TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

www.beppegrillo.it

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

 

 

 

MASTEK: RIECCOLI VIVI.

Il derby del SUD SALENTO è andato alla MASTEK CASARANO…
Di Claudio Carbone,  20/11/2005

  

 

Guai risolti bene per la MASTEK, che dopo lo scivolone di Martina Franca riesce a risollevare il capo in una gara difficile, tra qualche tono polemico ma con tantissima voglia di mettere in campo il meglio da entrambe le parti. E’ stata quindi appannaggio dei casaranesi la sfida con l’ALESSANO, formazione temuta in casa MASTEK per vari ovvi motivi. Primo tra tutti la portata non indifferente dei nomi, tra i quali molti ex, scesi in campo ognuno con lo stimolo giusto per dare il meglio; secondo l’opaca prova precedente del Casarano. Ma a segnare la gara è stato un grande spirito di squadra ritrovato. E la norma generale è che nel volley tutto può accadere, non essendo una legge perfetta né matematica. Matematica che sulla carta diceva se tanto mi dà tanto ossia: ALESSANO che tiene testa benissimo al MARTINA che batte la MASTEK per cui, per la proprietà transitiva……

Transito bloccato invece per la formazione guidata da Tonino NEGRO sul campo della MASTEK, bloccato tra pubblico caldissimo e a tratti polemico nei confronti dei suoi ex beniamini, beccati spesso in modo inclemente dagli intervenuti al TENSOSTATICO. Ma si sa che nello sport questo accade a tutti i livelli, e la pallavolo non fa eccezione. Se ne dispiace la dirigenza che tuttavia stemperando i toni attraverso la voce del suo D.S. Carlo CARBONE sottolinea: “è stato impossibile, per quanto abbiamo tentato di farlo, frenare l’irruenza verbale dei tifosi, che di fronte a questi eventi si accendono naturalmente. Da parte nostra sottolineiamo che tuttavia non c’era né c’è alcun motivo per denigrare il lavoro di chi in passato ha con calore difeso la nostra bandiera. Auguriamo a tutto l’ALESSANO di mantenere questo ritmo di gioco che siamo sicuri la porterà ad essere tra le candidate ad un posto d’onore in campionato. Gli ex? A fine gara ci siamo salutati da grandi amici, quali siamo sempre stati…..” ed oggettivamente, aggiungiamo noi, sia giusto abbia vinto sempre e comunque lo sport ed il grandissimo spettacolo offerto da entrambe le società. Come accade nello sport.

LA GARA.

La Mastek interpreta magistralmente l’avvio della gara che tuttavia non si rivela, date le formazioni schierate, impresa facile per nessuno; il testa a testa delle due squadre lo testimonia ampiamente. Una buona lettura del muro e della difesa da parte di MISTER MONTANILE  permette comunque alla formazione di casa di collezionare il margine sicurezza necessario a tenere a distanza un ALESSANO agguerritissimo che schiera subito in campo tre dei cinque ex rossoblu, NEGRO, il capitano della passata stagione ora leader degli alessanesi, e ROMANO, che sottolineano subito la loro prestazione personale con delle ottime giocate, insieme a quella di D’AMICO, casaranese d’adozione ed ex FALCHI UGENTO, che impensierisce spesso la difesa di banda della squadra di casa. Pregevolissima inoltre la prestazione di Giuseppe POTENTE, al quale va non solo il nostro plauso ma soprattutto le scuse per non averlo nominato nella presentazione della gara della scorsa settimana per una stupidissima personale dimenticanza. Da questa parte della rete schierati i sette della scorsa gara contro il MARTINA, assente giustificato in campo AVELLI, ancora dolorante alla caviglia. Per cui PIERRI in regia, opposto CHIARILLO, posto quattro per GRIMALDI e SIRSI e centrali D’AMICO e GIANGRECO, alla bisogna sostituiti in seconda linea dal libero SANTORO. Dir bene di qualcuno equivarrebbe a denigrare il lavoro di squadra ben svolto da tutti in questa giornata, ma sottolineiamo volentieri la superba prestazione di ANDREA CHIARILLO, che, anche quando la ricezione e  la difesa non offrivano spunti perfetti alle mani del generoso capitan PIERRI ha messo sempre diligentemente palla a terra. La nota di merito della settimana, pur cumulativa per l’intera squadra, và sicuramente a lui. IL 25 a 18 finale del primo parziale non deve trarre in inganno sui valori in campo, immediatamente ribaltati nel secondo parziale dall’impennata orgogliosa e non inattesa dell’ALESSANO, che fotocopiando il lavoro del primo parziale della MASTEK mette a segno un buon 25 a 17 a proprio favore. Pari quindi. L’uno a uno non può che testimoniare l’equilibrio in campo, maggiormente dimostrato nel terzo parziale dalle due compagini appaiate per tutto il set. Nota di risalto va data al sangue freddo tenuto dalla formazione di casa in svariate occasioni create dal direttore di gara, apparso nella terza frazione di gioco spesso appannato nel giudicare diversi episodi quanto meno dubbi, che hanno suscitato qualche piccola rimostranza da parte di tutti, ma che non hanno comunque nociuto al prosieguo della gara che ha visto il risultato fissarsi sul 25 a 22 a favore della MASTEK. Diligente e concentrato l’avvio del quarto set da entrambe le squadre che con l’occhio fisso sul campo hanno dato luogo ad un gioco davvero bello a vedersi da entrambe le parti. ALESSANO in difficoltà nelle battute finali della gara, con ingresso in campo, peraltro già avvenuto nel terzo set, degli altri due ex rossoblu, MANNINO e BIASCO, che pur dando il massimo contributo non sono riusciti a risollevare le sorti del set che è terminato con un perentorio distacco, peraltro conservato sin dal parziale di 9 a 5, a favore della MASTEK per 25 a 18.

