TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

 

 

DISAGI EDIFICIO
SCOLASTICO VIA MESSINA.

INTERVENTO FORZA ITALIA CASARANO

di BRUNO PAPALEO (Vice Coordinatore di Forza Italia), Casarano  01/12//2005

  

Mi riesce difficile immaginare, come moderato, che , qualsiasi tipo di amministrazione politica, a livello locale, provinciale, regionale o nazionale, possa operare a danno dei cittadini. Piuttosto, quando le cose non vengono fatte come si deve, penso che sia una difficoltà di chi è chiamato ad amministrare per le proprie competenze  che in realtà non  possiede. Inoltre  c’è da considerare anche la mancanza di sinergia tra le istituzioni.

L’ Amministrazione di Casarano non è avulsa da queste difficoltà sinergiche e  operative  che spesso il cittadino casaranese  ha riscontrato, soprattutto quando di mezzo c’è stata la realizzazione di lavori di ristrutturazione (Piazza Diaz  insegna) oppure è stata chiamata a decidere su importanti questioni (P.R.G.) . Ogni volta ho assistito ad una serie di polemiche politiche, anche a volta strumentali ma spesso veritiere.

Da fine agosto, se la memoria non m’inganna, l’Istituto scolastico di Via Messina è stato cantierizzato e lo è tutt’ora. Le opere più importanti, in

barba a tutte le norme di sicurezza ambientale  per insegnanti e alunni, si

sono  fatte e continuano a farsi durante le ore di attività didattica, all’interno e all’esterno della scuola. In qualsiasi altro posto dell’Italia

settentrionale ciò non si sarebbe mai potuto verificare. Questo non è certa-

mente il miglior modo di dimostrare di saper ben governare. Il problema

era ed è di facile soluzione: predisporre per un certo periodo i doppi turni

per l’attività didattica. E non mi si venga a dire che la proposta sarebbe dovuta partire  dalla scuola, poiché la responsabilità a cantierizzare una scuola è sempre di chi autorizza i lavori. Sarebbe dovuta essere l’Amministrazione comunale,  attraverso le persone  chiamate nel ruolo di Assessori prima e di Consiglieri poi a vigilare su queste anomalie e ad avere il buon senso di fare delle scelte anche impopolari, se queste possono garantire  la sicurezza e il bene del cittadino, soprattutto quando di mezzo ci sono i bambini che all’interno della scuola con tutte le attività lavorative in corso hanno sempre rischiato la propria incolumità.