TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

L'Italia all'incontrario

ledicolantepazzo, Casarano 05/06/05

 

Primo caso. Hanno inaugurato a Cesenatico un monumento a Marco Pantani; morto, per droga o per suicidio, in una stanza d'albergo. L'ha inaugurata la madre, che al momento della morte del figlio era in vacanza in Grecia. La targa recita:<< Campione vittima della Giustizia italiana>>. Insomma l'hanno ammazzato i giudici "colpevoli" di averlo processato in base alle leggi dello Stato ( in Francia gli atleti dopati vengono, addirittura, arrestati). Un pò come ad Aulla, dove il monumento a Craxi << vittima dei giudici >> l'ha voluto il sindaco.

Secondo caso. Nell'Italia del proibizionismo antifumo c'è un solo locale pubblico dove si può fumare: Palazzo Chigi. Ovvero il luogo dove è nato il divieto, ministri e sottosegretari continuano a fumare una sigaretta dopo l'altra, cioè continuano a fare quello che proibiscono a noi cittadini. Lo fa il ministro Fini, lo fa il cosiddetto ministro Calderoli, lo fa il responsabile ( si fa per dire ) della Sanità Storace. Calderoli come i bambini dell'asilo, dà la colpa al vicino:<< Vedo fumare Storace e viene voglia pure a me>>. Replica Sorace:<< Sto provando a smettere, quanto ai miei colleghi non spetta a me bacchettarli, non sono mica il loro guardiano>>. Strano, perchè la legge ha trasformato in guardiani migliaia di baristi e giornalai costretti a minacciare i propri clienti di chiamare la forza pubblica in caso di cicca accesa.

Terzo caso. Raduno di giuristi padani a Bergamo per discutere del processo a Oriana Fallaci, c'era anche l'ingegner ministro Castelli che strillava;<< Noi cristiani (il ministro si è sposato con rito celtico, cioè pagano) abbiamo metabolizzato da secoli i principi di libertà, mentre i musulmani intolleranti ricorrono alla denuncia per colpire chi non la pensa come loro>>.

Poi chiedeva:<< L'imminente abolizione dei reati di opinione, previsti da un codice fascista>> e domandava:<< Perchè non siamo ancora riusciti ad abrogarli?>>. Non si capisce con chi ce l'avesse visto che sventuratamente il ministro della Giustizia è lui, con una maggioranza di 100 voti alla Camera. La Fallaci, al dibattito, non c'era ma al Foglio di Cicciopopotamo Ferrara ha preannunciato che:<< Non degnerò i giudici della mia presenza>>. Un pò come i DS di Casarano, che non vanno ai dibattiti se c'è Giovanni Coletta.

 

PS. Per la serenità di Marcello P. non ho pronunciato una sola volta il nome di quello che ha la testa che sembra un Kiwi.
A proposito: in America è uscita di prigione una persona che si è fatto 35 anni di galera per aver rubato un televisore in bianco e nero. In Italia invece, un tizio ne ha rubate 6 e non gli hanno fatto niente. Erano addirittura a colori.