TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

 

 

 

Mastek c.s. Casarano

INGUARDABILI!!!

La Mastek lascia a Leverano tre dei punti più importanti di questo campionato. E adesso viene il Calimera..

Di Claudio Carbone,  10/12/2005

  

 

Giornata uggiosa, temperatura invernale, prestazione da dimenticare in fretta. Labirinticamente la Mastek sfodera una serie di risultati in assoluto contrasto tra di loro che recitano una strana litania. Giorni in cui brilla come una stella, giorni in cui non sa dove cercare il bandolo della matassa. Assurdo. Quello che è accaduto a Leverano è semplicemente assurdo. Sì che di storie ve ne son tante. La squadra continua a giocare senza un vero centrale di ruolo, sacrificando il buon D’AMICO in posto 3, sì che si è arrivati con CHIARILLO in chiare difficoltà fisiche e il tutto senza reali cambi all’altezza della situazione, ma la squadra non può permettersi il lusso di somatizzare così queste situazioni pensando di attenuare in questo modo le critiche del suo pubblico, divenuto per ovvi motivi esigente e convinto delle possibilità del team di MONTANILE.

 

LA GARA.

Indecifrabile da tutti i punti di vista. La MASTEK parte malissimo, lasciandosi davanti un LEVERANO tutto sommato quadrato, ma che non deve neppure far troppo per arginare un CASARANO mai in palla, che va sotto 12 – 4 quando MONTANILE chiama il secondo time out a sua disposizione per tentare di scrollare la squadra da un torpore irreale. Come se la partita scorresse tra i fiumiciattoli d’acqua all’esterno del bellissimo impianto sportivo di S. Giuseppe da Copertino e perentoriamente niente e nessuno potesse far nulla per riappropriarsene. Sul 17 – 12 a favore della padrona di casa una (finalmente) poderosa schiacciata di banda di GRIMALDI porta in battuta Capitan PIERRI, che con una serie di flottanti imopegna più o meno seriamente la ricezione Leveranese che non riesce ad impostar gioco. Onore al muro di coppia GIANGRECO – CHIARILLO che chiude pesanti muri sulla strada del LEVERANO che si fa riacciuffare sul risultato di 17 – 17 prima di riuscire a rimettere in gioco il forte palleggiatore ANDREA ROMANO e il suo buon gioco di centro, tra l’altro mai doverosamente ostacolato dalla MASTEK. Assurda la ricaduta della MASTEK che come un bambino risvegliatosi da un sogno agitato ricade nel torpore più assoluto, sfoderando errori in battuta nei cambi palla che lasciano andar su la padrona di casa fino al perentorio 25 – 20 che chiude la prima frazione.

La seconda ha un che di suo. Giocata punto su punto, la MASTEK se la fa tutta da sola, ora rigiocando la battuta avversaria con ottime soluzioni in attacco, di cui pregevoli colpi e giocate vanno riconosciute alla coppia d’attacco PIERRI - GIANGRECO, ora sbagliando battute, attacchi e ricezioni in modo assurdo, senza comunque mai lasciar più di un punto tra le due contendenti. Il break più lungo se lo aggiudica proprio la squadra casaranese con una rimonta che parte dal 17 – 19 e porta l’ospite a 20 – 19, tra errori in attacco avversari e la disperazione del coach di casa. Improvvisamente risplendente la stella di GRIMALDI porta con tre colpi di banda e muro la MASTEK ad un passo dalla vittoria sul 23 – 21. Ma è proprio GRIMALDI, richiamato in causa da una serie di errori in ricezione, a tirar fuori due palloni consecutivi che la squadra gli serve sul 24 pari e che chiudono la seconda frazione ancora a favore del LEVERANO. Il terzo set è buio pesto. Qualcuno è già sotto la doccia, e MISTER MONTANILE ce lo manda con largo anticipo sostituendolo con i giovanissimi TRULLO, FERSINI, TORSELLO e ANASTASIA, che prendono meritatamente posto in campo e ripagano in qualche modo il lavoro che MONTANILE sta svolgendo con loro, pur non riuscendo in alcun modo a recuperare il risultato ormai compromesso seriamente dai loro compagni più grandi, oggi solo d’età. La MASTEK esce quindi dal campo del LEVERANO con le ossa rotte e con la speranza che un chiarimento di intenti previsto dalla Società in settimana con la squadra, archivi quanto prima quest’altalenanza di prestazioni che non giovano alla classifica, e che già Sabato prossimo parleranno di compromissione di vertice classifica a favore o sfavore dei rossoblu. Una sorta di ultima spiaggia che SIRSI, SANTORO e soci non possono assolutamente prendersi il lusso di lasciarsi scappare. Ci auguriamo tutti che la lezione sia servita, ma soprattutto che cambi gli equilibri mentali in campo. La MASTEK è chiamata all’incontro della vita, e Sabato prossimo al tensostatico di Pietrabianca, purtroppo, si gioca il tutto per tutto partendo da un risultato di meno 2.

