TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

 

 

Chi salverà l'Italia?

di Eugenio Memmi, Casarano  09/08/2005

 

 

Gli ultimi, poco confortanti avvenimenti nazionali, come la vicenda OPA all’Antoveneta dove il presidente di Bankitalia, Fazio, avrebbe favorito il gruppo capitanato da mister Ricucci, invece di essere il garante imparziale del sistema bancario italiano; le voci di un possibile interesse dell’attuale Presidente del Consiglio al Corriere della Sera; hanno scatenato la solita serie di polemiche giornalistiche. A questi nuovi e gravi episodi, non sono seguite proposte serie per evitare il ripetersi di analoghi episodi.

Berlusconi, invece di comprendere la gravità dei problemi, nati grazie a delle intercettazioni telefoniche, e cercare di risolverli,  ha pensato meglio che tutto “questo chiasso” non si creerebbe se si limiterebbe ulteriormente la possibilità dell’uso da parte della magistratura delle intercettazioni.

Così non ci sarebbero più queste polemiche!!!

Io rimango esterrefatto davanti a tanta arroganza da parte di questo nostro, pardon, vostro Presidente del Consiglio, io non lo considero mio Presidente del Consiglio, e mi vergogno di averlo come primo (o secondo) rappresentante dell’Italia. Berlusconi è stata la più grande delusione politica della mia vita, sprezzante sostenitore della menzogna, vedi il sostegno aperto al governatore della Regione Lazio, implicato chiaramente nella vicenda Mussolini, tanto per fare un esempio.

In un paese che va avanti, quasi per inerzia, e che perde continuamente punti di credibilità, efficienza; per “fortuna” c’è qualcuno dall’esterno che sa darci un punteggio senza farsi condizionare, Standar & Poor’s infatti ci ha ulteriormente declassato da “stabile a negativo”. Tutto questo, non sembra toccare più di tanto il signor Berlusconi e la sua corte, perché se l’Italia va male, Mediaset va a gonfie vele, il suo patrimonio da quando il cavaliere di Arcore è al governo è triplicato; voi pensate che uno che ha la pancia gonfia comprenda a fondo il problema di chi la pancia ce l’ha vuota?

Ma chi ci salverà da tutto questo? Chi saprà riportare l’Italia ad essere una nazione civile e matura?

Penso alla grande idea che mister Berlusconi ha avuto per le prossime elezioni, riuscire a far convergere in un unico partito le attuali forze che attualmente compongono la Casa delle Libertà. Be, sapete cosa mi viene in mente? Che il bravo Berlusca, sperando con questa mossa di vincere le elezioni, potrebbe anche di abdicare in un futuro prossimo, lasciandosi alle spalle una forte colonia politica che gli sarà sempre debitrice… Follini, che sembrava il meno allineato a questo progetto ha abbassato la guardia, forse ammorbidito da Casini, che sembra destinato a sostituire il cavaliere al timone di questa Casa delle Libertà, che di libero mi sembra abbia poco. Solo Bossi, mi sembra contrario a questa fusione  al quale va il mio apprezzamento.

Non sarei contrario alla formazione di due partiti politici che potrebbero alternarsi alla guida dell’Italia, è solo che vedo la nascita del partito di centro destra solo per volere di Berlusconi e questo non mi va!

Attendo le vostre considerazioni.

 

 

10/08/05 Credo proprio che il Bipolarismo, negli ultimi 4 anni ha dimostrato che in Italia non può funzionare e che il sistema maggioritario non ha fatto altro che avvantaggiare la solita classe politica.

Detto questo, perchè vogliono farci diventare o tutti di destra o tutti di sinistra?

Ci siamo scordati che l'Italia è da sempre un paese moderato e che per circa 40 anni siamo stati governati da uomini dei cosiddetti partiti dell'ordine?

Perchè i signori dell'U.D.C., della Margherita e prchè no anche dell'UDEUR, non la smettono di litigare per un osso che ormai non ha polpa e magari cominciassero a riavvicinarsi tentando di formare un grande partito unico dei moderati?

Attenzione, i Grandi Capi dei due schieramenti ( Il Cavaliere Berlusca da una parte e nido di rondine dall'altra) hanno già capito che i moderati sono il partito più forte e che bisogna tenerli separati altrimenti sarebbe la fine.

Con questo non stò dicendo che la nuova Democrazia Cristiana possa salvare l'Italia ( Forse potrebbe riuscirci solo il DUCE ), ma almeno vistoi che all'orizzonte non si vede nulla di nuovo perchè non tentare? Magari ritornando al sistema proporzionale totale in modo che possa affacciarsi sul campo politico qualche faccia nuova ( Magari Io perchè no, magari tra qualche anno quando tornerò a Casarano)

VOTA ANTONIO       VOTA ANTONIO 

Saluti e buon Ferragosto a tutti  

Aramis -antonio.asa@tiscali.it -

 

 

14/08/05 Se dovessi dare una risposta, l'Italia adesso non può salvarla nessuno: potrei pensare di scegliere il male minore non votando Berlusconi per sperare che qualcuno si rimbocchi le maniche e "ricostruisca" la nostra nazione.

Con questa classe dirigente e con questi politici (sia di destra che di sinistra) non c'è da stare tanto allegri: la maggioranza si è rivelata in questi 4 anni e mezzo incapace di governare, carente di persone capaci  e sopratutto Berlusconi-dipendente che è secondo me il male maggiore; l'opposizione sembra una scuola materna dove ogni tanto deve intervenire la maestra per correggere gli errori fatti dai bambini durante i loro giochi, sono istintivi senza una seria programmazione (di tempo ne hanno avuto ). Forse sarebbe il momento giusto di individuare dei buoni tecnici, insieme a quei pochi politici che sono in grado di governare, per poter risalire l'abisso in cui Berlusconi & Co. ci stanno affossando.

Giuseppe Farina - g.farina14@virgilio.it -