TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

Una cerimonia nella giornata mondiale dell'associazione di volontariato
La Croce Rossa incontra la città

di Cesare Pettinati, dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 07/05/04

 

Si svolgerà sabato 8 maggio la giornata mondiale della Croce Rossa. L’otto maggio del 1828, infatti, nasceva a Ginevra Henry Dunant, padre e fondatore della Croce Rossa. In occasione di questa ricorrenza il Comitato locale di Casarano intende celebrare l’evento con una serie di manifestazioni nell’arco della giornata. In piazza San Domenico, infatti, dalle 9 del mattino sarà allestito un gazebo, presso il quale i volontari del soccorso del comitato di Casarano provvederanno a distribuire materiale informativo sulle attività della Croce Rossa e ad effettuare il controllo pressorio e glicemico alla popolazione.

Nel pomeriggio, invece, a partire dalle 16,30 si terrà un incontro nel piazzale di palazzo dei Dominicani alla presenza delle Autorità. Alle 17 sarà celebrata nell’adiacente chiesa di San Domenico una santa messa. Dopo la funzione religiosa, alle 18, il corteo si dirigerà verso i giardini William Ingrosso per deporre una corona presso il monumento ai caduti. Interverranno rappresentanze dell’Esercito Italiano (Scuola di Cavalleria di Lecce), della Marina Militare (Capitaneria di Porto di Gallipoli), dell’Aeronautica Militare (Scuola di Volo di Galatina), Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia di Stato, associazioni di Combattenti e reduci di guerra. La cerimonia assume un significato particolare per la Croce Rossa Italiana che è l’unica rimasta in Iraq per portare aiuto a quel popolo. L’Ospedale delle Croce Rossa Italiana di Baghdad è perfettamente funzionante e vede lavorare fianco a fianco 39 medici e paramedici italiani e 65 medici e paramedici iracheni. Finora sono stati assistiti 53.700 pazienti fra i quali 84 bambini iracheni sono stati trasferiti in Italia per cure mediche e chirurgiche di gravi malattie. Di essi 53 sono già tornati guariti alle proprie case. Un contributo  vero e sincero che l’Italia sta dando a quel tormentato paese.

“ E’ un giorno importante - riferisce Sandro Valeri, ispettore del gruppo di Casarano -  per il significato che ha questa manifestazione, in particolar modo in questo periodo, in cui la Croce Rossa svolge un compito molto delicato. Questa giornata, inoltre,  ci offre l’occasione di  presentarci alla popolazione, al di fuori della nostra consueta attività ”. Il gruppo della Croce Rossa di Casarano, divenuto dal mese di gennaio, Comitato locale, è nato nel 1991 e da allora opera incessantemente sul territorio contando su più di cento volontari.