TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

 

 

Dopo 11 anni dal furto i Carabinieri gli ritrovano il basso elettrico
dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 05/04//2006

  

A undici anni dal furto in casa, ritrova il suo basso elettrico del valore di circa tremila euro. Quando i carabinieri glielo hanno riportato, M. L., un impiegato 40enne di Casarano con l'hobby della musica, si è sinceramente commosso. Il «prezioso» strumento era stato scovato nel garage di un'abitazione di Taurisano, dove i militari del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia casaranese, avevano messo a punto un normale controllo. Nel locale, c'erano i componenti di una band musicale, ed uno di loro, un minorenne, era impegnato proprio nell'uso del basso rubato. Per loro sfortuna, tra gli uomini dell'Arma c'era un conoscitore di strumenti musicali, che alla vista del costoso basso, si è non poco insospettito. Considerando che i musicisti presenti nel garage erano ragazzi presumibilmente senza grosse disponibilità finanziarie, il carabiniere ha preso a chiedere informazioni sulla provenienza dello strumento, e dalla viva voce di chi lo possedeva ha appreso che gli era stato prestato dallo zio paterno, M. C., 33 anni, di Taurisano. L'indagine si è così spostata altrove, a cominciare dagli archivi della Compagnia, dove gli investigatori hanno recuperato la copia di una vecchia denuncia per furto in abitazione. Quella presentata ben undici anni fa proprio dal musicista 40enne, che nell'elenco degli oggetti portati via, aveva indicato anche il suo basso elettrico. Sebbene M. C. non abbia saputo fornire spiegazioni circa la provenienza dello strumento, i carabinieri lo hanno denunciato per ricettazione.