TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

Inchiesta
Viaggio nel mondo dell'associazionismo. Oltre quaranta gruppi operano quotidianamente in tutti i settori di intervento
Quei mille volontari al servizio della città
Cultura, religione, assistenza, politica, sport per continuare a crescere
 

di Antonio De Matteis, dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 12/03/02

L'associazionismo in città è una realtà. Si contano, infatti, quaranta associazioni tra quelle culturali, di volontariato e parrocchiali. Una media pari a due associazioni ogni mille abitanti. Considerando che i soci saranno almeno una ventina per ogni associazione si tratta di un piccolo «esercito» composto da almeno un migliaio di operatori che sono impegnati a realizzare e concretizzare nella quotidianità dei fini che hanno come sfondo comune l'impegno in attività utili alla società casaranese. Sono tutte associazioni o gruppi senza alcuno scopo di lucro, indipendentemente dalla sigla che li contraddistingue e dall'estrazione culturale oppure religiosa di provenienza o intorno alla quale ruotano. Un mondo davvero variegato che comprende giovani e non solo giovani che intendono essere propositivi nella vita pubblica. Sono coloro che hanno fatto dell'impegno nel sociale in favore dei più deboli o degli svantaggiati una scelta di vita, i «cultori» della musica, quanti si interessano dei malati e dei loro diritti, coloro che cercano di alleviare le sofferenze fisiche e sociali, i reduci di guerra, gli ex minatori, i «diffusori» di cultura attraverso varie iniziative, le parrocchie con tutte le associazioni che operano nel loro interno ed infine, anche se i fini sociali sono diversi, non sono da dimenticare le associazioni che praticano e diffondono lo sport, i circoli solo ricreativi e quelli a sfondo politico. Queste ultime forme di associazionismo pur non essendo impegnate nel volontariato sono, tuttavia, un «polo» d'incontro per tanti. Una realtà non trascurabile, come le altre, in quanto coloro che ne fanno parte dedicano buona parte del loro tempo libero in ambienti dove cresce l'amicizia e dove non è da escludere che nascano sentimenti di solidarietà sociale pronta a manifestarsi in situazioni magari imprevedibili.
Questo l'elenco delle associazioni così come risultano registrate in Municipio con indicata fra parentesi la persona alla quale fare riferimento. E' da tenere presente, comunque, che altre associazioni potrebbero essere sfuggite e che se segnalate le riporteremo in un successivo articolo: Forum dei giovani (Andrea Antonaci), Associazione antiraket ed antiusura «Vivere insieme» (Maria Isernia), Associazione volontari «Primavera e vita» (Giovanni De Marco), Associazione «Famiglie mutilati di guerra» (Geremia Stefano), Centro aperto per Anziani (Cosimo Sarcinella e Carlo Buonaroti), Circolo ricreativo «L'Emigrante» (Lucio Parrotto), Circolo ricreativo «Ex minatori del Belgio» (Antonio Coluccia), Associazione «Comunità Emmanuel» (Francesco Capezza), Centro sociale autogestito «U-Kefir» (Biagino Sarcinella), Protezione civile (Renato Coti), Associazione «Cilla» (Luigi Romano), Lega italiana contro i tumori (Giuseppe Serravezza), Volontariato «Vincenziano» (Paola Bandiello), Associazione italiana donatori di organi (Carla Memmi), Croce Rossa Italiana (Giacinto Pettinati) «Casarano nata per vincere» (Walter Vergari), «Centro storico» (Emanuele Ungherese), Tribunale diritti del malato (Anna Maria De Filippi), Circolo degli amici (Michele Schirinzi), Associazione «Carabinieri in congedo» (Antonio Cristaldi), Associazione nazionale mutilati e invalidi di guerra (Salvatore Pizzileo), Associazione salentina del cuore (Giacinto Pettinati), Associazione «Talassemici» (Giuseppe Ponzi), Associazione donatori volontari del sangue (Francesco Capezza), «Amici del presepe '96» (Mimino De Masi), Associazione musicale «Rosa Pacella» (Luigi Lupo), Associazione «Guida scout cattolici italiani» (don Antonio Bottazzo - vice parroco della chiesa Matrice), Ordine francescano secolare fraternità (Agnese Cavallo), Fondazione «Edoardo Filograna» (Katya Gorga), «Pro loco» (Walter Vergari), le associazioni culturali «Eteria», «Senza frontiere» (Margherita Franja), «Transiti» e «Padre Antonio Chetry» (Maurizio D'Astore), ed infine tutte le associazioni che operano nell'ambito delle quattro parrocchie nelle quali è divisa la città le quali fanno riferimento ai parroci o a loro collaboratori