 

LA GIORNATA.

Là dove il volley è spettacolo vero e dove ci sarebbe piaciuto essere,  ossia a MARTINAFRANCA per MARTINA – TELCOM BRINDISI il campo ha dato ragione alla padrona di casa, che ha fatto cadere per la prima volta in questo campionato la capoclassifica soppiantandola in vetta. Ora unica imbattuta è proprio il MARTINA, al quale va l’onore di aver creduto sin dall’inizio alla gara in questione andando su di un set, poi pareggiato e rivinto dagli ospiti e che ha raddrizzato il risultato al tie break dimostrando carattere e personalità. Il NARDO’ si disfa dei cugini del GALATONE con poche difficoltà venute soprattutto nel terzo set ma con un secco 3 –0 che argomenta la sua attuale terza posizione in classifica. Anche il CALIMERA non cede un centimetro all’ORIA e lo schiaccia sul proprio terreno mantenendo il passo delle attuali due quarte piazze in classifica occupate in condominio col LEVERANO che con la vittoria sulla MASTEK CASARANO supera l’odierna avversaria in classifica, ipotecando, almeno momentaneamente, il discorso play off. Nella gara di coda lo SQUINZANO recita il de profundis per il S. ELIA avvicinando in classifica il LECCE VOLLEY battuto in casa dal pur sempre vivo TALSANO, che sfodera con garbo le sue ostilità in tre set in cui il Lecce lo impensierisce una sola volta, nell’ultima frazione. Difficoltà infine in casa ALESSANO, dove l’altra imprevedibile coda classifica OSTUNI si supera, mettendo nel carniere il secondo ed il terzo set, e dove i padroni di casa faticano non poco a riprendere le redini del gioco per riagguantare il risultato, buono solo al quinto set, seppur dei due punti tecnici utili.

 

LA PROSSIMA.

Quartultima di andata. Il calendario offre emozioni per i neretini di DELL’ANNA che andranno a trovare la neo-capo-classifica MARTINA (che al ritorno giocherà spesso in trasferta sembra) alla ricerca di conferme per la loro terza piazza in campionato. Scontro fratricida per GALATONE e LECCE, invischiate entrambe nella lotta per la salvezza a 6 e 8 punti rispettivamente, quando l’ORIA ospiterà sul campo di casa l’ALESSANO di MISTER TONINO NEGRO, ovviamente entrambe motivate a confermare un buon piazzamento fuori dalle acque agitate di fondo classifica. Il compito a casa della TELCOM sarà contro lo SQUINZANO che sulla carta non dovrebbe impensierire D’APRILE e soci, mentre l’OSTUNI e il TALSANO si giocheranno anch’esse un futuro NATALE di gioia per la media classifica. Il LEVERANO lanciatissimo dalla recente vittoria andrà a trovare il S. ELIA in quella che si preannuncia una passeggiata, mentre tutt’altro che passeggiata sarà quella della MASTEK e del CALIMERA che si affronteranno per il quarto/terzo posto in classifica. A tutte il solito in bocca al lupo della redazione per una giornata di sport.

Alla prossima. 

 

Serie C Maschile - Girone B

9ª Giornata – 10 dicembre 2005

RISULTATI

Squadra locale

Squadra ospite

RISULTATO

PALLAVOLO MARTINA

TELCOM TEAM V. BRINDISI

3 – 2

NEW VOLLEY NARDO’

VOLLEY 2000 GALATONE

3 – 0

LINKS CALIMERA

POLISPORTIVA URIA

3  - 0

PALLAVOLO SQUINZANO

AS S. ELIA BRINDISI

3 – 0

LECCE VOLLEY ASD

POL.IDEAL TALSANO PULSANO

0 – 3

EMPORIO D’ORIENTE ALESSANO

TELCOM OSTUNI

3 – 2

PALLAVOLO LEVERANO

MASTEK C.S. CASARANO

3 – 0

  

CLASSIFICA

Squadra

Punti

TELCOM TEAM V. BRINDISI

24

PALLAVOLO MARTINA

23

NEW VOLLEY NARDO’

18

MASTEK C.S. CASARANO

17

LINKS CALIMERA

16

PALLAVOLO LEVERANO

16

EMPORIO D’ORIENTE ALESSANO

11

POL.IDEAL TALSANO PULSANO

10

POLISPORTIVA URIA

9

LECCE VOLLEY ASD

8

VOLLEY 2000 GALATONE

6

TELCOM OSTUNI

6

PALLAVOLO SQUINZANO

4

AS S. ELIA BRINDISI

0