TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

www.beppegrillo.it

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

FORZA ITALIA INVITA L'AMMINISTRAZIONE A RIPORTARE IL PRG IN CONSIGLIO COMUNALE

di Danilo Lupo, dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 06/02/05

 

«Il Prg? Un progetto ormai superato e uno sperpero di denaro pubblico: ora tocca al sindaco e alla maggioranza riprendere l’iter e assumersi la responsabilità di far ripartire l’iter». Così, con una stoccata su un progetto «ormai ampiamente superato dai fatti» e l’invito all’amministrazione a riportare il Prg in Consiglio «per tentare di superare l’impasse», Forza Italia lancia la sua sfida sul piano regolatore generale. La coordinatrice cittadina di Forza Italia, Francesca Fersino, è netta nel suo giudizio al piano redatto a suo tempo dal professor Secchi e che vide la prima approvazione ufficiale il 28 settembre 2000. «Basta guardare – afferma la Fersino – com’è cambiato il territorio sia prima dell’approvazione che dopo la scadenza delle norme di salvaguardia, avvenuta il 28 settembre 2003». Secondo la coordinatrice azzurra, la realtà edilizia analizzata più di cinque anni fa da Secchi è profondamente cambiata e la stessa amministrazione comunale nei fatti avrebbe superato il Prg originario. «Basti pensare – dice – all’isolato tra corso XX Settembre e via Villa Glori: il Piano prevedeva l’abbattimento per costruire un’area a parcheggio, negli ultimi tempi proprio in quella zona sono state rilasciate concessioni edilizie. Ancora: il Prg prevedeva che nelle zone B1 non si potesse edificare oltre il secondo piano; con la scadenza delle norme di salvaguardia i cittadini hanno potuto legittimamente disattendere questa previsione». Il Prg, dice in sostanza la Fersino, «così com’è, è superato dai fatti, ma rimane uno strumento indispensabile e urgente». Forza Italia avrebbe un’idea sul percorso da seguire, ma aspetta le mosse dell’amministrazione. «Attendiamo che sindaco e maggioranza si pronuncino – dice la coordinatrice azzurra – per vedere se sul percorso proposto possiamo convergere o se invece sarà necessario condurre questa battaglia con i mezzi a nostra disposizione: coinvolgendo i cittadini ed eventualmente sottoponendo l’iter fin qui svolto alla Corte dei Conti perché sia verificato lo sperpero di denaro pubblico prodotto da questa maggioranza»