TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

UN'ALTRA OCCASIONE DI RECUPERO SPRECATA?

di Eugenio Memmi, Casarano 25/06/04

 

 

I marciapiedi di piazza Malta, sottoposti a lavori di recupero, stanno per essere ultimati, ma il risultato finale dei lavori mi sembra lascino adito a qualche perplessità. Non ho la pretesa di essere un esperto, do il mio parere di cittadino su dei lavori che mi sembrano eseguiti senza un vero progetto teso alla valorizzazione del luogo in oggetto, poiché è stato fatto un semplice riempimento e copertura del marciapiede in parte già sottoposto ad un precedente tentativo di recupero poi bloccato ma di cui erano rimasti dei basoli messi a dimora a semicerchio. Con quest’ultimo intervento si è praticamente completata quella parte iniziata alcuni anni fa, con una pavimentazione diversa fino al margine del marciapiede. Osservando questo marciapiede si nota immediatamente queste due zone diverse di pavimentazione che fanno intendere a chi si ferma a guardare, che o chi ha progettato i lavori non aveva abbastanza basoli per terminare la pavimentazione e si è ricorso ad altro materiale oppure il progetto dei lavori è stato realizzato in maniera molto approssimata. E’ stato rifatto il basolato che porta all’ingresso del palazzo ex sede dei Carabinieri risistemando quei basoli già in loco e questa mi sembra la sola cosa fatta con giudizio. Affianco a questo ingresso, è stato sistemato l’altra parte di marciapiede togliendo il vecchio pavimento e sostitutendolo con la stessa pavimentazione usata per completare l’altro marciapiede. Risultato finale: un pugno nell’occhio. Mettendosi di fronte a questi marciapiedi, si vede una zona a tutta bianca a sinistra con la pavimentazione tutta nuova, al centro l’ingresso con i basoli risistemati, a destra basoli a semicerchio per una parte del marciapiede mentre la restante parte è fatta con altro tipo di pavimentazione. Secondo il mio “personale” pensiero, è stata realizzato un piccolo grande errore, poichè mi domando con quale criterio sia stato pensato questo intervento e in che modo si inserirebbe nel contesto generale del recupero del centro storico. Non voglio pensare che gli altri interventi di recupero e valorizzazione che attendono il nostro patrimonio architettonico  siano fatti nella stessa maniera. Come semplice cittadino, boccio completamente quanto fatto e chiedo a chi di dovere di intervenire immediatamente.

26/06/04 Ci Scrive Quintino Cavallo

Ciao Eugenio

Ho notato anch'io come i mattoni non sono per nulla in armonia con tutto cio che li circondano boh.

Non lo so ma a me sembra che ultimamente a Casarano le occasioni sprecate per dare un volto migliore alla nostra cittadina non si contano piu'.

Eppure a sentire la campagna elettorale tutto va bene.

Mah!