Il piacere puo' fondarsi sull'illusione, ma la felicita' riposa sulla verita'  (Anonimo americano)

 

 

 

 

 TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 

 

 

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

  oggi vi segnaliamo il blog: genitori scuola salento

Droga: otto arresti fra Collepasso, Casarano, Cutrofiano e Alliste.

 

 

Di Gianfranco Lattante

Dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 22/01/2009

 

Spaccio a conduzione famigliare. Sia di eroina che di cocaina. Un’attività organizzata e gestita con oculatezza. Che, però, i carabinieri sono riusciti a documentare grazie ad intercettazioni telefoniche, pedinamenti, servizi di osservazione e sulla scorta di quanto dichiarato dai clienti subito dopo l’acquisto della dose. Otto gli arresti eseguiti al termine delle indagini. In manette sono finiti due nuclei famigliari. Quello di Sergio Vito Esposito, 51 anni, di Collepasso, ai domiciliari da una settimana, inquadrato fra i lavoratori socialmente utili del suo comune ed assegnato ad una scuola.

 

E quello di Pietro Luigi Stefanelli, di 33, di Casarano, commerciante ambulante di frutta. Capifamiglia e congiunti sono accusati di associazione per delinquere alla vendita di stupefacente. Per tutti le manette sono scattate ieri mattina. In carcere sono stati accompagnati la moglie (Agata Cosimo, 42 anni, di Collepasso), e i figli (Giuseppe di 22 anni e Cristian di 20) di Esposito. Il capofamiglia è stato arrestato a Torre Pali, nell’abitazione in cui stava trascorrendo i domiciliari. Con lui c’era anche Wilma Panico, 40 anni, di Casarano, barista a Cutrofiano. Pure lei (che avrebbe dato una mano nell’attività di spaccio, occupandosi anche della custodia dello stupefacente) compare fra i destinatari del provvedimento restrittivo. Insieme con Pietro Luigi Stefanelli è stata arrestata la moglie, Rossella Manni, 32 anni, di Casarano, con la quale condivideva lo spaccio delle dosi di droga.

C’è un ottavo destinatario dell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Antonio Del Coco su richiesta del sostituto procuratore Giovanni De Palma. Si tratta di Fabrizio Casarano, 35 anni, di Alliste, già noto alle forze dell’ordine. I carabinieri gli hanno notificato il provvedimento restrittivo in ospedale dove si trovava ricoverato. A differenza degli altri sette, Fabrizio Casarano risponde solo di singoli episodi di spaccio.


   L’indagine è stata condotta dai carabinieri della Compagnia di Casarano. E riguarda l’attività di spaccio di eroina e di cocaina svolta a Carasano e nei paesi dell’hinterland: Collepasso, Racale, Taurisano, Ruffano ed Alliste. A fornire la sostanza destinata al mercato al minuto sarebbe stato Sergio Esposito che avrebbe gestito in prima persona l’attività di spaccio e che avrebbe fornito lo stupefacente anche a Stefanelli. A dargli una mano ci avrebbero pensato i figli e la moglie. Il padre si sarebbe preoccupato di procurare lo stupefacente, di tenere i rapporti con gli acquirenti e di consegnare anche le dosi. Le operazioni di taglio e di confezionamento della sostanza sarebbero state delegate ai congiunti.

 

Dalle intercettazioni telefoniche svolte dagli investigatori sembra delinearsi in maniera evidente il «gioco di squadra» della famiglia Esposito. Sembra emergere, in particolare, dopo l’arresto del capofamiglia. I carabinieri, nell’aprile dello scorso anno, sulla scorta degli elementi raccolti spiando le conversazioni, effettuarono una perquisizione nella sua abitazione di Esposito trovando quasi 300 grammi di cocaina, decine di cartucce di vario calibro ed una bomba a mano. All’indomani dell’arresto, i figli di Esposito avrebbero manifestato l’intenzione di riorganizzarsi per continuare l’attività di spaccio di sostanze stupefacenti.


   Indagando sulla famiglia Esposito i carabinieri sono risaliti pure a Stefanelli che, insieme con la moglie, avrebbe provveduto a vendere dosi di cocaina anche durante la sua attività di ambulante di frutta. Stefanelli, a sua volta, avrebbe provveduto a fornire la droga destinata allo spaccio a Fabrizio Casarano che avrebbe «gestito» un discreto bacino di clienti.
   Nelle prossime ore gli otto arrestati, assistiti dagli avvocati Luigi Greco, Stefano Prontera e Roberto Bray, compariranno davanti al giudice delle indagini preliminari. I primi interrogatori sono già stati fissati per questa mattina. Domani ci saranno gli altri.

 

 

Foto e ricordi di Casarano

Realizzato da Umberto Attanasi 

 

 

 

 

               

 
Non voglio dimostrare niente, voglio mostrare. Federico Fellini

 

Free Tibet

 

 

 

08/01/09 Il popolo è un bambino. Di Ascanio Celestini

 

20/01/09 Centrale a biomasse il via libera al referendum.

Di William Ghilardi

 

 

19/01/09 E’ il momento di resistere e di lottare.

Di Luigi De Magistris

 

 

17/01/09 Bravo professore Bastianutti!

Di Remo Tomasi

1 commento

 

 

16/01/09 Per "San Salvatore", una pacifica iniziativa culturale e civile. Osservatorio di Belloluogo

 

 

14/01/09 Pasticcio all’italiana federalisti e statalisti

 

 

  14/01/09 Non calpestate la dignità di un uomo.

Di Omar Sarcinella

 

 

 

13/01/09 Per San Salvatore

Salviamo la Chiesa bizantina di San Salvatore! (Osservatorio di Belloluogo)

 

 

 

http://www.pieroricca.org/

 

 

2000 - 2008 www.tuttocasarano.it All rights reserved.