.

IRROMPE IL PRESEPE VIVENTE: LUCI, COLORI, ANIMAZIONE PURE NEI «TRAPPETI» IPOGEI

di Danilo Lupo, dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 11/12/03

Parte anche quest'anno la macchina del Presepe Vivente, giunto ormai alla sua ottava edizione a cura dell'associazione «Amici del Presepe 96». Le principali novità di questa edizione saranno i "trappeti" ipogei: uno, acquisito dall'associazione, è ormai restaurato e sarà utilizzato per le scene del presepe nei giorni 24, 25, 26 e 28 dicembre e 1, 4 e 6 gennaio, mentre in un altro sono stati collocati dei giganteschi e originali recipienti di pietra, un tempo cisterne per l'olio. Un altro, infine, sarà la grossa novità di questa edizione: quello collocato nelle cantine di Palazzo D'Elia, noto anche per essere stato al centro di polemiche a carattere amministrativo: recuperato dallo stato d'abbandono in cui versava dal Centro sociale autogestito "U-Kefir", è stato a lungo sede di quest'associazione; dopo il trasloco del centro sociale nell'ex caserma di piazza Malta, però, il "trappeto" è stato oggetto di due diversi progetti: il Museo del Minatore, voluto dall'associazione "Ex Minatori del Belgio", e il Museo della civiltà contadina, sostenuto, tra gli altri, dall'assessore all'agricoltura Antonio Memmi. Ad essere realizzata è stata quest'ultima proposta, sotto forma di Museo della "Via dell'Olio", che adesso sarà incastonato nel percorso del presepe e attrezzato da preziose testimonianze storiche proprio dall'associazione "Amici del Presepe". Non finiscono qui, però, le caratteristiche del presepe 2003 - 2004: «Dopo il successo dello scorso anno - spiega Mimino De Masi, presidente dell'associazione - verrà riproposta la maestosa stella cometa che, posizionata sul terrazzo di Palazzo D'Elia a circa 30 metri dal suolo, fungerà da guida ai visitatori». Un'opera importante, quella della Stella Cometa, per la quale va segnalato l'impegno degli studenti del professionale "Bottazzi", come spiega ancora De Masi: «Le sue girandole di luci colorate vengono gestite da un apposito software realizzato dall'istituto, con il quale si è instaurato uno speciale rapporto di collaborazione. Nella cornice del Presepe cittadino, infine, saranno realizzati anche due originali concorsi; il primo, con scadenza il 23 dicembre, riguarda i presepi in miniatura: ad esso si può partecipare con opere realizzate con qualsiasi tecnica: medaglia d'oro e targa del presidente della Regione Puglia al primo classificato, medaglia d'argento e di bronzo rispettivamente al secondo e al terzo. Stessi premi per il secondo concorso (con scadenza il 31 dicembre), che premierà le tre più belle poesie di tema natalizio: sono ammesse composizioni in italiano e in vernacolo, che saranno giudicate da un'apposita giuria.
 

 

Scrivi la tua opinione sul nostro Forum

 
colspan="2" height="20">