TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page La vita Politica Lo sport Cultura Informazioni turistiche In città la nostra E - mail
16 APRILE 2004

di Marcello Papaleo, Casarano 23/07/05

 

- Mi sembra ieri...era febbraio-
Mi sembra...stringo tutti i giorni che sono scorsi sulla scorza sottile del mio cuore...
Li riporto a galla...quando meno l'aspetto, ecco esplodere il tuo viso,
che riposto tanto a fondo, da simulacro di piacere
è trasfigurato...e riesco ad afferrare il seme delle tue parole!!
Paura è un angelo alla mia porta
e potessi rinascere lo farei nel tuo grembo...
Sorrisi che non mi appartengono più
sono le vitree lacrime che mi fanno compagnia...
mentre scolorisci piano, un acquarello cinico e fanciullesco,
cerco di darmi un tempo consono al peso esiguo dell'anima.
Sono 21 i grammi che hai cancellato dentro di te,
la prima volta è stata...lo sai solo tu!
Una cura riporterà alla mia porta i tuoi occhi,
ma non la persona che eri...stinta e persa
dentro sorrisi mezze verità e bugie intere vendute a poco prezzo.
E' l'amicizia del tuo 3° millennio e dei tuoi anni...
il vento di questi giorni spira forte e richiama a se
i vecchi ricordi, che hai perso dalle mani quando riposavi...
 
Mi sembra...stringo i tuoi occhi a me, quelli che porti ora non sono i tuoi,
li riscaldo con una nenia dolce e malinconica, come sono io
e dormo...dormo nei nostri anni...schiudendo gli occhi
alla triste verità che hai saputo raccontarmi un giorno, era febbraio.