Polemiche di fine gara tra MARCO NEGRO e alcuni suoi ex tifosi immediatamente spentesi con l’agonismo della gara ovviamente accesissimo nelle vene dell’ex capitano rossoblu. Ampi abbracci e strette di mano a conferma del bel ricordo lasciato nell’ambiente dal giocatore hanno abbondantemente risolto le cose. Elogio personale per il sempreverde PEPPE LATERZA trasfigurato nel ruolo di palleggiatore in tonicissima forma. A lui sicuramente, come a tutta la squadra dell’ALESSANO, nessuno escluso, il plauso di una grandissima correttezza fuori e dentro il campo.

 

LA GIORNATA.

Non senza difficoltà l’incontro di media classifica tra l’ORIA e il GALATONE che si chiude al quinto set a favore della squadra di casa. Compito ben più facile per il MARTINA imporre un secco tre a zero al fanalino di coda S. ELIA BRINDISI infangato a zero punti. Cade sul proprio parquet la TELCOM OSTUNI contro il lanciato NARDO’, mentre il LECCE sgambetta la rincorsa del CALIMERA ai vertici della classifica sottraendogli al tie break un punto importantissimo. La gara di cartello tra la TELCOM BRINDISI e la ex terza forza del campionato LEVERANO, scivolata con questa sconfitta al quinto posto, un punto sopra la MASTEK, conferma la leadership incontrastata della schiacciasassi brindisina. Respira il TALSANO in casa propria contro il modesto SQUINZANO  a soli due punti che non riesce ad accaparrasi più di un set in terra tarantina. Buona vittoria infine per la MASTEK CASARANO che si impone in casa nel derby del sud di questa serie C contro l’ALESSANO che scavalca in classifica di due punti, confermando l’ipotesi di poter tenere alte in classifica le quotazioni della società.

 

LA  PROSSIMA.

Eccezion fatta per l’attuale tranquillità acquisita da TELCOM BRINDISI e PALLAVOLO MARTINA , il calendario recita il tutto può accadere relegando in soli otto punti ben 10 squadre che al momento possono tutte tentare di aggrapparsi al trenino dei play off o sprofondare in quello dei play out in men che non si dica.

Definiremo di centro classifica quindi l’incontro tra il GALATONE di MISTER PALUMBO, anch’egli ironia ex rossoblu, due in due giornate, e la MASTEK CASARANO, tra cui il divario di cinque punti appare sottilissimo. Il MARTINA, che tra le mura amiche risulta imbattibile, collezionerà il terzo incontro casalingo consecutivo contro l’ORIA, cercando in questa giornata di approfittare il più possibile della trasferta della TELCOM BRINDISI, proiettata contro lo scoglio CALIMERA che avrà l’onore di ospitare, presumiamo senza riverenza alcuna, l’attuale capoclassifica. Gioco forza facile il compito del NARDO’ impegnato in casa contro l’abissale S ELIA BRINDISI, mentre di pronostico più aperto potrebbe diventare lo scontro tra il LEVERANO ed i vicini di casa del capoluogo LECCE VOLLEY. In coda alla classifica lo SQUINZANO tenterà l’ennesima impennata contro l’OSTUNI diretto antagonista nella salvezza, ALESSANO in chiave recupero punti importanti invece contro il TALSANO diretta inseguitrice a meno 2.

A tutti l’in bocca al lupo della redazione. Alla prossima.

         

video clip azione dell'incontro >>

 

Serie C Maschile - Girone B

6ª Giornata – 20 NOVEMBRE 2005

RISULTATI

Squadra locale

Squadra ospite

RISULTATO

POLISPORTIVA URIA

VOLLEY 2000 GALATONE

3 – 2

PALLAVOLO MARTINA

AS S. ELIA BRINDISI

3 – 0

TELCOM OSTUNI

NEW VOLLEY NARDO’

0 - 3 

LECCE VOLLEY ASD

LINKS CALIMERA

2 - 3

TELCOM TEAM V. BRINDISI

PALLAVOLO LEVERANO

3 - 1

POL.IDEAL TALSANO PULSANO

PALLAVOLO SQUINZANO

3 - 1

MASTEK C.S. CASARANO

EMPORIO D’ORIENTE ALESSANO

3 – 1

 

CLASSIFICA

Squadra

Punti

TELCOM TEAM V. BRINDISI

18

PALLAVOLO MARTINA

17

LINKS CALIMERA

13

NEW VOLLEY NARDO’

13

PALLAVOLO LEVERANO

12

MASTEK C.S. CASARANO

11

EMPORIO D’ORIENTE ALESSANO

9

POLISPORTIVA URIA

8

POL.IDEAL TALSANO PULSANO

7

VOLLEY 2000 GALATONE

6

LECCE VOLLEY ASD

5

TELCOM OSTUNI

5

PALLAVOLO SQUINZANO

2

AS S. ELIA BRINDISI

0