TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

www.beppegrillo.it

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

AL DIBATTITO ORGANIZZATO DA AZIONE DEMOCRATICA

IL MURO DEI DS

 

di Danilo Lupo, dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 13/05/05

 

 

«Schiaffo» della Quercia ad Azione Democratica. I Ds non saranno presenti all’incontro organizzato dall’associazione presieduta da Patrizia Carlino per il prossimo giovedì 19 maggio sul tema «Dopo le elezioni del 3 e 4 aprile, quale centrosinistra a Casarano? Azione Democratica incontra i partiti al governo della città». Al dibattito saranno presenti Claudio Casciaro, presidente della Margherita, e Fernando Schiavano, segretario dell’Udeur, ma non Rocco Morgante, segretario dei Democratici di Sinistra. Il motivo è presto detto. «Se parliamo di centrosinistra – afferma Morgante – non ci sembra giusto escludere altri partiti che sono nati da poco ma che si sono dimostrati particolarmente attivi: l’iniziativa è interessante, ma visto che non siamo tutti non ci sentiamo di partecipare». A Morgante risponde piccata Patrizia Carlino, presidente di Ad. «La scaletta dell’incontro è giusto che la decida chi lo organizza – dice - Ci interessava affrontare il modo in cui viene amministrato da questo centrosinistra il Comune di Casarano e da associazione di Centrosinistra volevamo un confronto sulle tematiche cittadine, visto anche che sul programma di Venuti si parla molto della volontà di far partecipare cittadini e associazioni alla politica della città. Questo non avviene e mi sembra una bella incoerenza. Nelle nostre intenzioni, poi, c’è anche quella di un incontro successivo con tutti i rappresentanti degli altri partiti, ma volevamo partire dalla realtà amministrativa». Morgante non recede dalle sue posizioni, ma lascia la porta aperta ad un incontro allargato. «Costruiamo il centrosinistra in prospettiva, senza iniziative che suscitano più fuochi artificiali che confronto politico. Prima facciamo la festa, costruendo il centrosinistra in maniera plurale e dopo potremo anche sparare i fuochi».