TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

 tURISMO: L'UNIONE FA LA FORZA

   di Eugenio Memmi, Casarano 30/05/05

 

 

Ottobre 2000 e Giugno 2001, in due interviste al sindaco, chiedevo il sostegno dell’Amministrazione Comunale alla richiesta degli “Amici del presepe”  che volevano organizzare un percorso turistico nel Centro Antico di Casarano con guide, utilizzando praticamente il percorso ed i luoghi del presepe vivente, ovviamente con qualche lieve modifica. Non se ne fece nulla perché il Comune non aveva soldi ed aveva un altro progetto per valorizzare e promuovere il Centro Storico  …. che non ha mai visto la luce, risultato: sono trascorsi cinque anni e non si è fatto un solo passo avanti in questa direzione. Ora, chiederei al sig. sindaco un segno tangibile della sua buona volontà, dell’ apertura alle risorse umane e professionali presenti in città per realizzare un progetto che rilanci turisticamente Casarano e la riconverta per quello che è possibile. Si potrebbe partire coinvolgendo le associazioni cittadine che hanno lavorato in questo settore come l’associazione “Amici del presepe”, la cooperativa “Lytos” e naturalmente la “Pro Loco”. In questo modo ogni associazione sarebbe presente portando il proprio bagaglio di esperienze importanti per una buona riuscita. Ovviamente tale iniziativa dovrebbe essere aperta anche a persone - vedi Paolo Memmi, Federico Lubello (che non conosco personalmente) o enti che dimostrino capacità, idee e professionalità nel settore. Il comune con un suo rappresentante potrebbe avere il ruolo di coordinatore. Questa è un’idea che lancio con la speranza che possa servire a smuovere un po’ le acque stagnanti di questo “paese”. E’ probabile che si possa fare qualcosa di meglio, la conseguenza è che poi non si concretizza mai nulla mentre ritengo più utile partire con delle iniziative perfezionandole in seguito.

 

 

 

30/05/05 Caro Eugenio sono Giovanna Riso, ci siamo anche noi come associazione presente sul territorio, per promuovere il turismo. Mi riferisco all'associazione di bed end breakfast GIRANDOLAPUGLIA, nel nostro piccolo promuoviamo in prima persona non solo il territorio e quindi tutte le sue bellezze sia dal punto di vista culturale che da quello naturalistico, ci premuriamo di accompagnare personalmente i nostri ospiti formulando itinerari turistici ad hoc previa accurata preparazione. Promuoviamo anche economicamente i nostri prodotti alimentari tipici indirizzandoli presso le nostre aziende, non a caso sabato 21 Maggio abbiamo organizzato un evento in collaborazione con la ditta VINOLI che ci ha ospitate e con la sponsorizzazione di tante realtà produttive presenti in loco. Il nostro evento è piaciuto così tanto che alcuni tra i tanti sindaci presenti ci hanno chiesto di replicarlo nelle loro realtà. Siamo oltretutto presenti fisicamente su Casarano ospitate come ass.presso i locali dell'area sistema in via Sesia. Mi dispiace che tu non sia stato presente all'evento avresti potuto poi riferirne i contenuti su Tuttocasarano.La tua comunque mi sembra un ottima proposta a tale scopo ricorda al Signor Sindaco una famosa delibera datata 21 03 03 n87 2003 quella per intenderci del SISTEMA TURISTICO LOCALE, CHE FINE HA FATTO ? TI SALUTO CON L'AFFETTO DI SEMPRE

 

Giovanna Riso  - riso.giovanna@libero.it -

 

 

 

30/05/05 Ciao Eugenio, noto con piacere che da qualche tempo nel sito si parla spesso di turismo e di risorse, grazie anche agli interventi di Paolo Memmi, davvero molto interessanti.
Noto soprattutto con soddisfazione che più di qualcuno sta notando la mancanza di un piano di sviluppo del turismo, dove il comune ne è direttamente il responsabile. Come ben sai da due anni che faccio la guida nella chiesa di Casaranello e devo ammettere che il bene è finito nel dimenticatoio, come tutta Casarano dal punto di vista culturale. Il motivo principale?
A Casarano la cultura equivale solo a teatro. A mio avviso un  piano di sviluppo deve presupporre una sensibilità diffusa nei Casaranesi con rispetto, tutela e valorizzazione delle risorse culturali che deve essere innata in un'amministrazione comunale. Dalla mia Melissano, sinceramente pensavo che le dimissioni di Vergari potessero scuotere Casarano ma neanche sul forum ho notato niente; il che è grave per una comunità che punta anche sul turismo.
Purtroppo senza la sensibilità del palazzo dei Domenicani si può fare poco, senza dimenticare che tanti beni sono in pieno degrado ed i turisti me lo hanno sottolineato. Tanto per farti un esempio sul sito internet del comune non ho trovato alcun accenno ai due musei di cui uno è comunale e catalogato dal sottoscritto.
Vi sembrerò ripetitivo ma vi ricordo che:

- c'è una delle chiese più antiche della Puglia che non ha neanche una cartolina, che non ha un opuscolo, un registro delle visite.
- c'è una necropoli che sembra decontestualizzata, senza che si abbia uno studio della Casarano medievale e sui rinvenimenti; oggi è una discarica
- c'è un palmento medievale non vincolato dove recentemente è stato stesa una colata di cemento a pochi centimetri
- alcuni beni privati che non possono essere fruibili nonostante la disponibilità dei proprietari, tipo l'epigrafe romana e l'ex chiesa di S. Elia.
Questi sono solo alcuni esempi e credo non sia bello mostrare al turista per esempio la discarica abusiva della necropoli Cisternella.
Secondo il sottoscritto, dobbiamo creare un progetto a lungo termine dove è importante:
1 sensibilizzare l'amministrazione e la cittadinanza
2 approfondire alcuni aspetti della storia e della natura di Casarano che sino ad oggi risultano assai lacunosi
3coordinare tutto ciò Senza un progetto complesso a mio avviso Casarano vivrà sempre di rendita della chiesa di Casaranello, senza magari capire come e con quali risorse una piccola comunità rurale potesse possedere un tale gioiello. Ormai il turista è preparato, ti chiede di tutto e soprattutto è curioso; allora è bene puntare sulla scientificità delle informazioni e ciò può avvenire o dal mondo accademico o da una dialettica tra persone ed enti preparati, proprio come avevi scritto.
Dal canto mio, Casarano mi ha dato tanto, sono pronto a dare il mio contributo.
Grazie per l'interesse Eugenio, questo articolo ti fa onore e dimostra il tuo grado di sensibilità.
A presto!

P.S. Penso ad esempio una serata dove si possa mescolare l'arte dell'associazione Percorsi d'arte attraverso poesia, elaborati, dipinti magari in un deposito culturale con dei cartelloni realizzati dalla scuola.

 

Stefano Cortese  - cortesestefano@virgilio.it  -