TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

www.beppegrillo.it

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

PIAZZA DIAZ: NE PARLA LEDA SCHIRINZI

DI "CASARANO AMICA"

di Mauro Stefano, dal Quotidiano del 18/03/05

 

“Nella relazione al progetto del 1914 della nostra piazza Diaz, l’ingegnere Alfonso Gatto parlava di pavimentazione ad arco convesso per un migliore deflusso delle acque, di pietre provenienti dalla cava di Neviano, di marciapiedi in pietrini di cemento. Oggi di quell’impresa diretta da Nicola Pagliarulo rimane solo la ferita che tutti vediamo, simile ad una brutta mastectomia sul decolté di una bella signora”. Ad esprimere “amarezza” sullo stato di piazza Diaz, da mesi interessata da lavori di risistemazione del basolato, è Leda Schirinzi, consigliere comunale di “Casarano Amica”. “Vorrei rivedere la scacchiera dei basoli a spina di pesce, gli spazi tra le pietre, quella convessità che così bene rifletteva la luce” ha affermato l’esponente di minoranza secondo la quale occorreva, tra l’altro, “fotografare il basolato prima di smontarlo, numerandone gli elementi, per un miglior procedere dei lavori che ci avrebbe di certo tranquillizzato”. Ciò che viene rimarcato è “l’assenza di cura di uno spazio unico, che forse ci è stato irrimediabilmente sottratto, e che andava, invece, recuperato secondo la logica del mantenere e sostituire”. “Ci saremmo aspettati maggiore attenzione nel non rovinare le pietre e nel reintegrare quelle rotte con altre di uguale durezza e colore”, afferma ancora la Schirinzi che, a nome dell’intero movimento politico culturale “Casarano Amica”, ha, infine, chiesto, “nostro malgrado e quale atto di orgoglio e presa di coscienza del danno arrecato”,  le dimissioni dell’assessore ai lavori pubblici Luigi Crudo “benché animato dalle migliori intenzioni e persona a tutti noi cara e seria”.