TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

www.beppegrillo.it

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

AGRICOLTORI SUL PIEDE DI GUERRA, CHIEDONO AL COMUNE DI UGENTO STRADE RURALI MIGLIORI

di Mauro Stefano, dal Quotidiano del 03/02/05

 

 

Agricoltori di Casarano sul piede di guerra per il dissesto delle strade rurali che conducono ai propri fondi in agro di Ugento. La vicenda non è nuova ma sta avendo in questi giorni importanti risvolti perché gli interessati (si tratta di almeno trecento proprietari di terreni e abitazioni) hanno intenzione di far valere i propri diritti affiancati dagli uffici di zona della Confederazione Italiana Agricoltori. Nell’incontro svoltosi martedì sera presso la sala consiliare del Comune di Casarano, coordinato da Rocco Greco, responsabile di zona della Cia ed anche consigliere comunale, in circa 40 hanno dato incarico all’avvocato Domenico Macrì per ottenere dall’amministrazione comunale di Ugento, e dal sindaco Eugenio Ozza in particolare, “la sistemazione delle strade che siamo costretti a percorrere per raggiungere le nostre proprietà come più volte promesso ma mai mantenuto”. Ad essere interessati sono i proprietari dei fondi delle contrade Gialli, Ponzi, Tursi e Pisari, tutte sacrificate, tra l’altro, anche dalla chiusura di alcuni passaggi a livello della linea ferroviaria che costringono a poco agevoli percorsi alternativi. “Ma le stradine esistenti sono sterrate ed in particolare siamo costretti ad attraversare un ponticello che, per quanto antico e suggestivo, non da garanzie di tenuta e sicurezza e dove, poco tempo fa, un ape si è anche ribaltato con tutto il suo carico” affermano gli interessati. Ciò che viene chiesto a gran voce è che il Comune di Ugento, “come promesso dallo stesso Ozza”, si decida a stanziare quelle somme necessarie per il ripristino delle strade. “Basterebbe destinare a tale scopo appena una annualità dell’Ici che i proprietari sono costretti a pagare da dodici anni anche per i fondi” afferma lo stesso Greco. Dell’intera vicenda verrà presto informato anche il Prefetto.