TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 Il bambino non e' un vaso da riempire

ma un fuoco da accendere.

(Francois Rabelais)

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

 

 

 

8 contro 6: la beffa

in una delle sue giornate migliori la Mastek ha incontrato l’avversario peggiore.

Di Claudio Carbone,  09/01/2006

  

 

Dispiace davvero dover documentare gare di questo genere. E non per il risultato acquisito sul campo dal meritevole PULSANO che ha disputato la sua più che onorevole gara, e neppure per lo splendido pubblico che mai non è intervenuto contro nessuno ed ha saputo rispettare il proprio ruolo in modo civilissimo. Ma queste cose fanno male alla pallavolo, come commentato da tifosi del luogo che hanno assistito allibiti allo show arbitrale meritevole delle più nefande accuse. Non per l’indirizzo quasi a senso unico degli errori, ma piuttosto per l’accanimento contro la compagine casaranese che non ha purtroppo saputo reggere di fronte a sviste a dir poco assurde: atleti aggrovigliati nella rete non visti dal sig. IUNCO, palloni visibilmente rimbalzati sulla rete e rigiocati senza nessuno a muro….. non è stata una vera e propria partita di volley, senza in ogni caso nulla togliere alle due squadre che hanno invece sfoderato una prestazione di altissimo livello, ma piuttosto una vera e propria beffa a chi sul campo s’impegna per ottenere un risultato e riceve di contro un trattamento arbitrale di questo genere.

 

LA GARA.

Reduce da due sconfitte consecutive rispettivamente contro LEVERANO  e CALIMERA la MASTEK non poteva che cercare di dimostrare di essere giunta alla fine del tunnel che da qualche tempo aveva imboccato. E lo ha fatto con grande caparbietà. Positivo quindi il rientro dopo le feste natalizie per i ragazzi di MISTER MONTANILE che ha saputo sfruttare al meglio la pausa di campionato per inculcare alla squadra quella voglia di vincere che CAPITAN PIERRI e soci sembravano aver smarrito. Così è scesa in campo una squadra determinatissima a far risultato e lo si è visto sin dai primi punti. Infatti, il TALSANO ha dovuto assistere sgomento all’arrembante atteggiamento dei casaranesi quasi senza riuscire ad opporre resistenza per le prime due frazioni di gara, in cui la MASTEK si è nettamente imposta sugli avversari senza mai lasciar nulla al caso. Diligenti e spettacolari nelle difese e nei muri SANTORO e gli altri non hanno lasciato cadere a terra nessun pallone “casuale” che potesse determinare una caduta morale alla squadra, fermando perfino gli attacchi devastanti del sempre verde GIOSA, miglior attacco tra i suoi da posto due. Nel terzo set un comprensibile calo di tensione ha fatto sì che i tarantini prendessero il sopravvento non senza difficoltà ma tutto sommato ripristinando il normale equilibrio sino ad allora pendente dal lato del campo occupato dalla MASTEK. Il TALSANO, in questa frazione, ha sfoderato ottimo gruppo e forti individualità, che hanno poi trascinato la squadra anche nel set successivo, macchiato tuttavia dalla serie di episodi negativi che hanno fatto sfociare le reazioni di GRIMALDI, PIERRI  e gli altri in situazioni convulse  e interruzioni di gara per decine di minuti, nel tentativo di chiarire i macroscopici errori compiuti dalla coppia arbitrale nella maggior parte dei casi, e lo diciamo senza accusa alcuna al TALSANO, all’indirizzo della squadra ospite. Il tie break si è poi risolto in uno scandalo. Al gioco, tra l’altro equilibratissimo in campo per lo stato di forma dimostrato da entrambe le squadre, si sono contrapposte le rotture di equilibri dettate da quello che abbiamo enunciato in prefazione. Decisioni assurde, scandalose, da veri dilettanti allo sbaraglio messi sul trespolo a decidere dell’epilogo di una gara correttissima in campo (nonostante i due cartellini gialli rimediati dai casaranesi per proteste) che ha visto però penalizzati gli ospiti in una delle loro giornate migliori. Tutto ciò lascia comunque buone speranze per il prosieguo del campionato. Fatto salvo la Federazione si renda conto che certi personaggi non dovrebbero più calcare le scene della pallavolo, danneggiando oggi la MASTEK domani chissà chi e come. Inutile perfino il tentativo di chiarimenti di fine gara tra giocatori ed arbitri. Sconfitta assurda ed amara, ma da archiviare immediatamente, considerando quello di Talsano un punto in più in classifica, e basta.

 

LA GIORNATA.

