TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

 

 

 

Senza Macchia….Senza Gloria.

Finisce così il campionato della Mastek Casarano. Ed è già tempo di pensare al futuro

Di Claudio Carbone,  08/05/2006

  

 

Contro un Ostuni che non era certo giunto a Casarano a fare una gita fuori porta, a caccia di punti utili al piazzamento in classifica in ottica play out e con un verdetto scritto da tempo, la Mastek giace sorniona a meta classifica. Colleziona 37 dei 78 punti utili in questa annata, regalandosi la certezza della permanenza in quella che sarà la sua terza stagione in serie C. Risultato che premia tutto sommato le scelte della Società, che centra i suoi obiettivi, ma che in ottica di valori forse si attendeva qualcosa in più da questa squadra. Ma è già tempo di attese per la prossima stagione, e in una cittadina che ribolle di attività sportiva quasi vulcanica è già caccia allo sponsor che affiancherà gli attuali per dar sostegno ad un eventuale progetto ambizioso futuro, che potrebbe recare sorprese di grande portata per il futuro a venire, di cui vi renderemo conto più in là. La Mastek è settima, questo il risultato di questa stagione. Un altro obiettivo raggiunto, per ora.

 

LA GARA.

Nella prima frazione di gara i giovanissimi di Mister Sportelli si vedono schierare da Montanile il solito sestetto di base, che tuttavia sul 7 a 10 lascia subito intendere che non sarà una giornata di grande spolvero o di massimo impegno. Neppure l’ingresso in campo del solito D’Amico riesce ad arrecare più danni di tanto alla formazione ostunese che si limita a conservare il seppur esiguo vantaggio fino alla fine del set, che chiude per 25 a 22. Non cambia la formazione il coach, e la musica appare però diversa quando la Mastek mette sotto l’ospite per 8 a 2. Ma qualsiasi vantaggio diventa esiguo di fronte alla mancanza di obiettivi di giornata. Sicchè Pierri e compagni riescono a far di tutto per lasciar perdere e, mettendo a segno una serie di errori di una banalità indescrivibile, finiscono per decretare la rimonta, il sorpasso e il definitivo 25 a 23 a favore degli ospiti. Coach Montanile non ci stà e nel terzo set mette dentro il giovane Torsello per Pierri, D’amico di banda e De Giorgi a tenergli compagnia. Durante il parziale finisce “in castigo” anche Avelli sostituito da Anastasia ma non cambia nulla. Si combatte punto su punto senza mai un serio margine di distacco e verso il perentorio 3 a 0 per gli ospiti che non possono che gioire di una partita importante vinta in un campionato ancora aperto, che la Mastek aveva però archiviato e riposto in un cassetto alcune giornate fa con la sicurezza dell’irraggiungibilità al settimo posto.

 

LA GIORNATA.

Clamoroso a Brindisi, la notizia del giorno è sicuramente che il S. Elia mette in saccoccia il suo primo punto di un campionato purtroppo finito. Lo fa ai danni dell’Alessano che ci perde un po’ di tempo, fino al tie break a disfarsi dell’ultima in classifica, attestandosi comunque dietro alla Mastek all’ottavo posto. Si risolve con il Calimera che accede ai play off dopo il punto tirato al Nardò la lotta al terzo posto tra la padrona di casa, l’ospite ed il Leverano, che di suo cade a Martina con un secco tre a zero che lo rimette al quinto posto e lascia strada al Nardò di Dell’Anna per la quarta piazza, premiante per i cugini neretini, impegnatisi fino all’ultima giornata. Complimenti. Il Galatone di Palumbo non riesce invece a superare lo Squinzano in classifica, seppur battendolo nello scontro diretto e perdendo però un set che gli vale il penultimo posto in questo girone. La Mastek cede all’Ostuni i tre punti per la guida dei play out; finale col botto per la Telcom Brindisi che festeggia in casa la promozione diretta contro un Lecce volley che poco può contro i brindisini. Nono posto per l’Oria, sconfitto tre a zero tra le mura amiche dal Talsano sesto in classifica. Entrambe facenti parte di quel gruppo di centro classifica che può serenamente cominciare a pensare al prossimo anno sin da subito.

 

LA PROSSIMA.

Play off e play out da qui in poi. Ricordiamo per questo girone gli impegni futuri della Pallavolo Martina e della Links Calimera per accedere al campionato di serie B2, e quelli di Volley 2000 Galatone, Squinzano, Lecce volley e Telcom Ostuni per non retrocedere in serie D, di cui vi daremo conto su questo portale.

Per quel che concerne i progetti futuri della Mastek Casarano saremo qui a rendicontarvene di volta in volta. Buona estate e buon Beach volley a tutti.