormai divenuto sinonimo di speranza per i bambini che in quella stessa struttura troveranno qualcuno pronto ad accoglierli.
La Fondazione avrebbe dovuto essere operativa già da diversi mesi, ma a causa di una serie di ritardi di natura burocratica ad inaugurarla è stata proprio Shabana e, come ribadisce Gabriele Torsello, che nel 2005 diede avvio alla mobilitazione in favore della piccola, «nulla avviene per caso».
«L’arrivo di Shabana e l’accoglienza che le è stata riservata – spiega Kash Torsello – sono la dimostrazione che la pacifica convivenza non solo è possibile, ma anche auspicabile, nel rispetto reciproco delle diversità e nella convinzione che conoscersi significa arricchirsi vicendevolmente. Oggi, però, siamo solo all’inizio, nel senso che termina la prima fase di un progetto molto più ampio che richiede la collaborazione di tutti».
Per eventuali donazioni alla Fondazione: Banca Popolare Pugliese, filiale di Casarano, c.c. 2006 Abi 05262, Cab 79520.

 

 

 

 

 

 

 

 www.tuttocasarano.it 

              

 
Non voglio dimostrare niente, voglio mostrare. Federico Fellini

 

 

www.astronomiacasarano.it

 

Percorsi d'Arte è in Via Matino, vieni a trovarci

 

 

  13/02/08 Aborto, la squallida vicenda di Napoli.

Di Enzo Schiavano

 

 

  13/02/08 La Pro Loco ricorda Pino De Nuzzo

 

 

  12/02/08 Ottimismo e nuove generazioni. Le sorti del PD cittadino.

Di Davide Barletta

 

 

  12/02/08 In ricordo di Pino De Nuzzo.

Di William Ghilardi

 

 

2000 - 2008 www.tuttocasarano.it All rights reserved.