La notizia del giorno è sicuramente la caduta della capolista MARTINA a CALIMERA, a conferma del valore raggiunto da quest’ultima nell’ultimo periodo di campionato prima delle festività. Rientro orgoglioso anche per l’ALESSANO che riconquista il centro classifica sbarazzandosi con un secco tre a uno del GALATONE, battaglia dura invece per l’ORIA che al tie break espugna il campo dello SQUINZANO con qualche difficoltà. Torna così a svettare l’imbattuta TELCOM BRINDISI che non si fa certo intimorire dal NARDO’ di mister DELL’ANNA, che cade per tre a uno sul campo di casa. Il LECCE VOLLEY ha facile ragione del fanalino di coda S. ELIA BRINDISI, mentre il LEVERANO rischia in casa contro l’OSTUNI dandosi ragione del risultato solo al quinto set e guadagnando due punti in classifica. Infine sconfitta a TALSANO la MASTEK CASARANO di MONTANILE non senza polemiche tra la coppia arbitrale e la squadra ospite.

 

LA PROSSIMA.

Ospite scomodo per il NARDO’ sarà nella prossima giornata il lanciato ALESSANO di Tonino NEGRO alla ricerca di risultati utili a riportarlo in quota, mentre l’ORIA attenderà sul parquet amico il LEVERANO saldamente ancorato alla terza posizione in classifica. La TELCOM BRINDISI ospiterà l’OSTUNI e dolorosa attesa per il GALATONE che avrà il compito di frenare la rincorsa del CALIMERA. Il MARTINA dovrebbe invece aver facile ragione dello SQUINZANO e compito complicato anche per la MASTEK che dovrà ospitare sul proprio terreno il LECCE VOLLEY, gara che si svolgerà su campo da destinarsi causa i lavori di ampliamento che stanno interessando il TENSOSTATICO di PIETRABIANCA. A BRINDISI il prossimo impegno del TALSANO.

Alla prossima.

 

Serie C Regionale Maschile - Girone B

   11ª Giornata - 7 gennaio 2006

RISULTATI

Gara

Squadra locale

Squadra ospite

Ris.

1°set

2°set

3°set

4°set

5°set

1571

LINKS-MANAGEMENT & TECHNOLOGY

PALLAVOLO MARTINA

3 – 2

14-25

23-25

25-21

25-22

15-12

1572

EMPORIO D`ORIENTE ALESSANO

VOLLEY 2000 GALATONE

3 – 1

25-18

25-15

20-25

25-21

 

1573

PALLAVOLO SQUINZANO

BRINTEL ORIA

2 – 3

25-22

25-20

20-25

17-25

14-16

1574

NEW VOLLEY NARDÒ

TELCOM TEAM VOLLEY BRINDISI

1 – 3

23-25

28-26

13-25

18-25

 

1575

POL. IDEAL TALSANO PULSANO

MASTEK CASARANO

3 – 2

17-25

17-25

25-18

25-14

15-12

1576

LECCE VOLLEY ASD

AS VOLLEY S. ELIA BRINDISI

3 – 0

25-11

25-17

25-18

 

 

1577

BCC PALLAVOLO LEVERANO

P.G. PUGLIA TELCOM OSTUNI

3 – 2

25-13

20-25

32-34

25-15

15-8

 

 CLASSIFICA

Squadra

Punti

GG

GV

GP

SV

SP

QSet

PF

PS

QPunti

   TELCOM TEAM VOLLEY     BRINDISI

31

11

10

1

32

7

4.57

941

755

1.246

PALLAVOLO MARTINA

29

11

10

1

32

7

4.57

921

686

1.343

LINKS-MANAGEMENT & TECHNOLOGY

24

11

9

2

29

16

1.81

1025

949

1.080

BCC PALLAVOLO LEVERANO

24

11

8

3

28

12

2.33

946

817

1.158

NEW VOLLEY NARDÒ

21

11

7

4

24

17

1.41

910

908

1.002

EMPORIO D`ORIENTE ALESSANO

18

11

7

4

25

23

1.09

1024

1034

0.990

POL. IDEAL TALSANO PULSANO

18

11

6

5

23

21

1.10

951

934

1.018

MASTEK CASARANO

18

11

6

5

21

20

1.05

882

901

0.979

BRINTEL ORIA

12

11

4

7

18

28

0.64

988

1004

0.984

LECCE VOLLEY ASD

11

11

4

7

18

26

0.69

940

985

0.954

VOLLEY 2000 GALATONE

9

11

3

8

13

27

0.48

838

918

0.913

PALLAVOLO SQUINZANO

8

11

2

9

15

29

0.52

896

989

0.906

P.G. PUGLIA TELCOM OSTUNI

8

11

1

10

16

31

0.52

945

1055

0.896

AS VOLLEY S. ELIA BRINDISI

0

11

0

11

3

33

0.09

622

894

0.696