.

Nei guai un diciottenne incensurato

Strano furto e lo beccano

dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 08/04/05

 

 

Arrestato per furto e scarcerato dopo aver trascorso poche ore in guardiola in una cella della caserma comando della Compagnia di Casarano. Si tratta di Ivan Caraccio, diciotto anni da poco compiuti, un disoccupato senza precedenti penali. Ieri stesso, accompagnato dal proprio legale, l'avvocato Salvatore Storella, il giovane è comparso al cospetto del giudice unico della sede distaccata del Tribunale casaranese, Silvio Maria Piccinno, che non ha convalidato l'arresto ed ha rimesso gli atti al pubblico ministero Claudio Paladini , per riconsiderarne la posizione ed eventualmente chiedere il rinvio a giudizio. Il diciottenne era stato prelevato dalla sua abitazione, ieri mattina all'alba, dai carabinieri della locale stazione, ed ascoltato quale autore del furto perpetrato qualche ora prima nel negozio «Euroricambi» di via Duca degli Abruzzi, sempre a Casarano, di proprietà di Cosimo Palombella, 45 anni, di Matino, aveva ammesso di essere proprio lui l'autore. E tanto perché aveva agito con la Fiat Tipo di un familiare, all'interno della quale i militari avevano rinvenuto un suo documento di identità. Nonostante l'ammissione, ieri mattina l'avvocato ha insistito per invalidare l'arresto, sia per la trascorsa flagranza del reato, sia perché le ammissioni del suo cliente non erano da utilizzare, giusto ai fini dell'arresto, perché rese in assenza delle condizioni di garanzia sancite dalla legge. Le argomentazioni del legale hanno convinto il giudice, che come s'è detto, non ha convalidato l'arresto ed ha ordinato la remissione in libertà di Ivan Caraccio. Vale aggiungere, che dall'esercizio commerciale suddetto, dopo aver divelto la saracinesca con una cesoia, il diciottenne aveva rubato e caricato sulla vettura del familiare che aveva per altro guidato col solo «foglio rosa», 15 pacchi di olio per motore contenenti 12 fusti da un litro ciascuno ed una marmitta.