TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

 

 

 

Casarano:

PALLAVOLO VENDESI

Di Claudio Carbone,  14/07/2006

  

 

E dire che le soddisfazioni sportive non sono mancate. Alla nascita la Società aveva acquisito i diritti di serie D e strepitosamente vinto sin da subito il suo bel campionato, fatto di sole vittorie e senza la macchia di una sconfitta. L’anno dopo, debuttante in serie C, un clamoroso quarto posto che la vide lottare con le più blasonate compagini pallavolistiche di Puglia. E dell’anno appena trascorso che dire? Formazione discreta, a detta di tutti gli addetti ai lavori, ma pochi soldi, spese ridotte. L’uscita di scena di Antonio Toma è stata fatale alla Società che, orfana del suo Presidente, si era affidata ad Emanuele Rausa, proprietario della Mastek. Termina però qui l’avventura di Casarano nella pallavolo. E la città, dopo la squadra di calcio che nella prossima stagione verrà però soppiantata dalla nuovissima società guidata da De Masi, perde comunque un pezzo di pregio del suo blasone. Qualche malumore si era già avvertito intorno alla fine dello scorso campionato di serie C; malumore che aveva creato dissapori tra addetti ai lavori e vertici societari. Che però non si immaginava portasse alla dismissione totale del gioiello societario, e cioè la serie C. Molti degli addetti ai lavori della scorsa stagione pare siano addirittura all’oscuro della notizia, circolante con certezza nei corridoi della Federazione di Puglia dove già si cerca l’erede al titolo conquistato dai rossoblu sul campo nelle scorse stagioni.

Una favola rosa che sfocia in un film dell’orrore e degli errori, dove non si capisce bene chi siano i protagonisti. Per l’ennesima volta il volley lascia quindi la piazza casaranese con un buco nel cuore, rompendo sul nascere un progetto che comunque aveva avvicinato tanti giovani a questo sport, che da domani mattina potranno scegliere, come fecero i giovani di alcuni anni fa, dove andare a cercar casa. Magari non molto lontano, ma comunque fuori da Casarano. Un vero peccato.