TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

LA PROPOSTA DEL DOTT. GIOVANNI BARBARA

dott. Giovanni Barbara, Casarano 31/05/04

barbara.giovanni@virgilio.it

 

Partendo dall’esperienza maturata da tanti giovani nel settore turistico, mi sono chiesto:

perché non interessare al turismo anche altri giovani del mia città?”

Il turismo a mio avviso costituisce insieme all’agricoltura ed all’artigianato, l’unica possibilità di sbocco lavorativo per noi giovani. Pensare che il nostro amato paese possa garantire ai giovani un futuro tranquillo  solo attraverso il potenziamento del settore calzaturiero ed industriale è addirittura fuorviante. Il settore da anni in crisi ha lasciato un vuoto occupazionale che ha portato i cittadini a riflettere circa l’opportunità di investire le proprie energie lavorative e finanziarie in settori alternativi. Il settore che meglio di altri interpreta questa tendenza è il turistico. Questo settore ha registrato una controtendenza rispetto alla recessione economica avvertita dai settori tradizionali.  La creazione o la “riconversione turistica” di strutture ricettive a nuova vocazione sociale come ad es. i  bed and breakfast,gli  agriturismi, le  masserie,  le case coloniche, le  pajare, i  lamini e la destinazione turistica d’antichi palazzi, ha inaspettatamente costituito una fonte di lavoro e ricchezza che oramai assume importanza strategica. Non possiamo rimanere inerti dinnanzi a questa realtà quando la maggior parte dei  nostri giovani si trova a dover stare in braccia conserte!

Quindi cari concittadini dobbiamo rivalutare le nostre risorse enogastronomiche. Olio, vino, salsa di pomodoro, prodotti tipici della terra ecc. devono essere il nostro cavallo di battaglia.

Questo non significa che bisogna rinunciare all’artigianato calzaturiero che invece dobbiamo proteggere in quanto rilancia la pluriennale esperienza dei nostri lavoratori nell’ottica del total-quality .

Per il recupero del centro antico è necessario coinvolgere oltre alle imprese anche i privati, che diventino partners attivi nella costituzione di società miste di trasformazione urbana.

 I recuperi devono riguardare non solo il miglioramento della qualità urbana, ma contemporaneamente realizzare un centro antico vivibile con nuove tipologie funzionali: negozi, botteghe artigiane, appartamenti per nuove coppie, appartamenti a vocazione turistica .

Puntare dunque sul recupero del territorio in generale con chiare politiche di valutazione ambientale, dei costi, dei benefici. 

In questa logica del recupero, gli utenti diverranno parte attiva in maggior modo sulle politiche di salvaguardia e tutela ambientale.

L’Amministrazione comunale, provvederà a recuperare i palazzi storici di proprietà, creando contenitori e spazi culturali:

-musei

-biblioteche

-spazi espostivi

coinvolgendo, anche i privati in attività che attuino finalità pubbliche d’interesse collettivo.

Ripensare in tal senso il centro antico significa avviare processi di decongestione del traffico, itinerari virtuosi per lo shopping che diventeranno motivo di incontro dei cittadini, che serviranno per attirare il turismo invertendo dunque le tendenze attuali che vedono gli stessi cittadini fare acquisti o svagarsi in altre città dell’interland.

Pensiamo dunque a un centro antico di percorsi turistici, culturali, quali, : frantoi ipogei, case a corte, giardini urbani colleganti i siti archeologici , chiesa di Casaranello, le bellezze naturali.

Ecco, noi possiamo inserirci in quest’andamento positivo praticando un nuovo modo di promuovere il territorio, in modo intelligente, incoraggiando la nostra arte, il nostro artigianato, la nostra tradizione musicale, artigianale, le nostre bellezze architettoniche, la nostra gastronomia. 

L'obiettivo è quello di convogliare le diverse esigenze dei vari “attori” del territorio, privati, enti, comune, ecc. in  forme di associazionismo, che attraverso una azione sincronica possano rendere il più fruibile possibile il territorio al turismo e, allo stesso tempo, siano capaci di dare una risposta ai problemi di occupazione e di crescita socio-culturale.

E' necessario quindi creare una struttura ( associazione, cooperativa, consorzio, società di capitali ecc.), capace di muoversi in sintonia con l’azione amministrativa, che sappia convogliare le varie esigenze dei cittadini su un unico punto focale : la  crescita turistica di Casarano.

Tutto questo si potrà realizzare attraverso:

-la riconversione in chiave turistica dei palazzi storici comunali, da destinare in particolare a sede di importanti manifestazioni artistiche sociali e culturali.  Tali manifestazioni potranno, magari, essere organizzate da  libere associazioni di giovani casaranesi, con il coordinamento dell’accademia delle belle arti di Lecce e con il patrocinio dell’amm.ne comunale e provinciale;

-la creazione d’itinerari a vocazione turistica che comprendano il centro storico, Casaranello, la Madonna della Campana. Si può anche realizzare un percorso speleologico guidato nelle cavità naturali che congiungono la nostra città con il limitrofo Taurisano (Cripta del Crocifisso);

-la creazione di iniziative culturali volte a valorizzare il territorio:manifestazioni culturali, mostre d’arte , musica, congressi; 

-la creazione di un portale on-line istituzionale, che sia promotore delle varie iniziative del territorio e, soprattutto, punto  fondamentale d’incontro tra la domanda e l’offerta di alloggi in modo da creare un link tra i cittadini che vogliano mettere a disposizione i loro alloggi privati ( case, singole camere, tipiche abitazioni salentine, ville, palazzi, masserie ecc) presenti sul territorio anche non necessariamente solo comunale, con il resto del mondo.

-la creazione di strumenti di divulgazione turistica, quali giornali da distribuire in ambasciate e istituzioni internazionali, capaci di dare visibilità al  territorio;

Cittadini casaranesi, diventiamo padroni del nostro destino! Cogliamo le opportunità che ci vengono date da questa meravigliosa terra del Salento.